Estate Fiorentina cresce ancora, prossimo anno 1mln di euro di stanziamento

Estate Fiorentina cresce ancora, prossimo anno 1mln di euro di stanziamento

Presentato il bilancio degli eventi; Sacchi confermato curatore e bando entro dicembre.

L’Estate Fiorentina cresce ancora: il prossimo anno il Comune destinerà un milione di euro alla grande kermesse estiva, continuando quindi il trend degli ultimi anni che ha visto 450 mila euro di risorse stanziate per il 2015, 670 mila per il 2016 e 767 mila per il 2017. Inoltre il bando uscirà per la prima volta con larghissimo anticipo, entro il prossimo dicembre, così da dare respiro e programmazione alle varie associazioni culturali che vi partecipano.

Le novità sono state annunciate dal sindaco e assessore alla cultura Dario Nardella e dal curatore Tommaso Sacchi nella conferenza stampa di chiusura dell’Estate. Un’Estate, è stato ricordato, lunga ben sei mesi, che ha diffuso oltre 1000 eventi da maggio ad ottobre con 7 progetti speciali, 10 spazi estati e 119 associazioni coinvolte, per un totale di circa un milione di presenze.

“Nella nostra Estate – ha sottolineato il sindaco – abbiamo avuto eventi a 360 gradi, dalla danza all’arte, dal teatro alle performing arts, dal cinema alla musica dal vivo. La cultura per noi non è un optional ma il primo passo da compiere, sempre. Soprattutto nelle periferie, che abbiamo voluto al centro della kermesse estiva come mai prima d’ora, così da non lasciare spazio al degrado e alla solitudine. Ma abbiamo anche rivolto un’attenzione particolare ai giovani e agli spazi un tempo dimenticati, riportando eventi per esempio lungo le rive dell’Arno o in piazzette finora sconosciute, come quella dei Tre Re. Ringrazio tutte le associazioni che hanno contribuito a fare del nostro festival estivo il più lungo d’Italia – ha aggiunto Nardella – e tutti i fiorentini che hanno partecipato in massa ai nostri eventi”.

Il sindaco ha annunciato che Tommaso Sacchi sarà curatore dell’Estate anche il prossimo anno. “Anche nel 2018 – ha anticipato Sacchi – punteremo molta della nostra attenzione sulle periferie. Declinare l’Estate in periferia non significa rinunciare agli eventi in centro bensì lavorare in luoghi altrettanto belli e carichi di vita dove c’è più bisogno di investire in cultura e portare occasioni di socialità, per non lasciarli in balia dell’incuria”.

Tutti gli eventi estivi e il lavoro delle associazioni sono stati raccolti per la prima volta in un almanacco che racconta in dettaglio i mesi della lunga maratona estiva.

L'articolo Estate Fiorentina cresce ancora, prossimo anno 1mln di euro di stanziamento proviene da www.controradio.it.

Germano, Rava e Bergonzoni tra gli artisti di ‘Genius Loci’ in Santa Croce

Germano, Rava e Bergonzoni tra gli artisti di ‘Genius Loci’ in Santa Croce

‘Genius Loci’: dal tramonto del 6 ottobre all’alba del 7 ottobre, da martedì 26 settembre alle ore 16.30 prenotazioni su www.eventbrite.it 

15 artisti internazionali tra musicisti, attori e scrittori si esibiranno per un evento esclusivo alla scoperta del complesso monumentale della Basilica di Santa Croce.

Genius Loci è un’iniziativa organizzata dall’associazione Controradio Club e Controradio con il contributo del Comune di Firenze, di Opera di Santa Croce e Città Metropolitana, nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2017.

In vari luoghi del complesso monumentale, presso il Cenacolo, la Cappella Pazzi e il Chiostro del Brunelleschi, in tre set, denominati con altrettanti momenti della giornata (Tramonto, ore 18.30Notte, ore 21.30Alba, ore 6.00) si svolgeranno in contemporanea vari spettacoli, tra produzioni per il festival e prime toscane.

 

 

 

 

In apertura lo scrittore Roberto Cotroneo indagherà il rapporto tra visitatori e opere d’arte, mentre Alessandro Bergonzoni, uno de i più grandi autori, scrittori e attori di teatro italiano contemporaneo, si esibirà in talk show sul tema della bellezza. Il cantante John De Leo, figura chiave della musica italiana contemporanea, e oggi solista votato a sperimentare le infinite possibilità di una voce, incontrerà il pianista Fabrizio Puglisi in una delle formazioni più sorprendenti e non classificabili. 

