Tav Firenze, Nardella: “Governo non pensi solo a Piemonte”

Tav Firenze, Nardella: “Governo non pensi solo a Piemonte”

Dario Nardella, sindaco di Firenze, ha detto riguardo alla Tav fiorentina che “è uno scandalo vedere un cantiere abbandonato per il quale sono già stati spesi 700 milioni, tonnellate di cemento armato, operai mandati a casa, aziende in fallimento con il Governo silente”.

Il Governo sta “decidendo della Tav del Piemonte, che spero si faccia” ma pensi “anche a Firenze invece di trascurarla e abbandonarla a se stessa. Questo non ce lo meritiamo e non permetteremo che avvenga”. Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, intervenendo oggi a margine di un evento.

“E’ uno scandalo vedere un cantiere abbandonato – ha aggiunto Nardella – per il quale sono già stati spesi 700 milioni, tonnellate di cemento armato, operai mandati a casa, aziende in fallimento con il Governo silente, che non dice niente. Noi abbiamo un’emergenza a Firenze, che è quella di finire certe opere che sono state lasciate a metà sulle quali il governo non ha avuto il coraggio di dare una parola definitiva e positiva”. Nardella già questa mattina, nel corso della trasmissione ‘L’aria che tira’ su La7, era tornato sull’argomento parlando con Marco Ponti, autore dello studio costi-benefici sulla Tav con cui ha avuto un botta e risposta. Ponti ha affermato che “le grandi opere pubbliche e il cemento hanno un moltiplicatore occupazionale bassissimo rispetto ad altri tipi di spesa pubblica”, “il cemento è un gelato al veleno”. Nardella ha replicato: “Io faccio il sindaco – ha detto -. Lo venga a dire agli operai che vanno a casa, con le lacrime agli occhi, del moltiplicatore occupazionale. C’è gente che perde il lavoro”, e si parla “del moltiplicatore occupazionale”.

L'articolo Tav Firenze, Nardella: “Governo non pensi solo a Piemonte” proviene da www.controradio.it.

Rossi: bene Zingaretti apertamente a favore Tav

Rossi: bene Zingaretti apertamente a favore Tav

“A proposito di sviluppo ecosostenibile, ha fatto bene Zingaretti a schierarsi apertamente a favore della Tav”: gli “scriverò per chiedergli un impegno serio” anche sulle opere che sono “temi decisivi per il futuro della Toscana”.

Così su Fb il governatore della Toscana Enrico Rossi. In merito alla Tav, Rossi spiega che “spostare su ferro il traffico delle auto e dei camion significa inquinare di meno, significa, nel caso della Tav, completare un corridoio europeo di commerci e di relazioni, significa fare investimenti che creano occupazione e accrescono la produttività”.
“Anche in Toscana – aggiunge poi – abbiamo troppe opere pubbliche bloccate a causa dell’inerzia, della confusione e delle divisioni del governo giallobruno della Lega e del M5stelle. Sono opere di adeguamento, messa in sicurezza, modernizzazione senza le quali la Regione resta tagliata fuori dai flussi economici e di relazioni in Italia e nel mondo. L’elenco è lungo: Tirrenica, terze corsie autostradali, sottoattraversamento ferroviario di Firenze, aeroporti e porti della Toscana. Inoltre, l’attivazione di questi interventi, già finanziati, creerebbe migliaia di posti di lavoro, ancor più necessari in questo periodo di recessione”.

L'articolo Rossi: bene Zingaretti apertamente a favore Tav proviene da www.controradio.it.

Rossi: bene Zingaretti apertamente a favore Tav

Rossi: bene Zingaretti apertamente a favore Tav

“A proposito di sviluppo ecosostenibile, ha fatto bene Zingaretti a schierarsi apertamente a favore della Tav”: gli “scriverò per chiedergli un impegno serio” anche sulle opere che sono “temi decisivi per il futuro della Toscana”.

Così su Fb il governatore della Toscana Enrico Rossi. In merito alla Tav, Rossi spiega che “spostare su ferro il traffico delle auto e dei camion significa inquinare di meno, significa, nel caso della Tav, completare un corridoio europeo di commerci e di relazioni, significa fare investimenti che creano occupazione e accrescono la produttività”.
“Anche in Toscana – aggiunge poi – abbiamo troppe opere pubbliche bloccate a causa dell’inerzia, della confusione e delle divisioni del governo giallobruno della Lega e del M5stelle. Sono opere di adeguamento, messa in sicurezza, modernizzazione senza le quali la Regione resta tagliata fuori dai flussi economici e di relazioni in Italia e nel mondo. L’elenco è lungo: Tirrenica, terze corsie autostradali, sottoattraversamento ferroviario di Firenze, aeroporti e porti della Toscana. Inoltre, l’attivazione di questi interventi, già finanziati, creerebbe migliaia di posti di lavoro, ancor più necessari in questo periodo di recessione”.

