Imbrattata con vernice rosa sede elettorale Forza Italia

Imbrattata con vernice rosa sede elettorale Forza Italia

Campi Bisenzio, “Stamani a Campi Bisenzio Forza Italia si è svegliata – dice il coordinatore regionale di Forza Italia in Toscana e deputato Stefano Mugnai – con i manifesti elettorali strappati e il punto elettorale per il candidato sindaco Maria Serena Quercioli imbrattato di vernice rossa”.

“Soliti imbecilli, la cui mamma evidentemente è sempre in stato interessante – ha proseguito Mugnai, proprio giovedì sera, insieme ai candidati, ai parlamentari del territorio e alla vicepresidente della Camera, l’onorevole Mara Carfagna eravamo a Campi per una cena riuscitissima, probabilmente la credibilità e l’autorevolezza di Forza Italia disturba qualche facinoroso”.

“La nostra risposta? È collettiva. Ho già parlato con Maria Serena Quercioli, con il coordinatore provinciale di Forza Italia Paolo Giovannini e con il capogruppo nonché capolista degli azzurri Paolo Gandola. Insieme ci siamo detti che di fronte a questa imbecillità c’è solo una risposta possibile: un sorriso grande come una casa, secchio e colla per riattaccare i manifesti, secchio e solventi per ripulire la sede e soprattutto vincere le elezioni. Ed e’ ciò che faremo. Sorridendo…”, ha concluso il coordinatore regionale. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Il commento del sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, sulla sua pagina Facebook: “Il rispetto delle idee altrui è il presupposto fondamentale del dibattito e confronto democratico. Gli atti di vandalismo si condannano sempre e comunque. Solidarietà a Forza Italia di Campi per il brutto gesto a cui è stata sottoposta la loro sede”.

Sono in corso, da parte dei Carabinieri della Compagnia di Signa, tutte le verifiche de caso per risalire agli autori dell’atto vandalico.

L'articolo Imbrattata con vernice rosa sede elettorale Forza Italia proviene da www.controradio.it.

Mugnai (Fi): a Careggi “materiale obsoleto”?

Mugnai (Fi): a Careggi “materiale obsoleto”?

Il capogruppo di Fi in Consiglio regionale Stefano Mugnai ha presentato un’interrogazione alla Giunta della Toscana riguardo l’uso “di materiale ritenuto obsoleto” all’ospedale di Careggi, dopo il caso Il caso di un paziente che, curato per il distacco della retina, ha poi dovuto affrontare una “odissea sanitaria”.

L’odissea sanitaria che il paziente ha dovuto affrontare, lo ha portato infine a rivolgersi all’ospedale Sacro cuore don Calabria di Negrar, in provincia di Verona. Il fatto è al centro di un’interrogazione alla Giunta della Toscana presentata dal capogruppo di Fi in Consiglio regionale Stefano Mugnai, anche vicepresidente della commissione sanità e neo eletto deputato. Secondo quanto spiegato in una nota, il problema occorso al paziente sarebbe legato all’uso “di materiale ritenuto obsoleto” all’ospedale di Careggi.
Mugnai spiega che è stato lo stesso paziente a segnalare ai suoi uffici quando accadutogli. Tutto ha avuto inizio il 30 agosto 2017, con “l’autopresentazione del paziente al pronto soccorso di Careggi per inoltrarsi nel 2018 senza ancora essere giunto a conclusione. Visite, andirivieni in reparto, interventi chirurgici con relative anestesie generali, tutto senza risultato poiché la retina, tamponata con perfluoro di carbonio, torna a distaccarsi dopo la rimozione del materiale”. Il paziente “sceglie a quel punto la via dell’esodo sanitario”: va all’ospedale del Veronese, dove viene operato appena prima di Natale con l’impiego di olio di silicone.
“Il recupero – spiega Mugnai – pare ben avviato. Nel frattempo i medici sono intervenuti anche sull’occhio destro, stressato dall’uso compensativo. L’esito diagnostico finale il paziente lo avrà ad aprile, con l’ultima visita”. Nell’interrogazione Mugnai chiede di conoscere i motivi “per i quali “si sia usato nel primo intervento in Toscana un materiale ritenuto obsoleto (perfluoro di carbonio al posto dell’olio di silicone)” e “quanti interventi simili siano stati fatti nel 2017 a Careggi e quale sia stata la prassi utilizzata e quali materiali utilizzati”.

L'articolo Mugnai (Fi): a Careggi “materiale obsoleto”? proviene da www.controradio.it.

Maltempo: candidati Forza Italia bloccati all’Elba per mare mosso

Maltempo: candidati Forza Italia bloccati all’Elba per mare mosso

Un gruppo di candidati di Forza Italia in Toscana stasera è rimasto bloccato all’isola d’Elba a causa del maltempo, che non consente la partenza dei traghetti e la navigazione in mare sulla tratta Portoferraio-Piombino (Livorno).

“Abbiamo fatto una iniziativa elettorale a Portoferraio nel pomeriggio ma i traghetti, per il mare mosso, non partono e stanotte pernotteremo qui, siamo bloccati sull’isola”, ha spiegato ieri il coordinatore di Fi in Toscana, Stefano Mugnai, che aggiunge: “Questa campagna elettorale è una cosa meravigliosa, sono sicuro che tra un po’ di tempo di questa
piccola disavventura porteremo un bel ricordo…”.
Con Mugnai avevano partecipato all’evento elettorale di Portoferraio anche i candidati azzurri Paolo Barabino, Gianfranco Sangaletti e Claudio De Santi.

L'articolo Maltempo: candidati Forza Italia bloccati all’Elba per mare mosso proviene da www.controradio.it.

Sanità, Mugnai (Fi): “mettere nero su bianco motivi taglio 45 milioni”

Sanità, Mugnai (Fi): “mettere nero su bianco motivi taglio 45 milioni”

Il Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Stefano Mugnai chiede che vengano esplicati in maniera chiara i motivi dei tagli per 45 milioni di euro alla sanità toscana.

Mettere nero su bianco i motivi che hanno portato alla decisione di operare un taglio di 45 milioni al personale del sistema sanitario toscano, “con tanto di specifiche su prossimi pensionamenti e piante organiche”. Lo chiede il capogruppo Fi in Consiglio regionale Stefano Mugnai con una interrogazione.

“Sembrerebbe imminente da parte della Regione – sottolinea Mugnai – una direttiva alle aziende sanitarie e ospedaliere che dovrebbe portare al taglio di circa 45 milioni di euro” della “spesa per il personale, spesa che, secondo la legge sulla spending review del 2011, dovrebbe essere eguagliata alla quota del 2004 meno l’1,4%”. Per Mugnai, “non è il primo taglio subito dalla sanità toscana negli ultimi anni”, e vanno messi in conto anche “i costi degli aumenti contrattuali”, oltre, “i già carenti numeri del personale medico ed infermieristico presenti in tutti gli ospedali toscani”.

L’esponente azzurro chiede di sapere “se la Regione abbia aperto un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali per condividere le priorità di una riorganizzazione che si auspica preliminare e condivisa”, “le motivazioni per le quali sarebbero necessari tagli per circa 45 milioni di euro al personale sanitario toscano” e “a quanto ammonti la spesa del personale sanitario ed amministrativo nel Ssr”.

L'articolo Sanità, Mugnai (Fi): “mettere nero su bianco motivi taglio 45 milioni” proviene da www.controradio.it.