3 punti alla Viola: Torino-Fiorentina, 1-2

3 punti alla Viola: Torino-Fiorentina, 1-2

Torino, la Fiorentina di Pioli torna con 3 punti dalla trasferta di Torino contro i granata di Mazzarri.

La Fiorentina, contro il Torino alla prima trasferta dopo la scomparsa di Astori, era andata in vantaggio al 14′ del secondo tempo: Veretout ruba il pallone a centrocampo e trova la strada libera verso la porta e non fallisce.

Il pareggio dei granata al 41′ grazie a una punizione di Ljajic che serve il taglio di Belotti che al volo supera Sportiello.

La vittoria arriva grazie a un rigore per fallo di mano di Ansaldi, in un primo momento non rilevato dall’arbitro Gavillucci ma poi concesso grazie alla Var.

Dagli 11 metri Thereau non fallisce e con un tiro preciso sotto la traversa porta i viola alla vittoria. Nel primo tempo Veretout si era fatto parare un primo penalty, anche in questo caso concesso grazie alla Var che, invece, pochi minuti prima ne aveva annullato un altro assegnato dall’arbitro sempre ai viola.

Alla fine una vittoria meritata e cercata anche se il gioco degli uomini di Pioli non è stato brillante.

L'articolo 3 punti alla Viola: Torino-Fiorentina, 1-2 proviene da www.controradio.it.

TORINO: VENTURA, QUANTO SUCCESSO E’ FIGLIO DEL MOMENTO

torinoCoverciano (Fi) – “Quello che è successo è drammatico nel suo insieme perché era una serata di festa, ma è una situazione figlia anche del momento, della psicosi che c’è, basta un niente e un petardo diventa bomba, una bomba diventa attentato e si trasforma in un disastro, è un momento particolare di tutto il mondo. A Londra è successo quello che è successo, siamo vicini ai parenti dei feriti e del bambino in fin di vita”. Lo ha detto il ct dell’Italia, Gian Piero Ventura, dal ritiro di Coverciano, su quanto avvenuto a Torino durante al finale di Champions tra Juventus e Real Madrid con circa 1500 persone ferite tra cui alcune gravi in seguito all’esplosione di petardi.

C’era anche il consigliere comunale di Viareggio di Forza Italia, Rodolfo Salemi, ieri sera a Torino tra i tifosi che in piazza San Carlo stavano guardando sul maxischermo la finale di Champions League tra la Juventus e il Real Madrid che su fb racconta quanto accaduto. “Per la prima volta nella mia vita ho avuto paura – scrive Salemi -. Stavo andando via a testa bassa, deluso dal terzo goal subito e con la voglia di tornare verso l’hotel e, forse solo questo, mi ha salvato dal farmi male. Ero in cima al gruppo quando all’improvviso abbiamo sentito un boato e il pavimento tremare, era il rumore di centomila persone che stavano correndo a tutta velocità verso di noi. Un”immagine impressionante. Il pensiero in un istante ti va a Nizza, Parigi, Berlino ed inizi a correre anche tu, più forte che puoi. Fortunatamente né io, né i miei amici ci siamo fatti male, ma non è stato così per tutti. Quando ci siamo fermati abbiamo visto bambini a terra, persone ferite, sangue sulle maglie di uomini che piangevano, borse e scarpe abbandonate, ambulanze ovunque. Il calcio è passato in secondo piano”.

 

 

The post TORINO: VENTURA, QUANTO SUCCESSO E’ FIGLIO DEL MOMENTO appeared first on Controradio.

TORINO: VENTURA, QUANTO SUCCESSO E’ FIGLIO DEL MOMENTO

torinoCoverciano (Fi) – “Quello che è successo è drammatico nel suo insieme perché era una serata di festa, ma è una situazione figlia anche del momento, della psicosi che c’è, basta un niente e un petardo diventa bomba, una bomba diventa attentato e si trasforma in un disastro, è un momento particolare di tutto il mondo. A Londra è successo quello che è successo, siamo vicini ai parenti dei feriti e del bambino in fin di vita”. Lo ha detto il ct dell’Italia, Gian Piero Ventura, dal ritiro di Coverciano, su quanto avvenuto a Torino durante al finale di Champions tra Juventus e Real Madrid con circa 1500 persone ferite tra cui alcune gravi in seguito all’esplosione di petardi.

C’era anche il consigliere comunale di Viareggio di Forza Italia, Rodolfo Salemi, ieri sera a Torino tra i tifosi che in piazza San Carlo stavano guardando sul maxischermo la finale di Champions League tra la Juventus e il Real Madrid che su fb racconta quanto accaduto. “Per la prima volta nella mia vita ho avuto paura – scrive Salemi -. Stavo andando via a testa bassa, deluso dal terzo goal subito e con la voglia di tornare verso l’hotel e, forse solo questo, mi ha salvato dal farmi male. Ero in cima al gruppo quando all’improvviso abbiamo sentito un boato e il pavimento tremare, era il rumore di centomila persone che stavano correndo a tutta velocità verso di noi. Un”immagine impressionante. Il pensiero in un istante ti va a Nizza, Parigi, Berlino ed inizi a correre anche tu, più forte che puoi. Fortunatamente né io, né i miei amici ci siamo fatti male, ma non è stato così per tutti. Quando ci siamo fermati abbiamo visto bambini a terra, persone ferite, sangue sulle maglie di uomini che piangevano, borse e scarpe abbandonate, ambulanze ovunque. Il calcio è passato in secondo piano”.

