Lega Toscana, Cassazione: ok a sequestro fondi

Lega Toscana, Cassazione: ok a sequestro fondi

Il sequestro di 16 mila euro trovati nelle casse ‘toscane’ da parte della Gdf  è legittimo perchè c’è continuità patrimoniale tra la Lega federale e le sue diramazioni territoriali

C’è continuità patrimoniale tra la Lega federale e le sue diramazioni territoriali, come la Lega Toscana, per cui il sequestro di 16 mila euro trovati nelle casse ‘toscane’ da parte della Gdf – nell’ambito della ricerca dei 49 milioni da confiscare al Carroccio dopo le condanne di Umberto Bossi e Francesco Belsito per la maxitruffa sui rimborsi elettorali – è legittimo.

Lo ha deciso la Cassazione confermando quanto stabilito il 17 luglio dal tribunale del Riesame di Genova dopo il rinvio della stessa Suprema Corte.

“Questa sentenza è incredibile e continueremo con i ricorsi. Si tratta del sequestro che già ci avevano fatto e che è stato semplicemente confermato. Abbiamo già concordato il rientro con la procura di Genova e quindi onoreremo gli impegni ma continueremo anche con i ricorsi”. Così la coordinatrice della Lega Toscana Susanna Ceccardi in merito alla sentenza della Cassazione che ha confermato il sequestro di 16mila euro al Carroccio toscano, nell’ambito dei 49 milioni da confiscare al partito dopo le condanne di Umberto Bossi e Francesco Belsito per la “maxitruffa sui rimborsi elettorali”.

L'articolo Lega Toscana, Cassazione: ok a sequestro fondi proviene da www.controradio.it.

Uccide ladro: Ceccardi (Lega), se necessario pronti aiutarlo

Uccide ladro: Ceccardi (Lega), se necessario pronti aiutarlo

Molte sono le reazioni dei vari esponenti della politica italiana sull’omicidio di stamani che ha coinvolto il titolare di una ditta e un ladro. Salvini: “Solidarietà a commerciante toscano derubato 38 volte”

Molte sono le reazioni dei vari esponenti della politica italiana sull’omicidio di stamani che ha coinvolto il titolare di una ditta e un ladro.

“Dopo 38 furti nella sua azienda, un uomo esasperato e costretto a dormire dentro il capannone, non poteva agire diversamente. La nuova legge sulla legittima difesa lo avrebbe probabilmente salvato dalle indagini di eccesso colposo di legittima difesa. Siamo vicini a quest’uomo, e se necessario, gli daremo supporto per attraversare questa difficile vicenda. La difesa è sempre legittima!#legittimadifesa”. Lo scrive su fb Susanna Ceccardi, sindaco di Cascina e commissaria della Lega in Toscana.

“Dopo il Decreto Sicurezza, arriverà in Parlamento la nuova legge sulla Legittima Difesa. Io sto con chi si difende, entrare con la violenza in casa o nel negozio altrui, di giorno o di notte, legittima l’aggredito a difendere se stesso e la sua famiglia. La mia solidarietà al commerciante toscano, derubato 38 volte in pochi mesi: conti su di noi!”. Afferma il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Ha espresso il suo parere su Twitter anche il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni:”A Monte San Savino, Fredy Pacini, gommista 57enne, dopo aver subito 38 furti, spara e uccide ladro introdottosi nella sua azienda. Ora indagato per eccesso di legittima difesa. Io sto con Fredy: la difesa è sempre legittima!”.

Anche il senatore della Lega Andrea Ostellari, presidente della commissione Giustizia del Senato ha voluto lasciare una dichiarazione:”Esprimo la mia solidarietà al gommista di Arezzo che, dopo aver subito numerosi furti, è stato costretto a difendersi dall’ennesima aggressione da parte di una banda di ladri. La riforma della legittima difesa, fortemente voluta dalla Lega e da Matteo Salvini, mette al centro le vittime di reato, le tutela dalle assurde richieste di risarcimento e, senza impedire che le necessarie indagini vengano svolte per accertare la dinamica dei fatti, le protegge da lunghi e costosi processi. Non appena sarà approvata, già a gennaio, potrà essere applicata anche a questo caso”.

