Sicurezza in montagna, prorogato l’accordo tra Regione e Soccorso Alpino

FIRENZE - Prorogato fino al 30 giugno 2017 l'accordo tra Regione e Soccorso Alpino e Speleologico Toscano del CAI (Club Alpino Italiano) per garantire il soccorso a tutte le persone infortunate o in stato di pericolo sulla rete escursionistica toscana, in montagna, in grotta, o comunque in ambienti impervi. La convenzione viene stipulata fin dal 2000; l'ultimo rinnovo era dell'aprile 2014, con scadenza il 31 dicembre 2016; ora una delibera proposta dall'assessore al diritto alla salute, sociale e sport Stefania Saccardi, e approvata dalla giunta nel corso dell'ultima seduta, proroga la convenzione fino al 30 giugno 2017.

Nel corso degli anni la sinergia e l'integrazione tra il sistema di emergenza sanitaria territoriale e il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano si è progressivamente rafforzata, fino alla situazione attuale, in cui le Centrali Operative 118 e i tecnici esperti del Soccorso Alpino uniscono quotidianamente le loro competenze e le loro forze per soccorrere chiunque si trovi in stato di pericolo sulle montagne toscane.

Un elemento qualificante è rappresentato dalla presenza di un tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino, a integrazione delle squadra sanitaria 118 in tutte e tre le basi regionali di elisoccorso, localizzate a Firenze, Grosseto e Massa Carrara. Presenza che è di supporto all'équipe medica dell'elisoccorso su terreno montano, impervio o in ambiente ostile, per il recupero di salme e interventi di ricerca dispersi.

Per svolgere le attività previste, il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano mette a disposizione specifici materiali, attrezzature tecnologiche, e il proprio organico, composto da tecnici, operatori e medici, unità cinofile di ricerca in superficie e in valanga, brevettate alla Scuola Nazionale del Soccorso Alpino, disponibili ad essere trasportati, all'occorrenza, su tutto il territorio regionale.

Per questo servizio, per il semestre gennaio-giugno 2017 la Regione eroga al Soccorso Alpino un contributo di 225.000 euro.

 

Turismo sportivo, accordo per attrarre eventi e iniziative di qualità

FIRENZE - Sviluppare azioni per promuovere e diffondere iniziative sportive in Toscana in grado di avere rilevanza turistica, con l'obiettivo di incentivare la pratica sportiva anche come risorsa economica, con particolare riferimento all'accoglienza di eventi sportivi nazionali e internazionali da collocare in località della Toscana dotate di impianti sportivi di alta qualità e di ricettività alberghiera competitiva. Tali iniziative, grazie alla partecipazione degli sportivi coinvolti e delle persone al loro seguito, possono rappresentare infatti occasioni di diffusione della pratica sportiva e strumenti di promozione dell'offerta turistica regionale.

Queste le finalità dell'accordo di collaborazione firmato oggi nella sede regionale del Coni a Firenze dagli assessori regionali allo sport e al turismo, Stefania Saccardi e Stefano Ciuoffo, da Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica, da Salvatore Sanzo, presidente del Coni Toscana, da Tiziano Faraoni, vicepresidente vicario del Cip Toscana e da Matteo Biffoni, presidente di Anci Toscana.

"Un accordo importante – commenta l'assessore Saccardi - che fa leva su caratteristiche specifiche del nostro territorio, come la disponibilità in Toscana di una rete di impianti sportivi in grado di offrire una articolata gamma di opportunità ludico-sportive, e la presenza di territori a vocazione turistico-sportiva in grado di fornire un'offerta turistica di qualità, con elevati standard nell'ambito dell'accoglienza ricettiva. Per la valorizzazione e per la promozione turistica dell'offerta sportiva regionale è necessaria una sinergia di competenze ed esperienze, ed è proprio quanto stiamo facendo con questo accordo in piena sintonia con le politiche della Regione Toscana. Lo sport come grande veicolo di inclusione sociale, ma anche come attrattore di presenze turistiche. Peraltro la volontà condivisa è quella di non puntare solo sui grandi eventi, ma soprattutto di attrarre in Toscana gli appuntamenti dei calendari ordinari delle federazioni sportive nazionali, che anch'essi attirano notevoli presenze".

