Giovanni Michelucci e le sue architetture fiorentine e toscane

Martedì 22 ottobre alle ore 18,00 a Villa La Pietra sede della New York University  la Professoressa Claudia Conforti propone la lettura  “Giovanni Michelucci e le sue architetture fiorentine e toscane”.
Due tra le architetture italiane più significative del XX secolo si trovano a Firenze e sono opera dello stesso progettista: Giovanni Michelucci (Pistoia 2 gennaio 1891- Firenze 31 dicembre 1990). Si tratta  della Stazione di Santa Maria Novella (1933-‘35) e della Chiesadi San Giovanni Battista (1961-‘64), conosciuta come Chiesa dell’Autostrada. Sono due edifici profondamente diversi: il primo si trova immerso nella città antica, tra la goticheggiante basilica domenicana di Santa Maria Novella e la cinquecentesca fortezza da Basso, ed è funzionalmente vincolato alla ferrovia. La chiesa invece sorge lungo l’autostrada del Sole, isolata in un luogo rurale, dove svolge il ruolo di segnale territoriale, destinato alla percezione veloce degli automobilisti. Esse sono nate in tempi diversi: la stazione fu un fiore all’occhiello del Fascismo; la chiesa lo fu della giovane repubblica democratica. Ruoli diversi: la stazione deve smistare le folle di visitatori verso i binari e verso la città; la chiesa deve accogliere nel silenzio i devoti in una pausa spirituale del viaggio. Eppure i due edifici, così diversi all’apparenza, sono uniti da un’identicaconcezione dello spazio fluente e corale, guidato dal dinamismo dei percorsi; da un’identicaindifferenza stilistica motivata dal primato della materialità espressiva dello spazio. Caratteri che segnano tutta l’architettura del controverso Maestro toscano.
Claudia Conforti insegna Storia dell’Architettura presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Roma “Tor Vergata”. E ‘autore di vari studi sulla Toscana del XVI secolo, l’architettura romanica e l’architettura contemporanea .

Al Palagio di Parte Guelfa il benvenuto agli studenti Erasmus

Giovedì 17 ottobre alle ore 17,00 la Sala Brunelleschi del Palagio di Parte Guelfa ospiterà la conferenza inaugurale del Welcome Day organizzato da ESN Florentia. L’associazione no profit è una delle sezioni del network internazionale Erasmus Student Network, la principale realtà paneuropea che si occupa di migliorare le condizioni dei programmi di mobilità europea oltre ad accogliere e aiutare gli studenti outgoing provenienti dai paese europei aderenti al progetto Erasmus. Sarà proprio il noto progetto di mobilità, reduce dai festeggiamenti dello scorso anno per i suoi venticinque anni, ad essere protagonista della conferenza idealmente intitolata “Mobilità universitaria alle porte del 2014”. Saranno infatti dibattute le linee guida future di Erasmus Plus il nuovo progetto dell’Unione Europea destinato all’educazione, la formazione, i giovani e lo sport, che riunirà in un unico modulo tutti i precedenti e diversi programmi di mobilità.
L’incontro sarà inoltre l’occasione per gli studenti Erasmus stranieri di conoscere meglio la realtà fiorentina, entrando subito in contatto con i soci volontari di ESN Florentia iniziando così ad ambientarsi in un contesto molto differente da quello di origine. Il Welcome Day, infatti, rientra all’interno di un progetto nazionale di ESN Italia, che mira all’interno di una giornata dall’impronta istituzionale e accademica, ad aiutare nei primi passi da percorrere gli studenti incoming ospiti delle varie città italiane nelle quali sono presenti le sezioni ESN.
Interverranno per l’occasione la dr.ssa Amelia Vetrone Presidente di ESN Florentia, la dr.ssa Michela Bucci dell’Agenzia Nazionale LLP Italia, la dr.ssa Serena Barilaro di Europe Direct. Concluderanno Giuliarosa D’Amico Rappresentante Nazionale di ESN Italia e Stefan Janke Presidente di ESN International.
La conferenza segnerà anche l’inizio del Council of National Representatives di ESN International, evento del network internazionale che si svolge quattro volte l’anno e che prevede una serie di riunioni con i Rappresentanti Nazionali dei diversi paesi in cui è presente ESN. Presente all’evento anche l’intero board di ESN International, che ha sede a Bruxelles, che insieme ai diversi delegati discuteranno le linee guida relative ai molteplici progetti del network per il prossimo anno.