“La vicenda del titolare di una rivendita di gomme di Arezzo è emblematica del dramma che vivono tanti commercianti italiani: i furti si susseguono a decine, portando all’esasperazione e a una sensazione di solitudine nel doversi difendere. Le nostre attività sono diventate ormai il bancomat di criminali di ogni genere”. Lo afferma il deputato di Forza Italia Luca Squeri. “Non è immaginabile – prosegue – che a questo calvario se ne aggiunga anche un altro di tipo processuale. Chi si difende da un attacco in casa o nella propria attività ha il diritto di farlo senza incorrere in un processo. Ecco perché in vista del passaggio alla Camera della riforma sulla legittima difesa, serve un impegno per approvare un provvedimento previsto dal programma di centrodestra e sempre più urgente”.

“Ad Arezzo ennesima vicenda paradossale: un gommista indagato per eccesso di legittima difesa dopo aver sparato ad un ladro, e soprattutto dopo aver subito 38 furti in pochissimo tempo. E’ inammissibile che i cittadini debbano tutelarsi due volte, prima da un malintenzionato e poi da inchieste giudiziarie. La difesa sempre legittima è un principio di civiltà cui non possiamo rinunciare”. Lo afferma la deputata di Fratelli d’Italia Ylenia Lucaselli.

“Un uomo che in pochi mesi subisce 38 furti è una persona che sicuramente non si sente tutelata dallo Stato. A lui va tutta la nostra solidarietà e la promessa che questo Governo non lo lascerà solo”. Così la senatrice della Lega, e assessore comunale ad Arezzo, Tiziana Nisini.
“La nostra battaglia a favore della legittima difesa – commenta Nisini – finalmente sta prendendo corpo. Dopo il Decreto Salvini infatti arriverà in Parlamento la nuova legge sulla legittima difesa che mi auguro venga approvata in tempi rapidi. Chi difende la propria famiglia, la propria azienda e se stesso non può essere accusato mai di eccesso di legittima difesa”. “Non appena rientrerò da Roma – conclude la senatrice – mi adopererò per incontrare Fredy Pacini per esprimere dal vivo la nostra vicinanza e assicurargli che saremo al suo fianco, e che conti su di noi. Con la nuova legge sulla legittima difesa probabilmente non avrebbe dovuto nemmeno subire le indagini di eccesso colposo di difesa”.

“A Monte San Savino, come in altre zone della Valdichiana, i furti sono all’ordine del giorno e la gente non ce la fa più. Servono maggiori controlli e videosorveglianza. Il compito di accertare i fatti spetta alle forze dell’ordine e alla magistratura, di certo noi non lasceremo solo Fredy Pacini”. Lo afferma il consigliere regionale della Lega Marco Casucci.
“Siamo rammaricati per la morte di un giovane – sottolinea Casucci in una nota – che però, ricordiamo, era entrato in una proprietà privata ‘armato’ di un piccone”. Per il commissario comunale della Lega Cortona-Valdichiana Luca Conti, “dopo decine di raid subiti, Fredy Pacini aveva deciso di trasferire la sua camera nell’officina tanto che era finito anche su programmi televisivi nazionali. Stava difendendo il lavoro di una vita contro continue scorrerie notturne”.

L'articolo Uccide ladro: Ceccardi (Lega), se necessario pronti aiutarlo proviene da www.controradio.it.

Toscana, Lega: nominati referenti elettorali Firenze e Prato

Toscana, Lega: nominati referenti elettorali Firenze e Prato

La coordinatrice della Lega Toscana Susanna Ceccardi ha nominato il senatore Manuel Vescovi e Andrea Recaldin referenti elettorali per le province di Firenze e Prato in vista della tornata elettorale prevista nel 2019.