"Siamo all'altezza – afferma l'assessore Ciuoffo – per quanto riguarda servizi annessi alle manifestazioni sportive e alla ricettività, e in più abbiamo da giocare la carta dell'essere immersi in Toscana, contesto che impreziosisce ogni gara. Vogliamo offrire una doppia occasione ai partecipanti che così possono conoscere la nostra terra e con il vantaggio di essere elemento di promozione che si riverbera nel tempo con il passaparola e l'esposizione mediatica legata alle manifestazioni sportive. Lo sviluppo del turismo sportivo è propulsore di un processo di allungamento della stagione turistica della nostra regione a tutti i periodi dell'anno e nello stesso tempo è in grado di valorizzare l'intero territorio regionale, anche quei luoghi generalmente fuori dai grandi itinerari turistici. Con l'accordo firmato oggi Toscana Promozione Turistica sarà braccio operativo della Regione per supportare, valorizzare e promuovere gli eventi e le manifestazioni sportive sulle quali punteremo di concerto con Coni, Comitato Paralimpico e i Comuni".

"L'accordo firmato oggi rappresenta un passaggio strategico per la promozione della Toscana come destinazione per il turismo sportivo - spiega Alberto Peruzzini - Il mercato del turismo sportivo, in particolare nel segmento quantitativamente più importante dello sport-turismo, ha assunto infatti un peso tale da non poter più essere circoscritto ad una dimensione di nicchia per una regione come la Toscana. Dal 2008 al 2015 i flussi turistici diretti sul territorio toscano e derivanti dalle varie attività sportive sono cresciuti, infatti, del 20% generando un volume di affari di oltre 800 milioni di euro. Un trend positivo confermato anche nel 2016 e che si inserisce in un contesto globale che vedrà questo particolare settore raggiungere, entro il 2017, un valore di circa 91 miliardi di dollari".

70mila euro dalla Regione al Coni (20mila dall'assessorato allo sport e 50mila da Toscana Promozione Turistica) per individuare, attrarre e sostenere iniziative sportive da tenersi in Toscana. Ad attuare i contenuti dell'accordo un comitato di coordinamento composto dai rappresentati dei firmatari.

Il Coni metterà a disposizione dati e informazioni del recente censimento sugli impianti sportivi e agirà presso federazioni sportive nazionali e associazioni per attrarre in Toscana eventi sportivi di rilievo sia nazionale che internazionale. "Gli eventi sportivi – così Salvatore Sanzo - hanno una straordinaria forza promotrice per il territorio perché mettono in circolo non soltanto risorse e capitali, ma soprattutto persone, sogni, simboli. La Toscana ha una tradizione sportiva importante nonché una rete di infrastrutture al servizio del turismo che la pongono da sempre  come meta di riferimento in ogni stagione: unire tali elementi in una visione globale al servizio della Regione non può che fare il bene di tutti, dalle federazioni alle associazioni, dall'atleta al tifoso, dall'appassionato al turista".

Il Cip promuoverà, insieme agli uffici regionali, interventi per assicurare a persone con disabilità (motorie, sensoriali e intellettive) una piena fruizione turistica connessa a eventi sportivi. "Da sempre la Regione Toscana – afferma Tiziano Faraoni - si è dimostrata sensibile nei confronti dello sport per disabili. Vogliamo ricordare il progetto Sporthabile, che certifica società dotate di impianti idonei alla pratica sportiva per disabili e, ultimo esempio, la realizzazione, in collaborazione con il CIP Toscana, dei recenti Trisome Games svoltisi a Firenze con una presenza in città di circa 800 atleti con sindrome di down. L' accordo di collaborazione mette in sinergia quanto di meglio si può offrire allo sport, che sempre più vorremmo 'Sport per tutti e di tutti'. Abbiamo territori stupendi, accoglienza e ricettività che molti ci invidiano e non ultimo eccellenti strutture sportive prive delle cosiddette barriere architettoniche. Noi del CIP ci adopereremo per promuovere ed incentivare la nascita di manifestazioni sportive sul territorio e, insieme a tutte le organizzazioni coinvolte ci impegneremo a garantire a tutti gli sportivi con disabilità la possibilità di poter fruire sia di impianti che di strutture ricettive idonee ai loro fabbisogni".