Dimitri Grechi Espinosa interpreterà “Angel’s blows”, riflessione per solo sassofono sullo spirito e sul divino, uno studio sugli echi naturali e la dilatazione del tempo tratto dal suo album registrato nel Battistero di Pisa; Birthh, la 20enne toscana Alice Bisi, incanterà con il suo “Born in the Woods”, gioiello di rara luminosità sulle sonorità di un “dream pop” profondo, mentre gli attori Gaia Nanni e Gianluigi Tosto, accompagnati dalle sonorizzazioni dal vivo di Alessandro Biagi e Fulvio Renzi, guideranno il pubblico presente in “Letture itineranti in costume”: dalle favole di Andersen ai racconti di Stendhal, sarà un percorso attraverso i luoghi di Santa Croce insieme alle parole e alle emozioni di grandi scrittori che nei secoli hanno visitato la basilica, gustandone lo splendore e scoprendone il lato spirituale (in collaborazione con associazione culturale La Nottola di Minerva).

Nel secondo set, si esibiranno il trombettista Enrico Rava, artista dal suono personalissimo, da 50 anni ai vertici della musica internazionale, per la prima volta in duetto con la pianista giapponese Makiko Hirabayashi; l’attore Elio Germano e il compositore Theo Teardo, che porteranno in scena “Viaggio al termine della notte” di Louis Ferdinand Céline in una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi, tra combinazione di archi, chitarra e live electronics. In quel suono, Teardo creerà un ambiente nel quale la voce di Germano potrà suggerire nuove prospettive sugli orrori della guerra mondiale, che travolgono le relazioni tra gli uomini. Il violoncellista olandese Ernst Reijseger (compositore tra l’altro di varie colonne sonore, tra cui quelle di Werner Herzog), si esibirà tra jazz, improvvisazioni e world music, mentre Gaia Nanni e Gianluigi Tosto realizzeranno un secondo percorso con letture itineranti. 

L’evento si chiuderà all’alba con il duo composto dal malese Baba Sissoko, discendente di una grande e rispettata famiglia di cantastorie Griot, e Antonello Salis, uno dei migliori pianisti e fisarmonicisti europei, in un concerto in cui il jazz si fonderà con la musica della grande madre Africa. 

Ha detto Cristina Giachi, vicesindaca del Comune di Firenze, oggi in conferenza stampa: “Genius Loci è un’iniziativa per i fiorentini, per permettere loro di conoscere e riconoscere un luogo che ha fatto la storia della città, che ultimamente è diventato un luogo per turisti”.

Così Giuseppe De Micheli, direttore dell’Opera di Santa Croce: “È una scommessa che facciamo per restituire il complesso di Santa Croce alla città: il percorso che si apre il 6 ottobre non si conclude all’alba del 7, ma comincia da lì per riportare i fiorentini nei luoghi che sono stati creati per loro”.

“Questo è uno dei progetti speciali dell’Estate Fiorentina e sintetizza lo spirito di questi 6 mesi di programmazione culturale, unendo diverse forme d’arte, diversi linguaggi e soprattutto lo spirito che ha contraddistinto questa Estate, segnata dalla riconquista delle piazze e degli spazi cittadini da parte dei cittadini. Abbiamo trovato grande entusiasmo negli artisti chiamati ad esibirsi in questo contesto. Genius Loci è un regalo per loro, ma è prima di tutto un regalo di Firenze alla città”, aggiunge Tommaso Sacchi, curatore artistico dell’Estate Fiorentina.

 

 

 

 

Spiegano gli organizzatori: “Il nome dell’evento, Genius Loci, prende ispirazione dalla geografia umana, che descrive i luoghi come ambienti emotivamente vissuti con ricordi, sentimenti e suggestioni. Lo studio delle geografie private si avvale di strumenti quali la letteratura, la musica, le arti visive e attraverso queste espressioni artistiche un luogo si carica di una moltitudine di significati e simboli che contribuiscono a definirne lo spirito, il carattere, l’anima, in sostanza la sua identità. L’obiettivo è quello di rendere partecipi i cittadini di Firenze e chiunque vorrà venire dell’immensa bellezza e della grande storia che Santa Croce da secoli custodisce e farne un palcoscenico privilegiato per eventi di sapore contemporaneo. Un’esperienza che sarà vissuta in prima persona dagli spettatori presenti alle iniziative, una fruizione consapevole che supererà la percezione puramente estetica del luogo”. 

