UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE

protesta studenti dopo tentata occupazione

Il gruppo di studenti del Collettivo autonomo ha protestato davanti al rettorato dopo tentativo di occupazione in cui 2 erano stati denunciati. Rettore Dei: “Rispettare le regole.”

Un gruppetto di studenti del Collettivo autonomo universitario ha protestato questa mattina davanti al rettorato dell’università di Firenze, dopo il tentativo di alcuni militanti di occupare uno stabile di proprietà dell’ateneo ieri in via Reginaldo Giuliani. Questa mattina i giovani hanno avuto un breve confronto col rettore Luigi Dei, che è sceso in strada per parlare con loro. Poco dopo il gruppetto si è allontanato.

Agli studenti che protestavano per l’intervento delle forze dell’ordine, ieri, per impedire l’occupazione, Dei ha risposto di “non poter aprire un edificio senza regole” e di “dover rispettare la legge”. Ieri, all’arrivo delle forze dell’ordine, solo due militanti erano riusciti ad entrare nello stabile, mentre gli altri erano rimasti fuori. I due sono stati identificati e denunciati per invasione di terreni ed edifici e danneggiamento, gli altri spintonati e allontanati dalla polizia.

Secondo quanto precisato dall’Università di Firenze, “lo stabile di via Reginaldo Giuliani faceva parte del patrimoni di villa la Quiete alle Montalve, che l’Ateneo ha acquisito nel 1993 e che già allora risultava occupato abusivamente”. Nel corso degli anni “gli occupanti hanno modificato varie parti dell’edificio”. Nel 2013 l’università “è rientrata in possesso dell’immobile e avviato gli accertamenti degli abusi edilizi per poter sanare la struttura”. Sempre secondo quanto precisato dall’Ateneo, “una volta che la progettazione, l’affidamento e l’esecuzione dei lavori saranno conclusi, l’università metterà l’immobile all’asta”.

The post UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE appeared first on Controradio.

UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE

protesta studenti dopo tentata occupazione

Il gruppo di studenti del Collettivo autonomo ha protestato davanti al rettorato dopo tentativo di occupazione in cui 2 erano stati denunciati. Rettore Dei: “Rispettare le regole.”

Un gruppetto di studenti del Collettivo autonomo universitario ha protestato questa mattina davanti al rettorato dell’università di Firenze, dopo il tentativo di alcuni militanti di occupare uno stabile di proprietà dell’ateneo ieri in via Reginaldo Giuliani. Questa mattina i giovani hanno avuto un breve confronto col rettore Luigi Dei, che è sceso in strada per parlare con loro. Poco dopo il gruppetto si è allontanato.

Agli studenti che protestavano per l’intervento delle forze dell’ordine, ieri, per impedire l’occupazione, Dei ha risposto di “non poter aprire un edificio senza regole” e di “dover rispettare la legge”. Ieri, all’arrivo delle forze dell’ordine, solo due militanti erano riusciti ad entrare nello stabile, mentre gli altri erano rimasti fuori. I due sono stati identificati e denunciati per invasione di terreni ed edifici e danneggiamento, gli altri spintonati e allontanati dalla polizia.

Secondo quanto precisato dall’Università di Firenze, “lo stabile di via Reginaldo Giuliani faceva parte del patrimoni di villa la Quiete alle Montalve, che l’Ateneo ha acquisito nel 1993 e che già allora risultava occupato abusivamente”. Nel corso degli anni “gli occupanti hanno modificato varie parti dell’edificio”. Nel 2013 l’università “è rientrata in possesso dell’immobile e avviato gli accertamenti degli abusi edilizi per poter sanare la struttura”. Sempre secondo quanto precisato dall’Ateneo, “una volta che la progettazione, l’affidamento e l’esecuzione dei lavori saranno conclusi, l’università metterà l’immobile all’asta”.

The post UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE appeared first on Controradio.

UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE

protesta studenti dopo tentata occupazione

Il gruppo di studenti del Collettivo autonomo ha protestato davanti al rettorato dopo tentativo di occupazione in cui 2 erano stati denunciati. Rettore Dei: “Rispettare le regole.”

Un gruppetto di studenti del Collettivo autonomo universitario ha protestato questa mattina davanti al rettorato dell’università di Firenze, dopo il tentativo di alcuni militanti di occupare uno stabile di proprietà dell’ateneo ieri in via Reginaldo Giuliani. Questa mattina i giovani hanno avuto un breve confronto col rettore Luigi Dei, che è sceso in strada per parlare con loro. Poco dopo il gruppetto si è allontanato.

Agli studenti che protestavano per l’intervento delle forze dell’ordine, ieri, per impedire l’occupazione, Dei ha risposto di “non poter aprire un edificio senza regole” e di “dover rispettare la legge”. Ieri, all’arrivo delle forze dell’ordine, solo due militanti erano riusciti ad entrare nello stabile, mentre gli altri erano rimasti fuori. I due sono stati identificati e denunciati per invasione di terreni ed edifici e danneggiamento, gli altri spintonati e allontanati dalla polizia.