“Il loro compito – spiega Ceccardi coordinatrice della Lega – sarà quello di affiancare le segreterie provinciali di Firenze e Prato, guidate rispettivamente da Alessandro Scipioni e Patrizia Ovattoni, al fine di coadiuvare le sezioni locali sul piano dell’organizzazione interna e di supportare i segretari provinciali nei negoziati con gli alleati per l’individuazione dei candidati sindaco e sulla formazione delle liste in tutti i comuni dove si andrà al voto”.

“Nella consapevolezza che siamo chiamati al massimo sforzo per spodestare il Pd dalle province di Firenze e Prato, e in particolare nei due capoluoghi – conclude Ceccardi -, con la nomina dei due referenti, che agiranno in stretta e continua sinergia con la sottoscritta, andiamo a rafforzare ulteriormente la presenza e la coesione del partito a tutti i livelli”.

L'articolo Toscana, Lega: nominati referenti elettorali Firenze e Prato proviene da www.controradio.it.

Aeroporto Firenze; Ceccardi, sì sviluppo ma rifare masterplan

Aeroporto Firenze; Ceccardi, sì sviluppo ma rifare masterplan

“Il masterplan dell’aeroporto di Firenze è da rifare. Noi abbiamo sempre detto che vogliamo lo sviluppo di Peretola e vogliamo mettere in sicurezza la pista, ma quel masterplan secondo noi potrebbe essere rivisto”. Lo ha detto Susanna Ceccardi, commissaria della Lega in Toscana, a margine dell’assemblea degli eletti toscani della Lega, oggi a Firenze, all’Hotel Michelangelo.

Rispondendo al sindaco di Firenze Dario Nardella, secondo cui “con la Lega si torna al Medioevo”, Ceccardi ha affermato “che con la Lega non si torna al Medioevo perché proponiamo uno sviluppo per la Toscana, uno sviluppo sostenibile”.
Sull’aeroporto di Firenze “rifacciamolo bene”. Ceccardi ha sottolineato che “Pisa non è in competizione con Firenze, non può esserlo” e che “non vogliamo favorire Bologna”.
In riferimento al Pd, Ceccardi ha attaccato, dicendo che “hanno dimenticato infrastrutture fondamentali per la Toscana, i consiglieri regionali del Pd hanno detto che volevano incentivare i collegamenti ferroviari Pisa-Firenze, ma dove è finito quel progetto? Intanto partiamo da quello”.

L'articolo Aeroporto Firenze; Ceccardi, sì sviluppo ma rifare masterplan proviene da www.controradio.it.

Incendio Pisano, Nardini (Pd) a Ceccardi (Lega) “A cosa serve il tuo ruolo?”

Incendio Pisano, Nardini (Pd) a Ceccardi (Lega) “A cosa serve il tuo ruolo?”

E’ quanto scrive il consigliere regionale pisano Alessandra Nardini (Pd) al sindaco di Cascina (Pisa), coordinatrice della Lega toscana e consigliere di Salvini, Susanna Ceccardi, alla notizia del mancato riconoscimento da parte del Governo dello stato d’emergenza per l’incendio del Monte Pisano.

“A cosa serve il tuo ruolo politico? A cosa serve che tu sia nello staff di Salvini se non sai tutelare i pisani nemmeno in una simile tragedia?”. Dice Nardini.

“Forse la sindaca di Cascina è troppo impegnata a posizionare i suoi fedelissimi nei giochi interni alla Lega – afferma ancora Nardini -, piuttosto che a garantire un futuro al nostro territorio. Ne prendiamo atto e vi faremo sentire forte la voce dei cittadini che avete appena insultato”.

Riguardo la mancata attivazione dello stato d’emergenza “dopo che avevamo presentato in Consiglio Regionale una mozione, già approvata dal Comune di Calci, che ne chiedeva l’attivazione”.

Nardini si rivolge infine al Governo: “Forse la Regione e i comuni coinvolti non hanno il colore politico giusto per avere l’aiuto dello Stato? Salvini, vieni qui a fare una delle tue foto sorridenti”.

L'articolo Incendio Pisano, Nardini (Pd) a Ceccardi (Lega) “A cosa serve il tuo ruolo?” proviene da www.controradio.it.