Il percorso in Santa Croce sarà anticipato da un ciclo di speciali giornalistici (radiofonici e video), realizzati da Controradio, alla scoperta della storia e dei segreti racchiusi all’interno del complesso, raccontati da storici dell’arte ed esperti.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito su prenotazione obbligatoria, da ritirare online sul sito www.eventbrite.it a partire dal 26 settembre. Nell’ottica di far fruire le diverse iniziative ad un pubblico numericamente superiore a quello fisicamente presente (limitato per motivi di sicurezza), è prevista la messa in onda di dirette radiofoniche, Facebook e streaming, curate dallo staff di Controradio.

Per ulteriori informazioni www.controradio.it

L'articolo Germano, Rava e Bergonzoni tra gli artisti di ‘Genius Loci’ in Santa Croce proviene da www.controradio.it.

Picnic alle Cascine per sostenere Istituto degli Innocenti

Picnic alle Cascine per sostenere Istituto degli Innocenti

Picnic di solidarietà sabato 23 settembre nel parco delle Cascine a Firenze, per sostenere le attività dell’Istituto degli Innocenti.

In programma visite guidate, giochi e laboratori per i più piccoli, oltre a musica e
concerti, tra i quali anche quello di Beppe Dati e della sua band. Per partecipare a Cascinic (questo il nome dell’iniziativa) occorrerà acquistare il cestino al costo di 10
euro: il ricavato servirà a sostenere la storica fondazione fiorentina dedicata all’assistenza dei bambini. Main sponsor dell’evento di sabato sono Unicredit e Conad.

Alla presentazione di Cascinic, oggi in Palazzo Vecchio, hanno preso parte il sindaco di Firenze Dario Nardella, l’ad Conad del Tirreno Ugo Baldi, Giovanni Palumbo, direttore generale dell’ Istituto Innocenti.

L'articolo Picnic alle Cascine per sostenere Istituto degli Innocenti proviene da www.controradio.it.

Fringe Festival: una settimana all’insegna del Jazz a Firenze

Fringe Festival: una settimana all’insegna del Jazz a Firenze

Intervista a Tommaso Sacchi. Dal 13 al 17 settembre il Firenze Jazz Fringe Festival, alla sua prima edizione, porterà in città il meglio della musica jazz nazionale e internazionale.

Per cinque giorni lil capoluogo toscano  si apre a contaminazioni, a nuovi linguaggi e a sperimentazioni artistiche  offrendosi come palcoscenico a 200 artisti, con  52 performance e 21 luoghi per riscoprire l’originalità della musica grazie anche a nuove produzioni e progetti speciali con artisti di fama internazionale.

Sarà anche l’occasione per scoprire angoli e luoghi storici della città, una sorta di suggestivo percorso  che prenderà vita nelle piazze, nelle vie, nelle torri, nei locali e nelle sale concerti di tutto l’Oltrarno.

Cuore del festival sarà piazza Santo Spirito ma per cinque giorni consecutivi si succederanno eventi a ingresso libero anche alla Torre San Niccolò, al Torrino Santa Rosa, fino alla spiaggia sull’Arno dove saranno allestite le Night Towers, 3 torri alte 8 metri poste a 21 metri di distanza fra loro, in grado di accogliere gli elementi di una stessa band in una speciale formazione (questo tipo di allestimento rivoluziona il classico assetto del palco frontale permettendo al pubblico di usufruire di un suono avvolgente).

Gli artisti ospiti rappresentano l’eccellenza del jazz contemporaneo: trio Bobo, Elio e le Storie Tese, Alessio Menconi, Gianluca Petrella, Giovanni Falzone, I Feel Good Productions e tanti altri big del settore.

Dall’incontro tra danza e musica prenderanno forma ulteriori progetti: la coreografia site specific per il cortile del Museo della Specola di Simona Bucci; il sodalizio tra il ballerino catalano Alonso Guillem e il trio del pianista fiorentino Alessandro Galati; il tributo al pianista Luca Flores da parte di due dei sui partner storici, Alessandro Di Puccio e Alessandro Fabbri.

L’inaugurazione sarà il 13 nella suggestiva Torre di San Niccolò con la danza verticale della compagnia CafeLulè accompagnata dal piano solista di Bojan Zulfikarpasic.

Info e programma su www.fjff.it

Raffaele Palumbo ha intervistato Tommaso Sacchi curatore dell’Estate Fiorentina

L'articolo Fringe Festival: una settimana all’insegna del Jazz a Firenze proviene da www.controradio.it.

LA MUSICA DEL ‘CONTEMPOARTENSEMBLE’ RISCOPRE QUARTIERI E LUOGHI INASPETTATI

musicisti Contepoartensemble Concerti in periferia 

Dal 1 al 7 Luglio ‘Contempoartensemble’ porta la musica nei quartieri: luoghi inattesi diventano la cornice ideale per ascoltare della buona musica, con musicisti giovani e talentuosi. Ingresso libero.

