Toscana Movie Nights

Toscana Movie Nights

Toscana Movie Nights, la prima iniziativa della rete regionale di imprese cinematografiche costituitasi lo scorso marzo sotto l’egida di Cna Toscana: una rassegna di 7 appuntamenti, per la direzione artistica di Samuele Rossi, con proiezioni, eventi speciali e incontri.

Toscana Movie Nights è un ciclo di sette serate organizzato da CNA Cinema e Audiovisivo Toscana in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana, per promuovere le produzioni cinematografiche toscane, in programma al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50/r) dal 19 dicembre al 20 febbraio.

Il programma si apre martedì 19 dicembre con la serata inaugurale per conoscere Toscana Movie Nights e scoprire Cna Cinema e Audiovisivo Toscana, una rete d’imprese cinematografiche toscane, costituitasi lo scorso marzo, con l’obiettivo di rafforzare il tessuto imprenditoriale locale, valorizzarne le eccellenze e trovare le sinergie per il rilancio e lo sviluppo del settore cinema nella regione. Talk: Emanuele Nespeca e Stefano Mutolo (portavoce e coordinatore Cna Cinema e Audiovisivo Toscana), Andrea Di Benedetto (Presidente Cna Toscana) Stefania Ippoliti (Presidente Toscana Film Commission), Samuele Rossi (direttore artistico Toscana Movie Nights, consigliere Cna Cinema e Audiovisivo Toscana).

Dopo la serata inaugurale, tutti i martedì dal 9 gennaio al 20 febbraio 2018, si terranno serate secondo un format innovativo, con la direzione artistica del regista Samuele Rossi, per far dialogare il pubblico con chi lavora nel cinema. Ogni serata un film, ogni film un tema, accompagnato da un’apericena per conoscersi e da eventi collaterali, come performing arts, letture, concerti.

Martedì 9 gennaio evento speciale su invito Stili ribelli | Cinema e moda I cult del saper fare italiano, organizzato da CNA Federmoda in collaborazione con Cna Cinema Toscana, Pitti Immagine e Toscana Film Commission: Anteprima Teaser della serie Tv “Stili Ribelli” per Sky Arte, performance I capi cult della moda che hanno influenzato la cultura e il costume italiano;, talk Cinema, moda e artigianalità, cocktail + Dj & Visual Set I protagonisti del saper fare italiano.

Martedì 16 gennaio Musica e Nuove Generazioni: fare Arte in Italia, serata all’insegna della musica con una piccola preview del film doc Stones in Lucca della giovane regista lucchese Cristina Puccinelli, la proiezione del film documentario Quest’Italia suona il Jazz e la presenza del musicista Leo Boni. Stones in Lucca è totalmente ambientato a Lucca e racconta l’impatto che il concerto degli Stones ha avuto sulla città prima e durante il concerto. La produzione, Solaria Film, è toscana, così come il produttore, Emanuele Nespeca, è toscano, uno dei giovani produttori più significativi del panorama italiano.

Martedì 23 gennaio SosMadreTerra: c’è ancora un futuro? serata alla scoperta di GreanPeace con l’anteprima fiorentina del pluripremiato film documentario evento How to change the world e un dibattito con il Direttore della Comunicazione di GreenPeace Italia Andrea Pinchera e Vittorio Iervese, sociologo e Presidente del Festival dei Popoli; How to change the world, opera apprezzata in tutto il mondo, racconta come la Toscana possa essere protagonista anche attraverso la distribuzione. Il film è infatti distribuito in Italia da Berta Film, una consolidata realtà societaria fiorentina, che è riuscita anche a distribuire il film in molte altre parti del mondo.

Martedì 30 gennaio NuoviMaledettiToscani: Licaoni & Snellinberg, serata dedicata al cinema di frontiera alla scoperta dei nuovi linguaggi della comicità toscana con la proiezione speciale di alcuni storici estratti da Kiss me Lorena dei Licaoni, il primo film ad essere stato distribuito online, e di Sogni di gloria degli Snellinberg, rielaborazione moderna della commedia toscana ed ultima apparizione del grande Carlo Monni; due realtà toscane che coniugano gli elementi distintivi della comicità del territorio con i nuovi linguaggi audiovisivi e le sue più recenti innovazioni produttive ed artistiche.

Martedì 6 febbraio Mestieri “eccezionali” serata per conoscere il mondo intrigante e misterioso del circo con l’anteprima fiorentina di Circle della regista Valentina Monti e la presenza di uno dei più grandi rappresentanti del circo mondiale, Livio Togni; una produzione toscana scommette su una storia difficile per farla conoscere al grande pubblico in modo nuovo ed originale.

Martedì 13 febbraio Vecchi maestri, nuove frontiere: comunicazione e futuro, serata sui nuovi mezzi di comunicazione e le prospettive del giornalismo, dedicata a Indro Montanelli con la proiezione del film documentario Indro. L’uomo che scriveva sull’acqua del regista e produttore toscano Samuele Rossi, e la presenza in sala di alcuni esponenti del mondo del giornalismo, come il giornalista e scrittore Paolo Di Paolo. Echivisivi, produzione toscana, conferma la sua vision attraverso un’opera evento in collaborazione con Sky Arte, finalista ai Nastri d’Argento Doc 2017.

Martedì 20 febbraio evento di chiusura Vecchi sogni, nuovi orizzonti, veri o virtuali: il cinema del futuro, serata dedicata alla storia e alle prospettive della settima arte, con la proiezione del film evento Gli alchimisti del muto del regista Alos Sanchez Ramon, la proiezione di video sugli effetti speciali degli Extreme Videos ed uno spazio tester per chi voglia provare la realtà virtuale. MoodFilm, produzione toscana, come il suo produttore, Tommaso Arrighi, scommettono su un film originale e potente ed una co-produzione internazionale per portare sullo schermo una storia incredibile e piena d’amore per il cinema. Extreme Videos è una realtà produttiva e post-produttiva toscana vocata alle nuove tecnologie dell’audiovisivo e agli effetti speciali. Radical Plans è una realtà produttiva fiorentina che ha scelto di scommettere con successo sulla rivoluzione della realtà virtuale, realizzando il primo film italiano in VR.