L’ Università di Firenze e l’ open access

Mercoledì 23 ottobre, in occasione della Quinta edizione della Settimana internazionale dell’open access, l’Università di Firenze organizza l’incontro “Il quadro legislativo italiano e la politica dell’open access all’Università di Firenze” alla Sala Strozzi, in via La Pira, dalle ore 10 alle 12.30.

 

Il movimento open access nasce nel mondo accademico alla fine degli anni Novanta del secolo scorso con lo scopo di favorire la comunicazione e la disseminazione della conoscenza nell’era di internet, nella consapevolezza che essa progredisce con la condivisione del sapere.

Molte università di ogni parte del mondo hanno aperto repository istituzionali, cioè una collezione digitale che raccoglie e valorizza la produzione scientifica dei propri studiosi. I vantaggi per gli autori che depositano i loro contributi sono molteplici, in primis una rapida e ampia diffusione dei risultati della propria ricerca: rapida perché essa non dovrà aspettare i tempi di pubblicazione tipici della stampa; ampia perché il contributo sarà accessibile in un ambiente digitale, diffuso a livello internazionale, con un conseguente aumento della sua visibilità e del suo grado d’impatto; più infatti un articolo è liberamente scaricabile, più facilmente potrà essere letto e quindi potrà essere più citato.

 

”The Lustful Poets in Dante’s Commedia” alla Kent State University Firenze

Lunedì 14 ottobre è in programma la lecture “The Lustful Poets in Dante’s Commedia” alla Kent State University Firenze, in vicolo dei Cerchi, alle ore 18.00.
Il Prof. Alessandro Vettori parlerà dei poeti lussuriosi nella Divina Commedia per la serie autunnale di lecture della sede fiorentina dell’università americana. Alessandro Vettori è Presidente del Dipartimento di Italiano presso la Rutgers, l’Università statale del New Jersey, dove insegna Letteratura italiana e comparata. I suoi principali interessi di ricerca sono la ri-scrittura della scrittura nella tradizione occidentale, l’interconnessione tra letteratura e religione e lo sviluppo del concetto di amore nella letteratura europea. Ha pubblicato un libro sui poeti francescani del XIII secolo (Fordham University Press, 2004), una monografia su Giuseppe Berto, La passione della Scrittura (Marsilio Editore, 2013), ha curato tre raccolte di saggi, e ha scritto articoli su Dante, Boccaccio, Francesco d’Assisi, Iacopone da Todi, Diego Fabbri e Luigi Pirandello. Attualmente sta ultimando un libro sulla retorica della preghiera nella Divina Commedia.

Ingresso libero.

Firenze cum laude, il saluto alle matricole

Martedì 22 ottobre in Palazzo Vecchio Firenze cum laude, l’iniziativa organizzata dall’Università, in collaborazione con il Comune di Firenze, per dare il benvenuto alle matricole in Palazzo Vecchio e offrire loro informazioni utili per la vita universitaria.

Nel Salone dei Cinquecento, alle ore 10,30, il rettore Alberto Tesi e il sindaco Matteo Renzi saluteranno gli studenti che stanno iniziando il loro percorso di studio. Seguirà la lezione di Riccardo Bruscagli sul tema: “Per chi l’Università”. Nel corso dell’incontro si terranno delle “incursioni teatrali”a cura delle Attività culturali e spettacolari di Ateneo (ingresso su prenotazione, scrivendo a orientamento@adm.unifi.it).

Inoltre, al piano terra di Palazzo Vecchio, nella Sala d’Arme, durante il corso della giornata (ore 10 – 14), le matricole potranno informarsi sui servizi più utili alla vita universitaria, rivolgendosi ai punti allestiti dalle Scuole, dai servizi di ateneo (Centro Linguistico di Ateneo, Sistema Bibliotecario, Servizi informatici, Orientamento al lavoro e Job Placement, Erasmus, Museo di Storia Naturale, University Store, Coro Universitario, Ufficio Relazioni con il Pubblico) e da altri enti (Informagiovani del Comune di Firenze, DSU-Azienda per il Diritto allo Studio, ATAF-Azienda Trasporti Firenze e CUS-Centro Universitario Sportivo).