L'Anci promuoverà attività di informazione e assistenza ad amministrazioni locali e soggetti privati rispetto ai contenuti dell'accordo. "Lo sport è uno strumento potente – dichiara Matteo Biffoni - un passaporto universale per la salute, per il turismo, per l'integrazione. E d'altra parte i Comuni investono molte risorse nel settore, in particolare per valorizzare e migliorare gli impianti sportivi: nessuno meglio dei sindaci sa quanto questo sia fondamentale nella vita di una comunità. Quindi per noi questo accordo è importante, perché ribadisce il nostro impegno a far sì che la pratica sportiva si diffonda sempre di più e venga trattata come ​un ​vero e proprio strumento culturale​, economico e di inclusione sociale​".

Promozione turistica attraverso lo sport, mercoledì 21 firma accordo Regione-Coni-Cip-Anci

FIRENZE - Valorizzare la pratica sportiva anche come risorsa economica del territorio sul versante del turismo.  Punta a questo l'accordo di collaborazione tra Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica, Coni Toscana, Cip Toscana e Anci, che sarà firmato e illustrato domani, mercoledì 21 dicembre, alle ore 17, presso la sede del Comitato regionale del Coni, via Irlanda 5.

All'incontro intervengono, insieme a Salvatore Sanzo, presidente Coni Toscana, Stefania Saccardi, assessore regionale allo sport, Stefano Ciuoffo, assessore regionale al turismo, Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica,  Matteo Biffoni, presidente di Anci Toscana, e Tiziano Faraoni, vicepresidente vicario del CIP Toscana.

Saranno presentate le attività di collaborazione che si instaureranno per favorire la promozione e la diffusione delle iniziative sportive sul territorio regionale che possano, grazie anche alla partecipazione degli sportivi coinvolti, rappresentare occasioni di diffusione della pratica sportiva e strumenti di promozione dell'offerta turistica toscana.

Subito dopo l'incontro, alle ore 17.30, si terrà nella medesima sede il Consiglio Regionale del Coni durante il quale verranno illustrati i numeri del quadriennio olimpico 2013- 2016 realizzati nel contesto elle attività svolte dal Coni Toscana.

“La buona sanità”, quando i giornali parlano bene della salute

FIRENZE - La "malasanità" è uno dei cavalli di battaglia dei giornali. Che, giustamente, fanno il loro lavoro, scavano e mettono in luce gli episodi negativi. Ma i giornali, quando la realtà gliene dà motivo, sanno parlare di sanità anche in termini positivi. Lo dimostra "La buona sanità. La salute, il sociale e lo sport in Toscana raccontati da giornali e cittadini", un volume di quasi 400 pagine, che raccoglie gli articoli pubblicati dai quotidiani toscani e nazionali e le lettere scritte dai cittadini nell'arco di un anno (dal 1° novembre 2015 al 31 ottobre 2016). Il libro, edito dalla Regione Toscana, è stato presentato stamani nella Sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati dall'assessore al diritto alla salute, sociale e sport Stefania Saccardi. Presenti anche i direttori generali delle aziende sanitarie toscane e i consiglieri della commissione sanità del Consiglio regionale.

