Arno: Comune Firenze vara ‘riqualificazione’ riva sinistra

Arno: Comune Firenze  vara ‘riqualificazione’ riva sinistra

Riqualificare la riva sinistra dell’Arno sul lungarno Ferrucci e garantire le due funzioni sportive di interesse pubblico ‘storicizzate’ nell’area: nuoto e canoa, strettamente connesse con il fiume. È l’obiettivo del progetto preliminare di riqualificazione complessiva elaborato dal Comune di Firenze per la riva sinistra dell’Arno sul lungarno Ferrucci che prevede l’adeguamento e la sostituzione parziale degli immobili oggi esistenti.

Il progetto ‘riva sinistra Arno’ prevede una serie di interventi. Per i locali in uso ai canottieri comunali: l’eliminazione delle superfetazioni a livello strada; la demolizione e parziale ricostruzione della ex sala pizzeria; la demolizione delle scale esterne di collegamento con il livello dell’alveo; la messa in sicurezza idraulica dei locali posti a livello alveo attraverso l’installazione di porte e finestre a tenuta stagna; la ristrutturazione ai fini sportivi dell’intera palazzina, dell’ex centro anziani e dello spogliatoio bambini; il mantenimento e la manutenzione delle gradinate, che già svolgono una funzione di presidio idraulico.

Per i locali in uso alla Rari Nantes Florentia: il mantenimento e la manutenzione della palazzina spogliatoi, della piscina e delle terrazze fondate su pali; la demolizione e ricostruzione del locale centrale termica; la demolizione e ricostruzione dei locali uffici e bar posti sopra il livello terrazza, con la collocazione delle nuove porzioni edificate sulla fascia di proprietà comunale; la demolizione dell’attuale copertura copri-scopri della piscina in struttura metallica con telo sovrastante e sostituzione con copertura telescopica in alluminio e vetro.

È prevista inoltre una modifica dell’opera idraulica di contenimento classificata, nelle zone non interessate dalla presenza di edifici, con ricostruzione di un muro di altezza 1,10 metri e creazione di varchi di accesso con cancello di tenuta a chiusura idraulica. Questa modifica è stata ipotizzata in base al parere rilasciato nel 2015 dal Genio civile.L’intervento arriva dopo le modifiche introdotte nel 2016 (LR 33/2016) alla legge regionale del 2012 in materia (LR 21/2012). L’Amministrazione comunale ha trasmesso il progetto a Regione Toscana, Soprintendenza e Autorità di bacino per l’acquisizione del parere previsto.

In base alle modifiche introdotte dalla legge regionale nel 2016, il divieto assoluto di edificazione in alveo non si applica più per i ‘manufatti sostitutivi o adeguativi di manufatti esistenti nei tratti urbani dei fiumi, finalizzati a garantire funzioni di interesse pubblico storicizzate (ovvero quelle presenti in modo continuativo senza soluzione di continuità da almeno quaranta anni), a condizione che sugli stessi sia assicurata la sicurezza idraulica, la non alterazione del buon regime delle acque e il non aggravio del rischio idraulico’.

L'articolo Arno: Comune Firenze vara ‘riqualificazione’ riva sinistra proviene da www.controradio.it.

Protezione civile, le atlete toscane primeggiano ai campionati di sci di Peio

FIRENZE – Tornano dal Trentino vittoriose e cariche di medaglie. Le 'atlete' toscane, sugli sci ma anche sulla tavola, si sono infatti decisamente fatte valere nel campionato nazionale della Protezione civile  che si è svolto nei giorni scorsi, l'11 e 12 gennaio 2018, a Peio. Seconda nella classifica combinata a punti tra tutte e quattordici le squadre presenti – dietro i padroni di casa di Trento, irrangiungibili e vittoriosi da tre lustri, ma prima della provincia di Bolzano, del Friuli e della Lombardia ad esempio – la Toscana ha conquistato per undici volte il podio nella quattro discipline previste. Un primato, con una sola eccezione, tutto al femminile.

Non è la prima volta che volontari e personale della Protezione Civile, una trentina stavolta, partecipano all'iniziativa. La Toscana è presente fin dall'inizio, da quindici anni a questa parte; e nelle ultime due edizioni si è piazzata terza nella classifica a squadre. Così tanti primi, secondi e terzi posti nelle singole gare non li aveva però mai conquistati. E c'è una foto di questo campionato 2018 che rimarrà negli annali ed assolutamente da incorniciare: quel podio tutto 'toscano' (come toscano è stato anche il quarto posto) dello slalom gigante, la gara più densa di partecipanti, riservata alle atlete fino a quaranta anni. L'ha vinta  Simona Uffredi della Vab di Arcetri di Firenze, che ha completato il percorso in 1'01.95  - il miglior tempo in assoluto, anche tra le over 40 -, argento per Alessia Mugnai Poggesi  della Soup  regionale, la sala operativa della protezione civile toscana, e terza piazza  per Francesca Giannini, della Vab di Quarrata, seguita a ruota da Gena Lupi (Vab di Calenzano). 

Simona Uffredi, atleta evidentemente duttile, ha conquistato l'oro per la sua categoria anche nel fondo e di conseguenza è salita sul podio più alto della combinata. Ha partecipato pure alla gara di snowboard, portando a casa la medaglia d'argento,  ma per onor di cronaca va detto che le partecipanti in questo caso erano solo due. Obiettivo centrato, nell fondo over 40, anche da Gaja Bacciotti (Vab di Arcetri): per lei un oro  - oro anche nella combinata - e un bronzo per Gena Lupi, volontaria nella sezione di Arcetri a Firenze..

E' andata bene anche nello sci alpinismo, disciplina dove con gli sci, muniti di speciali solette e ramponi, si scende ma anche si sale. Di nuovo Gaja Bacciotti nelle over 40 è arrivata seconda (su tre), mentre ancora Simona Uffredi e Leonora Merciai (Vab Arcetri di Firenze), nell'under 40, si sono piazzate rispettivamente seconda e terza su sette atlete in gara.

Tra gli uomini l'unico podio toscano è stato quello nel fondo del carabiniere forestale di Cortona Alessio Antonelli: per lui una medaglia di bronzo nella categoria riservata aglii atleti da 51 a 60 anni.


Per saperne di più:
Tutti i risultati nelle gare dei campionati che si sono svolti a Peio sul sito della provincia autonoma di Trento