Riapre al pubblico la Torre di San Niccolò

Riapre al pubblico la Torre di San Niccolò

Dal 24 giugno, in occasione della festa di San Giovanni Battista, patrono di Firenze, riapre al pubblico la Torre di San Niccolò, una proposta nata nel 2011 dopo un attento lavoro di restauro e di valorizzazione e riproposta ogni estate per permettere, a fiorentini e non, di scoprire la storia della città, del suo sistema difensivo e per godere di un panorama mozzafiato su Firenze.

San Niccolò sarà visitabile tutti i giorni fino al 30 settembre dalle 17 alle 20 (e dal primo settembre dalle 16 alle 19; ultimo accesso mezz’ora prima della chiusura): l’accesso include la visita guidata, che dai piedi della torre consente di raggiungere la cima seguendo un vero e proprio viaggio nel tempo e arrivando a godere di un incredibile vista sulla città. Un’ascesa che quest’anno, per la prima volta, consentirà di ammirare dall’alto il grande lavoro di restauro e recupero delle Rampe del Poggi.

torre san niccolò

La riapertura della Torre sarà poi seguita, a partire da luglio, da un ricco programma di visite alle altre torri, porte e fortezze cittadine, in un percorso di valorizzazione dell’antico sistema difensivo. Non più soltanto un piccolo circuito di monumenti e architetture, ma sempre più un vero e proprio “museo diffuso” della storia e dell’architettura della città, un racconto unitario della cerchia muraria di Firenze e del suo sviluppo nel corso dei secoli, andando a comporre un disegno articolato e ambizioso di fruizione sistemica del centro storico, Patrimonio Mondiale UNESCO.

TORRE DI SAN NICCOLO’: Tutti i giorni dal 24 giugno al 30 settembre.
Visite ogni 30 minuti, tutti i giorni dalle 17 alle 19.30.

Durante il mese di settembre visite dalle 16 alle 18.30.

Il costo della visita è di 6 euro a persona, il pagamento dovrà essere effettuato in contanti sul luogo della visita.

La prenotazione è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni:

Tel. 055/2768224 – 055/2768558

Mail info@muse.comune.fi.it

www.musefirenze.it

Attenzione:

L’ingresso è consentito ai visitatori dagli 8 anni in su. L’ingresso è gratuito per minori di 18 anni, guide turistiche e interpreti, membri ICOM, ICOMOS e ICCROM.

In caso di pioggia il servizio di visita è annullato.

Speciale 2×1 soci Unicoop

Nelle seguenti date i possessori della carta-socio Unicoop Firenze potranno acquistare due biglietti al posto di uno.

Domenica 30 giugno h17/20 – domenica 28 luglio h17/20 – domenica 25 agosto h17/20 – domenica 23 settembre h16/19

L'articolo Riapre al pubblico la Torre di San Niccolò proviene da www.controradio.it.

Firenze dei Bambini: aeroplanini di carta con poesie dalla Torre di San Niccolò

Firenze dei Bambini: aeroplanini di carta con poesie dalla Torre di San Niccolò
Questa mattina, alla Torre di San Niccolò, per l’esordio del festival Firenze dei Bambini, è andata in scena una gara di aeroplanini di carta: la prima iniziativa della tre giorni dedicata ai più piccoli con protagonisti 141 alunni delle scuole primarie.

Si è trattato dell’evento finale di “Fammi volare”, un laboratorio di scrittura creativa dell’Associazione culturale Legamidarte in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione per gli alunni delle scuole primaria, inserito ne “Le Chiavi della Città”, il pacchetto di iniziative e progetti formativi che l’assessorato all’educazione offre ai ragazzi delle scuole dell’infanzia, delle primarie e delle secondarie di primo grado, in collaborazione con di Ente Cassa di Risparmio di Firenze (Portale Ragazzi.it) e il partenariato scientifico di Indire.

Nei 12 incontri in classe gli alunni hanno imparato a creare una poesia utilizzando come supporto della parola qualcosa che i ragazzi hanno imparato a preparare e padroneggiare: degli aeroplanini di carta.

Questa mattina il “lancio delle poesie” dalla terrazza della Torre con 141 bambini delle scuole primarie Kassel, Petrarca e Marconi. Insieme a loro la vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi.

L'articolo Firenze dei Bambini: aeroplanini di carta con poesie dalla Torre di San Niccolò proviene da www.controradio.it.