Il volume "La buona sanità" ha in copertina una vignetta disegnata da Sergio Staino, e le prefazioni del presidente Enrico Rossi e dell'assessore Stefania Saccardi. Il libro, che avrà una distribuzione gratuita, è diviso in quattro sezioni: gli articoli dedicati alla salute, quelli sul sociale, quelli sullo sport, e le lettere dei cittadini. Nella vignetta di Staino, il medico dice al paziente: "Mi spiace ma devo ricoverare", e il paziente: "In Toscana, spero".

"Dall'inizio dell'anno ho già risposto a più di 600 persone che hanno avuto a che fare con il sistema sanitario toscano - scrive il presidente Rossi nella sua prefazione - e molti di essi mi hanno voluto far sapere che si tratta di un sistema che funziona, fatto di persone che si impegnano, con passione e dedizione, nel loro lavoro quotidiano. Sfogliando questa pubblicazione - aggiunge - comprenderete meglio qual è l'idea di fondo che sta alla base di ogni nostra politica sanitaria. Ovvero quella di mantenere un servizio sanitario che, nonostante i tagli e le difficoltà di bilancio, sia di qualità e per tutti".

"Da questa raccolta di articoli - scrive Stefania Saccardi - emerge limpida la realtà della regione in cui viviamo. Una regione di eccellenza, in cui le cure sociosanitarie sono ai vertici delle classifiche non solo italiane ma dell'intero continente. Una regione che ha fatto dell'avanguardia medica e sociale, della professionalità, della sollecitudine appassionata un tratto distintivo". Nella sua prefazione, l'assessore Saccardi dedica un'attenzione e una riconoscenza particolari a quanti lavorano nella sanità toscana: "Ma la cosa più strabiliante che emerge da questa collezione di articoli, è che, unitamente a una grande capacità medica e professionale e a una ricerca all'avanguardia, si affianca una umanità fuori dal comune, una capacità di accoglienza, di attenzione e di prossimità verso chi soffre che è il vero carattere distintivo del servizio sanitario e sociale della nostra regione. I professionisti che lavorano qui non sono insomma soltanto straordinariamente preparati, ma sono soprattutto persone che mettono cuore in quello che fanno. Un vero e proprio dono per noi che viviamo qui".

Nell'occasione della presentazione del libro, l'assessore Saccardi, insieme al presidente dell'Ordine dei medici di Firenze Antonio Panti e al vicepresidente dell'Ordine dei giornalisti della Toscana, Michele Taddei (in rappresentanza del presidente Carlo Bartoli),  ha proposto il premio giornalistico "Raccontare la salute", per il quale nel 2017 la Regione con i due Ordini lavorerà per premiare i migliori articoli e servizi sui temi della sanità su carta stampata, web, radio e tv, che verranno selezionati da un'apposita giuria.

“La buona sanità”, lunedì 12 Rossi e Saccardi presentano il libro della Regione

FIRENZE - Un volume di quasi 400 pagine, che raccoglie gli articoli pubblicati dai quotidiani toscani e nazionali e le lettere scritte dai cittadini nell'arco di un anno (dal 1° novembre 2015 al 31 ottobre 2016). Il libro, che si intitola "La buona sanità. La salute, il sociale e lo sport in Toscana raccontati da giornali e cittadini", e ha in copertina una vignetta disegnata da Sergio Staino, verrà presentato nel corso di una conferenza stampa che si terrà nella Sala stampa di Palazzo Strozzi Sacrati, piazza Duomo 10, Firenze, alle ore 13 di lunedì 12 dicembre. A presentarlo saranno il presidente Enrico Rossi e l'assessore al diritto alla salute, sociale e sport Stefania Saccardi.

Nell'occasione, verrà presentato anche il premio giornalistico "Raccontare la salute", lanciato per il 2017 dalla Regione assieme a Ordine dei giornalisti della Toscana e Ordine dei medici di Firenze. Saranno presenti i presidenti dei due Ordini, Carlo Bartoli e Antonio Panti. I colleghi giornalisti sono invitati a partecipare.