L'articolo Rossi: bene Zingaretti apertamente a favore Tav proviene da www.controradio.it.

Toccafondi-Nencini: opere pubbliche vanno fatte presto e bene

Toccafondi-Nencini: opere pubbliche vanno fatte presto e bene

Il deputato Gabriele Toccafondi e il senatore Riccardo Nencini si sono espressi sul tema scottante delle infrastrutture nell’area fiorentina: tav, tramvia, terza corsia A1. Tutte opere che “sono necessarie e vanno fatte senza più indugi o ritardi, presto e bene”.

“Le opere pubbliche sono necessarie e vanno fatte senza più indugi o ritardi, presto e bene”. E’ questa la posizione del deputato Gabriele Toccafondi e del senatore Riccardo Nencini, espressa durante una conferenza stampa convocata insieme al consigliere della Città Metropolitana, Marco Semplici.

“Si deve creare un asse – ha detto Toccafondi – tra tutte quelle persone che a Firenze pur non provenendo da un percorso di sinistra, del Pd o altro, pensano che occorre andare avanti, occorre fare le riforme e le infrastrutture per questa città, sicuramente non fermarsi o tornare indietro”.

Riguardo al sistema tramviario di Firenze, i due parlamentari hanno detto che “occorre trovare le risorse necessarie per completarlo, far partire i lavori, realizzare e portare a termine l’intero progetto collegando con la tramvia anche il centro e la parte sud est del territorio”.

Il deputato e il senatore hanno parlato anche del nodo dell’Alta velocità fiorentina. “Firenze – hanno detto – non può fare a meno di questo strumento di collegamento veloce”, e “questa incertezza produce tra i suoi effetti negativi quello di non permettere alla stazione di Santa Maria Novella di avere altri spazi per far fermare nuovi treni ad Alta velocità e consentire ulteriori collegamenti”.

E’ inoltre necessario per Nencini e Toccafondi completare la terza corsia della A1 che deve “essere funzionale e rappresentare di fatto la ‘circonvallazione’ dell’area fiorentina con la terza corsia da Incisa a Barberino”. E sull’aeroporto hanno spiegato che “dei 150 milioni assegnati all’aeroporto di Peretola, 50 sono stati prorogati da norme legislative fino a tutto il 2019, gli altri 100 milioni non sono nella disponibilità del Mit, ma sono nel bilancio di Enac”.

L'articolo Toccafondi-Nencini: opere pubbliche vanno fatte presto e bene proviene da www.controradio.it.

Firenze, Tav, Nardella: “Analisi costi benefici è già stata fatta”

Firenze, Tav, Nardella: “Analisi costi benefici è già stata fatta”

Non c’è bisogno” di un’analisi ‘costi benefici’ per completare la Tav di Firenze “perché è già stata fatta, ora bisogna finire le opere”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella a margine delle celebrazioni a Palazzo Vecchio per le nozze d’oro di 1200 coppie.

Nardella ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano un commento dopo che ieri il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha sottolineato che “non c’è da fare nessun calcolo costi benefici”. “In Italia le opere pubbliche vanno finite – ha ribadito Nardella -. Dobbiamo smetterla con questo vizio che quando arriva un politico nuovo al governo per principio deve rimettere in discussione tutte le cose fatte dal politico che c’era prima di lui, perché così non si faranno ponti, strade, autostrade, terze corsie, stazioni, ferrovie”.

“Abbiamo dimostrato con la tramvia – ha continuato – che le cose si possono fare in questo Paese nonostante la burocrazia, le difficoltà economiche, i comitati per il ‘no’ e dunque si può fare anche il sottoattraversamento per dare un apporto ulteriore sia al traffico cittadino e metropolitano, sia a tutti i pendolari toscani”, ha concluso il primo cittadino di Firenze.

L'articolo Firenze, Tav, Nardella: “Analisi costi benefici è già stata fatta” proviene da www.controradio.it.