Fiorentina: Milc va a Olimpiakos. Vecino a un passo da inter

Fiorentina: Milc va a Olimpiakos. Vecino a un passo da inter

La Fiorentina ha ufficializzato la cessione a titolo definitivo di Hrovje Milic, classe ’89, all’Olimpiakos. L’esterno croato lascia la squadra viola dopo una sola stagione, il suo addio frutterà circa 1,5 milioni di Euro.

In partenza anche Vecino (Inter), Kalinic (Milan) e Tatarusanu (Nantes) mentre tra martedì e mercoledì arriveranno i due acquisti francesi, il mediano Veretout dell’Aston Villa e il
centrocampista offensivo del Nizza Eysseric. Per l’attacco i nomi più gettonati sono quelli di Zapata, Simeone, Nestorovski.
Intanto la Fiorentina ha concluso la preparazione a Moena da cui è rientrata nel pomeriggio. Pioli ha concesso due giorni di riposo fissando la ripresa per mercoledì. Prossima amichevole sabato a Lisbona contro lo Sporting cui seguirà la tournée in Germania dove i viola affronteranno il 1° agosto l’Eintracht e il 6 il Wolfsburg dell’ex Mario Gomez.

Matias Vecino è ad un passo dall’Inter, tanto che il centrocampista potrebbe svolgere le
visite mediche per il club nerazzurro già domani. L’Inter è decisa a versare i 24 milioni di euro della clausola imposta dalla Fiorentina per regalare a Luciano Spalletti il secondo
rinforzo, dopo Borja Valero, a centrocampo. Vecino è il terzo acquisto per l’Inter in questo mercato, dopo il difensore Milan Skriniar e, appunto, Borja Valero.

L'articolo Fiorentina: Milc va a Olimpiakos. Vecino a un passo da inter proviene da www.controradio.it.

Prato Calcio: inchiesta baby calciatori, lascia ad Prato

Prato Calcio: inchiesta baby calciatori, lascia ad Prato

“Ho deciso di lasciare – ha detto ai microfoni del Tg Rai della Toscana – con la certezza di essere una persona onesta e che questo verrà presto fuori”.

Si è dimesso dalla carica di amministratore delegato del Prato calcio Paolo Toccafondi, raggiunto da un provvedimento di interdizione dalla gestione della società nell”ambito dell”inchiesta della procura di Prato sul sistema di false documentazioni per far arrivare in Toscana giovani promesse del calcio africano.Intanto si sono avvalsi della facoltà di non rispondere le persone raggiunte da ordinanze cautelari: il presidente della Sestese, Filippo Giusti, agli arresti domiciliari, e le due persone in carcere, il procuratore sportivo Filippo Pacini e una ivoriana accusata di aver dichiarato il falso sulla maternità di un baby calciatore, per il quale avrebbe falsificato la documentazione con lo scopo di ottenere ricompense in denaro dai dirigenti dalle società calcistiche coinvolte.

L”ad e presidente del Prato Calcio Paolo Toccafondi, lascia la carica per “non penalizzare l”attività” della società in seguito all”inchiesta della procura di Prato in cui è coinvolto sul sistema di false documentazioni per far arrivare in Toscana giovani promesse del calcio africano. Per lui le accuse sono favoreggiamento dell”immigrazione clandestina e frode sportiva. Lo spiega un comunicato della società nella quale si spiega che l”Ac Prato che proseguirà “il proprio percorso sportivo in attesa che si possa chiarire ogni aspetto di detta vicenda, nel rispetto del lavoro della magistratura, auspicando che al più presto questa si concluda positivamente”. “Paolo Toccafondi – continua il comunicato – intende chiarire la propria posizione al fine di ribadire che la Società ha sempre operato nel rispetto delle regole. Il Presidente stesso, peraltro, nel passato recente, si è fatto promotore di iniziative virtuose e volte a rendere maggiormente trasparente il mondo del calcio”

L'articolo Prato Calcio: inchiesta baby calciatori, lascia ad Prato proviene da www.controradio.it.

Fantozzi: la Coppa Cobram fa tappa a Firenze

Fantozzi: la Coppa Cobram fa tappa a Firenze

La mitica Coppa Cobram, momento clou di ‘Fantozzi contro tutti’, va in scena a Firenze: a poche settimane dalla scomparsa del geniale Paolo Villaggio, nel
capoluogo toscano si disputerà, domenica 30 luglio, la prima edizione della “temutissima” gara ciclistica, con il nome di ‘Memorial ragionier Ugo Fantozzi’.

La corsa speciale, con tanto di abbigliamento a tema (ai partecipanti sarà richiesto di presentarsi in abiti originali, imitando i personaggi del film),
si svolgerà in città su un percorso di circa 12 km, cercando di ricalcare il piu’ possibile al tracciato originale ideato da Villaggio per il terzo capitolo della saga del suo piu’ fortunato personaggio. Per esempio, passerà dal piazzale Michelangelo, ribattezzato per l’occasione Cima del diavolo;
tra gli altri riferimenti alla leggendaria pellicola, ci sarà anche la ‘bomba’ (nel film, il mix di droghe che consente a Fantozzi di andare velocissimo vincendo la competizione), e verrà allestita pure la Trattoria al Curvone, con tanto di
ospiti dell’alta ‘aristocrazia borghese’ e la presenza della contessa Serbelloni Vien dal Mare. Al termine della Coppa, per tutti i ciclisti è prevista una cena con immancabile menù citazionista: frittatona di cipolle, spaghetti alla Montecristo,
polpette di Bavaria del dottor Birkenmayer, contorno di piselloni alla mandrillo, pastrocchio di cioccolato e birrone gelato.

A seguire, ovviamente, proiezione del film ‘Fantozzi contro tutti’. L’evento è un’idea dell’associazione Rondinella del Torrino di Firenze con i curatori della pagina facebook Coppa Cobram e Uisp; a presentarlo, oggi a Firenze, l’assessore allo sport Andrea Vannucci. “Un modo divertente e originale per
ricordare e rendere omaggio al grande Paolo Villaggio – ha commentato Vannucci – ed allo stesso tempo divertirsi con una competizione davvero alla portata di tutti in pieno stile fantozziano”.

L'articolo Fantozzi: la Coppa Cobram fa tappa a Firenze proviene da www.controradio.it.