Secondo quanto precisato dall’Università di Firenze, “lo stabile di via Reginaldo Giuliani faceva parte del patrimoni di villa la Quiete alle Montalve, che l’Ateneo ha acquisito nel 1993 e che già allora risultava occupato abusivamente”. Nel corso degli anni “gli occupanti hanno modificato varie parti dell’edificio”. Nel 2013 l’università “è rientrata in possesso dell’immobile e avviato gli accertamenti degli abusi edilizi per poter sanare la struttura”. Sempre secondo quanto precisato dall’Ateneo, “una volta che la progettazione, l’affidamento e l’esecuzione dei lavori saranno conclusi, l’università metterà l’immobile all’asta”.

The post UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE appeared first on Controradio.

Florence Open Skate al piazzale Michelangelo

Al piazzale Michelangelo gli appassionati di skateboard di tutta Italia per una sfida spettacolare lungo il viale Poggi. È il Florence Open Skate, l’evento organizzato dalla polisportiva fiorentina Fortezza Asd completamente dedicato ai board-sport, che domenica 4 giugno torna a Firenze con la sesta edizione.

L'immagine può contenere: sMS
“Anche quest’anno le rampe del piazzale Michelangelo si trasformeranno per un giorno in una pista spettacolare per tanti appassionati di longboard provenienti da tutta Italia – ha detto l’assessore allo Sport Andrea Vannucci – Un evento che sta ormai diventando un classico in Italia e che a Firenze sta appassionando sempre di più come evento non solo agonistico ma di socialità. Sono sicuro che sarà una bellissima festa di sport all’aria aperta”.
In programma la Slide Jam, gara a chi compie lo slide più lungo e il percorso con i tricks più vari, ma anche spazio dedicato ai principianti e agli specialisti del Dancing. Per informazioni: fortezzacrew@gmail.com.

Giovani e musica: come imparare a suonare uno strumento

Nonostante le tecnologie abbiano invaso le nostre vite, trasformando radicalmente le nostre abitudini di svago durante il tempo libero, esistono alcune passioni “classiche” che non passano mai di moda: da questo punto di vista, la musica rappresenta ancora oggi un hobby davvero diffuso anche presso i giovani delle generazioni più recenti. Il motivo? Al pari di altri mezzi comunicativi, anche uno strumento musicale consente di esprimere le proprie emozioni e di trasmetterle a chi ci ascolta mentre suoniamo. Inoltre, la musica è anche un ottimo esercizio per la mente, per i riflessi e per il cuore. Vediamo dunque come imparare a suonare uno strumento musicale.

Il primo passo per imparare a suonare: lo strumento

Quando ci si trova nella fase di apprendimento iniziale bisogna scegliere la giusta strumentazione, ovvero non bisogna prendere subito strumenti di altissima qualità, poiché tenderemo a rovinarli e in alcuni casi a non saperli utilizzare per quelle che sono le loro qualità e potenzialità. Per questo motivo è sempre una buona idea acquistare strumenti musicali usati, disponibili anche online, in modo da risparmiare e successivamente avere un maggiore budget per l’acquisto di uno strumento di primissima fascia.

Il secondo passo: imparare a leggere lo spartito

Per imparare a suonare uno strumento musicale, dovrete tornare all’ABC e imparare come si legge uno spartito. Si tratta, infatti, di una componente fondamentale per qualsiasi musicista in erba: lo spartito rappresenta il testo dal quale dovrete estrarre il ritmo, le note musicali, persino l’anima di una canzone. Una volta che avrete preso confidenza con la lingua della musica, imparerete a memoria gli accordi e vi risulterà più semplice tradurli dalla teoria alla pratica, proprio come fareste con le parole e le frasi di un idioma straniero.

Il terzo passo: esercitarsi quotidianamente

A meno che non abbiate un talento innato, che vi faccia esplodere dopo pochi allenamenti, la costanza e l’esercizio rappresentano la base necessaria per la vostra crescita: ogni pomeriggio, ogni ora che dedicherete alla pratica con il vostro strumento musicale, sarà un mattone che aggiungerete alla vostra bravura. Inoltre, è bene che sappiate che le nuove tecnologie possono aiutarvi anche durante la pratica: esistono software per accordare lo strumento al meglio, e piattaforme come YouTube ricche di video-tutorial.

Il quarto passo: mettersi alla prova in pubblico

Quando avrete imparato a padroneggiare il vostro strumento musicale, dovrete affrontare la prova del nove: l’esibizione in pubblico. Si tratta di una sfida che vi servirà per vincere le vostre paure e per cominciare ad avere un feedback da parte di chi vi ascolterà: affrontate questo momento senza timori, aperti alle critiche e divertendovi, magari unendovi ad una session di un gruppo di un vostro amico. Vedrete che vi si aprirà un mondo nuovo.