Alluvione Livorno: Nogarin respinge dimissioni suo portavoce

Alluvione Livorno: Nogarin respinge dimissioni suo portavoce

Nogarin: “Io avvisato alle ore 6.46, no negligenze”.

Il sindaco di Livorno Filippo Nogarin respinge “con decisione” le dimissioni del suo portavoce Tommaso Tafi. “In questi giorni difficili per la città e per i livornesi – afferma il primo cittadino in una nota -, l’intera macchina amministrativa ha lavorato sotto pressione come mai prima d’ora e un errore può capitare a chiunque. Tafi, che oggi ha compiuto un gesto nobile, dimostrando il massimo rispetto per Livorno e per la tragedia che sta vivendo, ha sempre dimostrato professionalità e affidabilità e gode della mia piena fiducia”.
“Sono stato avvertito del disastro per la prima volta dal mio capo di gabinetto, Massimiliano Lami, alle ore 6.46”. Ha precisato in una nota Nogarin, rispetto alla ricostruzione effettuata dalla Protezione civile del Comune in merito all’attività svolta nella notte tra sabato e domenica scorsi durante il nubifragio che ha devastato Livorno.
Nella stessa nota Nogarin spiega che la Protezione civile comunale gode “della mia più completa fiducia”: come dimostra “il report completo pubblicato oggi sul sito del Comune di
Livorno, ha saputo reagire prontamente di fronte a un evento eccezionale e dalla portata distruttrice, che non era possibile prevedere e nemmeno arginare. Io credo che, alla luce del repentino cambio di condizioni meteo rispetto alle previsioni, sia stato fatto tutto ciò che era umanamente possibile per ridurre l’impatto sulla città. Ci sono state negligenze da parte di qualcuno? No. Qualcosa poteva essere fatto diversamente? Forse sì. Sarebbe cambiato qualcosa? Nessuno può dirlo”.

L'articolo Alluvione Livorno: Nogarin respinge dimissioni suo portavoce proviene da www.controradio.it.