UNIVERSITA’ FIRENZE, PRESIDIO STUDENTI CONTRO TAGLI DSU

Università Presidio studenti contro tagli Dsu

La manifestazione contro tagli diritto allo studio sotto la sede Consiglio della Toscana in seduta: “a causa di un problema tecnico l’agenzia regionale Dsu dovrà tagliare servizi come alloggi e borse di studio.”

Manifestazione di protesta contro i tagli al diritto allo studio sotto la sede del Consiglio regionale della Toscana, che oggi si riunisce in seduta. E’ quanto organizzato dagli ‘Studenti in lotta per il diritto allo studio di Firenze, Siena e Pisa’. “In questo momento la questione più pressante riguarda l’Azienda regionale di diritto allo studio (Dsu) – hanno spiegato i manifestanti – perché c’è un problema tecnico che è nato da una interpretazione sul regime fiscale applicato che ha comportato che l’azienda regionale per il diritto alla studio si trovi a dover gestire 2,8 milioni di costi in più ogni anno”.

Secondo gli studenti “se non viene risolto questo problema tra Agenzia delle entrate e Dsu o se non ci saranno altri finanziamenti porterà solo a un taglio dei servizi, riducendo l’importo e il numero delle borse di studio. Già oggi gli alloggi non sono sufficienti per tutti gli studenti che hanno i requisiti. La mensa è stata da poco aumentata, e non vogliamo che una questione tecnica la paghino gli studenti delle fasce più deboli”.

“Abbiamo già avuto alcuni incontri con l’assessore regionale Barni” che ha la delega in materia, “ma non sono stati risolutivi. A noi non interessa chi abbia ragione ma è necessario che la questione venga risolta e che non siano gli studenti a pagare questa situazione”, hanno concluso.

The post UNIVERSITA’ FIRENZE, PRESIDIO STUDENTI CONTRO TAGLI DSU appeared first on Controradio.

UNIVERSITA’ FIRENZE, PRESIDIO STUDENTI CONTRO TAGLI DSU

Università Presidio studenti contro tagli Dsu

La manifestazione contro tagli diritto allo studio sotto la sede Consiglio della Toscana in seduta: “a causa di un problema tecnico l’agenzia regionale Dsu dovrà tagliare servizi come alloggi e borse di studio.”

Manifestazione di protesta contro i tagli al diritto allo studio sotto la sede del Consiglio regionale della Toscana, che oggi si riunisce in seduta. E’ quanto organizzato dagli ‘Studenti in lotta per il diritto allo studio di Firenze, Siena e Pisa’. “In questo momento la questione più pressante riguarda l’Azienda regionale di diritto allo studio (Dsu) – hanno spiegato i manifestanti – perché c’è un problema tecnico che è nato da una interpretazione sul regime fiscale applicato che ha comportato che l’azienda regionale per il diritto alla studio si trovi a dover gestire 2,8 milioni di costi in più ogni anno”.

Secondo gli studenti “se non viene risolto questo problema tra Agenzia delle entrate e Dsu o se non ci saranno altri finanziamenti porterà solo a un taglio dei servizi, riducendo l’importo e il numero delle borse di studio. Già oggi gli alloggi non sono sufficienti per tutti gli studenti che hanno i requisiti. La mensa è stata da poco aumentata, e non vogliamo che una questione tecnica la paghino gli studenti delle fasce più deboli”.

“Abbiamo già avuto alcuni incontri con l’assessore regionale Barni” che ha la delega in materia, “ma non sono stati risolutivi. A noi non interessa chi abbia ragione ma è necessario che la questione venga risolta e che non siano gli studenti a pagare questa situazione”, hanno concluso.

The post UNIVERSITA’ FIRENZE, PRESIDIO STUDENTI CONTRO TAGLI DSU appeared first on Controradio.

UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE

protesta studenti dopo tentata occupazione

Il gruppo di studenti del Collettivo autonomo ha protestato davanti al rettorato dopo tentativo di occupazione in cui 2 erano stati denunciati. Rettore Dei: “Rispettare le regole.”

Un gruppetto di studenti del Collettivo autonomo universitario ha protestato questa mattina davanti al rettorato dell’università di Firenze, dopo il tentativo di alcuni militanti di occupare uno stabile di proprietà dell’ateneo ieri in via Reginaldo Giuliani. Questa mattina i giovani hanno avuto un breve confronto col rettore Luigi Dei, che è sceso in strada per parlare con loro. Poco dopo il gruppetto si è allontanato.

Agli studenti che protestavano per l’intervento delle forze dell’ordine, ieri, per impedire l’occupazione, Dei ha risposto di “non poter aprire un edificio senza regole” e di “dover rispettare la legge”. Ieri, all’arrivo delle forze dell’ordine, solo due militanti erano riusciti ad entrare nello stabile, mentre gli altri erano rimasti fuori. I due sono stati identificati e denunciati per invasione di terreni ed edifici e danneggiamento, gli altri spintonati e allontanati dalla polizia.