“Il progetto ‘Concerti in periferia’ di ‘Contempoartensemble’  andrà in scena in luoghi che non aspettano altro che essere rivitalizzati, vissuti e scoperti sia da chi vive nelle zone di appartenenza, sia da chi ha voglia di scoprire un’altra Firenze. Una peculiarità di questa edizione dell’ Estate Fiorentina: scoprire luoghi meno noti e centrali della città attraverso produzioni artistiche in grado di valorizzare i tanti siti culturali e angoli monumentali disseminati tra i quartieri – commenta Tommaso Sacchi, curatore dell’Estate Fiorentina -. I concerti di  musica prevalentemente di composizione novecentesca diventano così il contesto ideale in cui conoscere un parco, un sito culturale, un chiostro meno noti. La presenza di diversi giovani interpreti provenienti da più parti del Paese fa della rassegna un vero e proprio punto di riferimento su scala nazionale per appassionati che l’Estate Fiorentina è orgogliosa di accogliere”.

Il programma inizia Sabato 1 luglio nel Chiostro di Villa Voghel  che vedrà in scena “A(Pure)Flower”: i solisti Romanazzi, voce, Fossi, pianoforte, Ceccanti, violino, Rosadini, viola, e Ceccanti al violoncello  reinterepretano Cage, Pärt , Feldman, Kancheli. La serata prende le mosse dal rapporto di Cage con l’arte figurativa, in particolare l’arte astratta, e la sua evoluzione verso una visione spirituale del fare artistico. I brani presentati spaziano dal lavoro sull’astrazione di Cage che, secondo i dettami della filosofia zen, organizza la materia musicale secondo le leggi del caso, all’opera di Arvo Pärt che punta all’essenzialità di una musica minimale, venata di misticismo e a quella di Morton Feldman nella quale la quasi totale assenza di movimento è capace di far percepire le micro riverberazioni in essa.

Mercoledì 5 luglio alle 21,15 presso la Sala Consiliare di Villa Arrivabene si esibirà il Trio Vox: Irene Novi, pianoforte, Clarice Curradi, violino, Augusto Gasbarri, violoncello con musiche di Franz Schubert, Arvo Pärt , Maurice Ravel. Il Trio Vox nasce dall’incontro di tre giovanissimi musicisti le cui strade si sono intrecciate alla Scuola di Musica di Fiesole. Tutti e tre i componenti vantano un fitto e variegato bagaglio di esperienze musicali quali l’Accademia Gustav Mahler di Bolzano, l’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e contano al loro attivo numerosi concerti in qualità di solisti e in musica da camera in diversi organici strumentali nell’ambito di festival di rilievo in Italia e all’estero. I prossimi impegni del Trio prevedono la partecipazione a diversi festival importanti quali il 42^ Cantiere internazionale di Montepulciano, Il Festival dei Due Mondi di Spoleto, I concerti alla sede della Regione Toscana al Palazzo Strozzi Sacrati e infine alla Fondazione Walton di Ischia della cui borsa di studio per musica da camera il trio Vox quest’anno è vincitore.

 Venerdì 7 luglio presso il Gasometro dell’Anconella si ballerà sulle note della Tango Suite’ Contempoartensemble in Trio’ con Arcadio Baracchi flauto, Vittorio Ceccanti violoncello, Ivano Battiston fisarmonica sulle musiche di Astor Piazzolla. Piazzolla si lega indissolubilmente a una delle maggior espressioni artistiche e culturali del mondo argentino: il tango. Scrisse una quantità sterminata di brani musicali che s’ispirano ai ritmi sensuali e alle melodie struggenti di una danza di grande forza emotiva. In questo omaggio al tango di Piazzolla sono eseguiti i più famosi brani del compositore argentino fra i quali  spicca uno dei suoi più celebri pezzi, “Libertango”.  Fortemente connotato sul piano ritmico, malinconico nella sua linea melodica così espressiva e coinvolgente, “Libertango” sembra racchiudere lo spirito di un intero popolo, continuamente sospeso tra ribellione e rassegnazione.

Il progetto è realizzato con il contributo di Comune di Firenze, Regione Toscana , Fondazione CR Firenze, in collaborazione con i Quartieri 2 e 4 di Firenze.

The post LA MUSICA DEL ‘CONTEMPOARTENSEMBLE’ RISCOPRE QUARTIERI E LUOGHI INASPETTATI appeared first on Controradio.