 

 

The post TORINO: VENTURA, QUANTO SUCCESSO E’ FIGLIO DEL MOMENTO appeared first on Controradio.

TORINO: VENTURA, QUANTO SUCCESSO E’ FIGLIO DEL MOMENTO

torinoCoverciano (Fi) – “Quello che è successo è drammatico nel suo insieme perché era una serata di festa, ma è una situazione figlia anche del momento, della psicosi che c’è, basta un niente e un petardo diventa bomba, una bomba diventa attentato e si trasforma in un disastro, è un momento particolare di tutto il mondo. A Londra è successo quello che è successo, siamo vicini ai parenti dei feriti e del bambino in fin di vita”. Lo ha detto il ct dell’Italia, Gian Piero Ventura, dal ritiro di Coverciano, su quanto avvenuto a Torino durante al finale di Champions tra Juventus e Real Madrid con circa 1500 persone ferite tra cui alcune gravi in seguito all’esplosione di petardi.

C’era anche il consigliere comunale di Viareggio di Forza Italia, Rodolfo Salemi, ieri sera a Torino tra i tifosi che in piazza San Carlo stavano guardando sul maxischermo la finale di Champions League tra la Juventus e il Real Madrid che su fb racconta quanto accaduto. “Per la prima volta nella mia vita ho avuto paura – scrive Salemi -. Stavo andando via a testa bassa, deluso dal terzo goal subito e con la voglia di tornare verso l’hotel e, forse solo questo, mi ha salvato dal farmi male. Ero in cima al gruppo quando all’improvviso abbiamo sentito un boato e il pavimento tremare, era il rumore di centomila persone che stavano correndo a tutta velocità verso di noi. Un”immagine impressionante. Il pensiero in un istante ti va a Nizza, Parigi, Berlino ed inizi a correre anche tu, più forte che puoi. Fortunatamente né io, né i miei amici ci siamo fatti male, ma non è stato così per tutti. Quando ci siamo fermati abbiamo visto bambini a terra, persone ferite, sangue sulle maglie di uomini che piangevano, borse e scarpe abbandonate, ambulanze ovunque. Il calcio è passato in secondo piano”.

 

 

The post TORINO: VENTURA, QUANTO SUCCESSO E’ FIGLIO DEL MOMENTO appeared first on Controradio.

TORINO: OLTRE UN MIGLIAIO DI FERITI, ANNULLATA DOMENICA ECOLOGICA

faf847197b3fa8fef50618928cd4d002E’ salito ad oltre un migliaio il bilancio dei feriti nell’ondata di panico verificatasi ieri sera in piazza San Carlo a Torino dove oltre 30mila tifosi stavano assistendo alla finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid.

I più gravi restano un bambino di poco più di sette anni ricoverato in rianimazione al Regina Margherita per lo schiacciamento toracico e cranico e una donna ricoverata in rianimazione alle Molinette. Le loro condizioni secondo le ultime informazioni sono stabili. Gli altri feriti sono per lo più codici gialli e verdi. LaPressNegli ospedali Molinette, Cto e Mauriziano per far fronte al massiccio arrivo dei feriti è scattato il piano di maxiemergenza che ha funzionato alla perfezione. Intanto in mattinata si terrà un vertice in prefettura tra le forze dell’ordine a cui parteciperà anche la sindaca di Torino, Chiara Appendino tornata nella notte da Cardiff. La prima cittadina più tardi si recherà in visita ai feriti in ospedale.

Poiché molti nella fuga hanno perso effetti personali, il prefetto ha poi fatto sapere che oggi la polizia municipale riordinerà il materiale ritrovato, documenti, zaini, cellulari e da lunedì sarà predisposto un ufficio a Palazzo Civico dove gli interessati potranno rivolgersi. Per tutta la notte anche le caserme dei carabinieri sono rimaste aperte per fornire assistenza e informazioni anche ai numerosi turisti, italiani e stranieri, presenti in piazza per assistere alla manifestazione sportiva.

Due sciacalli sono stati denunciati dalle forze dell’ordine perché sorpresi a rovistare tra scarpe e zaini, borse e portafogli che si trovavano nei diversi punti di raccolta allestiti in piazza San Carlo dove venivano portati gli effetti personali persi dalle persone in fuga e recuperati un po’ ovunque nella piazza e nelle vie intorno.

The post TORINO: OLTRE UN MIGLIAIO DI FERITI, ANNULLATA DOMENICA ECOLOGICA appeared first on Controradio.