Uiltrasporti denuncia, capotreno aggredita a Prato

Uiltrasporti denuncia, capotreno aggredita a Prato

Una capotreno dipendente di Trenitalia s.p.a. è stata aggredita stamani nella stazione di Prato, sul treno 3034 partito da Firenze SMN. A denunciarlo la Uil trasporti in una nota secondo cui la donna, una ragazza giovane, ha riportato “gravi contusioni”.

Ferito anche il capostazione nel tentativo di fermare uno degli aggressori. “Sempre le stesse le dinamiche: alla richiesta di presentazione del titolo di viaggio da parte del capo treno, due viaggiatori – spiega la Uil nella nota – si sono scagliati contro la lavoratrice con una violenza inaudita. Ci troviamo di fronte a condizioni di lavoro fuori da qualsiasi controllo, che rendono sempre più esposti gli operatori a situazioni di pericolo,
creando angoscia, frustrazione e insicurezza totale ogni volta che inizia il turno di lavoro”.

“Come Uiltrasporti, insieme alle altre organizzazioni sindacali, – si sottolinea ancora nella nota – proprio in un incontro tenutosi venerdì scorso in prefettura, abbiamo ribadito l’insostenibilità di questa grave escalation di violenza che si è venuta a creare sia in ambito ferroviario che in ambiti Tpl su gomma. Metteremo in atto tutte le azioni di protesta necessarie per far capire ad aziende e istituzioni che il diritto alla propria incolumità durante il servizio è un fattore imprescindibile e ineluttabile.

La prima urgente azione da intraprendere, a nostro avviso, deve essere la presenza di più
ferrovieri sui treni e nelle stazioni come mezzo per mitigare il rischio aggressione e per dare ausilio al capo treno in caso di necessità”.

L'articolo Uiltrasporti denuncia, capotreno aggredita a Prato proviene da www.controradio.it.