Secondo quanto precisato dall’Università di Firenze, “lo stabile di via Reginaldo Giuliani faceva parte del patrimoni di villa la Quiete alle Montalve, che l’Ateneo ha acquisito nel 1993 e che già allora risultava occupato abusivamente”. Nel corso degli anni “gli occupanti hanno modificato varie parti dell’edificio”. Nel 2013 l’università “è rientrata in possesso dell’immobile e avviato gli accertamenti degli abusi edilizi per poter sanare la struttura”. Sempre secondo quanto precisato dall’Ateneo, “una volta che la progettazione, l’affidamento e l’esecuzione dei lavori saranno conclusi, l’università metterà l’immobile all’asta”.

The post UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE appeared first on Controradio.

UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE

protesta studenti dopo tentata occupazione

Il gruppo di studenti del Collettivo autonomo ha protestato davanti al rettorato dopo tentativo di occupazione in cui 2 erano stati denunciati. Rettore Dei: “Rispettare le regole.”

Un gruppetto di studenti del Collettivo autonomo universitario ha protestato questa mattina davanti al rettorato dell’università di Firenze, dopo il tentativo di alcuni militanti di occupare uno stabile di proprietà dell’ateneo ieri in via Reginaldo Giuliani. Questa mattina i giovani hanno avuto un breve confronto col rettore Luigi Dei, che è sceso in strada per parlare con loro. Poco dopo il gruppetto si è allontanato.

Agli studenti che protestavano per l’intervento delle forze dell’ordine, ieri, per impedire l’occupazione, Dei ha risposto di “non poter aprire un edificio senza regole” e di “dover rispettare la legge”. Ieri, all’arrivo delle forze dell’ordine, solo due militanti erano riusciti ad entrare nello stabile, mentre gli altri erano rimasti fuori. I due sono stati identificati e denunciati per invasione di terreni ed edifici e danneggiamento, gli altri spintonati e allontanati dalla polizia.

Secondo quanto precisato dall’Università di Firenze, “lo stabile di via Reginaldo Giuliani faceva parte del patrimoni di villa la Quiete alle Montalve, che l’Ateneo ha acquisito nel 1993 e che già allora risultava occupato abusivamente”. Nel corso degli anni “gli occupanti hanno modificato varie parti dell’edificio”. Nel 2013 l’università “è rientrata in possesso dell’immobile e avviato gli accertamenti degli abusi edilizi per poter sanare la struttura”. Sempre secondo quanto precisato dall’Ateneo, “una volta che la progettazione, l’affidamento e l’esecuzione dei lavori saranno conclusi, l’università metterà l’immobile all’asta”.

The post UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE appeared first on Controradio.

UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE

protesta studenti dopo tentata occupazione

Il gruppo di studenti del Collettivo autonomo ha protestato davanti al rettorato dopo tentativo di occupazione in cui 2 erano stati denunciati. Rettore Dei: “Rispettare le regole.”

Un gruppetto di studenti del Collettivo autonomo universitario ha protestato questa mattina davanti al rettorato dell’università di Firenze, dopo il tentativo di alcuni militanti di occupare uno stabile di proprietà dell’ateneo ieri in via Reginaldo Giuliani. Questa mattina i giovani hanno avuto un breve confronto col rettore Luigi Dei, che è sceso in strada per parlare con loro. Poco dopo il gruppetto si è allontanato.

Agli studenti che protestavano per l’intervento delle forze dell’ordine, ieri, per impedire l’occupazione, Dei ha risposto di “non poter aprire un edificio senza regole” e di “dover rispettare la legge”. Ieri, all’arrivo delle forze dell’ordine, solo due militanti erano riusciti ad entrare nello stabile, mentre gli altri erano rimasti fuori. I due sono stati identificati e denunciati per invasione di terreni ed edifici e danneggiamento, gli altri spintonati e allontanati dalla polizia.

Secondo quanto precisato dall’Università di Firenze, “lo stabile di via Reginaldo Giuliani faceva parte del patrimoni di villa la Quiete alle Montalve, che l’Ateneo ha acquisito nel 1993 e che già allora risultava occupato abusivamente”. Nel corso degli anni “gli occupanti hanno modificato varie parti dell’edificio”. Nel 2013 l’università “è rientrata in possesso dell’immobile e avviato gli accertamenti degli abusi edilizi per poter sanare la struttura”. Sempre secondo quanto precisato dall’Ateneo, “una volta che la progettazione, l’affidamento e l’esecuzione dei lavori saranno conclusi, l’università metterà l’immobile all’asta”.

The post UNIVERSITA’ DI FIRENZE, PROTESTA STUDENTI DOPO TENTATA OCCUPAZIONE appeared first on Controradio.