Toscana Movie Nights è l’evento speciale organizzato da Cna Cinema e Audiovisivo Toscana in collaborazione con il Cinema La Compagnia e Toscana Film Commission, direzione artistica di Samuele Rossi.

L'articolo Toscana Movie Nights proviene da www.controradio.it.

Prato: apre Manifatture Digitali Cinema

Prato: apre Manifatture Digitali Cinema

Al via a ottobre le attività della struttura pratese per il sostegno alle produzioni di cinema, tv e web.

Da ottobre la Toscana avrà un nuovo polo d’attrazione per le produzioni di cinema, tv e web: Manifatture Digitali Cinema, una struttura che sorgerà a Prato, nell’antico complesso monumentale di Santa Caterina, in via dolce de’ Mazzamuti, 1.

All’apertura della realtà pratese seguirà l’attivazione di un analogo polo produttivo per il settore audiovisivo a Pisa. A Prato, Manifatture valorizza i mestieri artigianali, come i tessile e la carpenteria, che nel cinema trovano applicazione nella costumistica e nella scenotecnica. A Pisa, Manifatture lavora invece per applicare le tecnologie digitali e informatiche in contesti creativi, per lo sviluppo di prodotti audiovisivi.

Obiettivi

Due gli obiettivi prioritari di Manifatture: aumentare l’attratività della Toscana per le produzioni audiovisive nazionali e internazionali, andando così a potenziare il lavoro di Toscana Film Commission con nuovi spazi e servizi, e offrire opportunità di alta specializzazione a chi vuole lavorare nel settore audiovisivo, con laboratori innovativi. A tal fine le Manifatture Digitali Cinema di Prato e Pisa mettono a disposizione uffici polifunzionali, sala proiezioni, sale casting, trucco e parrucca, il cui utilizzo su prenotazione, da parte delle produzioni, prevede esclusivamente il rimborso spese dei costi vivi per il funzionamento della struttura, nonché aule dedicate ai laboratori.

Il progetto

Manifatture Digitali Cinema è un programma triennale di lavoro, co-progettato da Sensi Contemporanei, programma sperimentale dell’Agenzia per la coesione territoriale, dalla Direzione Generale Cinema del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e dalla Regione Toscana e attuato dalla Fondazione Sistema Toscana – Toscana Film Commission, che insieme hanno scommesso sul cinema e l’audiovisivo come settore di innovazione, recupero di competenze e sviluppo di nuovo lavoro.

Il progetto Manifatture Digitali Cinema si realizza seguendo la modalità operativa e progettuale della “quadrupla elica”, auspicata dall’Unione Europea, dove la Pubblica Amministrazione esercita un ruolo di committente e di coinvolgimento delle capacità e competenze presenti e distribuite nelle Università, negli enti di ricerca, nelle imprese e i cittadini.

Gli investimenti

L’investimento del Governo per Manifatture Digitali Cinema e Prato, attraverso il Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, è di 550.000,00 euro, a cui si aggiunge l’investimento del Comune di Prato per la messa a disposizione, ristrutturazione e adeguamento del spazi dello storico complesso monumentale di Santa Caterina, pari a 200.000,00 euro, e l’investimento di Regione Toscana che si concretizza nel coordinamento generale, le competenze specialistiche e il lavoro di Fondazione Sistema Toscana, per un valore di 300.000,00 euro.

Manifatture Digitali Cinema a Prato

Manifatture Digitali Cinema sperimenta a Prato un modello di collaborazione inedito che prende avvio dalla realizzazione della prima serie de I Medici, Masters of Florence. A Prato, dove artigianato e creatività nel settore tessile e abbigliamento hanno una tradizione d’eccellenza, la collaborazione tra Manifatture e la società di produzione Lux Vide dà vita, anche con il coinvolgimento di imprese locali del settore, alla produzione di costumi rinascimentali. Si crea così l’opportunità di formare sul campo artigiani locali alle esigenze del cinema e della televisione, grazie alla realizzazione dei ricchi costumi delle prossime stagioni della serie tv I Medici e della programmata fiction su Leonardo da Vinci. I costumi di scena saranno toscani davvero, nella storia come nelle mani che li tagliano e cuciono, nei dettagli di materiali e tessuti.

Le Botteghe di Alta Specializzazione

Creare nuove professionalità per il settore audiovisivo, declinando le vocazioni e le tradizioni locali: è questa l’anima delle Botteghe di Alta Specializzazione Manifatture Digitali Cinema. Per i più giovani si tratterà di “imparare facendo”; per i più esperti, invece, di valorizzare il proprio know how e orientarlo alle esigenze del cinema e dell’audiovisivo.

Che si tratti di un film, di un documentario, di una serie televisiva o esperienze in realtà aumentata e immersi per un museo, chiunque esca dalle Botteghe di Alta Specializzazione Manifatture Prato e Pisa vedrà il proprio nome associato a prodotti di alto profilo e porterà con sé un bagaglio di esperienze e un curriculum spendibili nel mercato del lavoro.

Gli spazi cineportuali

Manifatture Prato consta ad oggi 700 mq di superficie, concerti per ospitare e supproetare produzioni audiovisive sia nazionali che internazionali, per le quali saranno essi a disposizione:

  • Tre uffici di produzione per uso temporaneo arredati e dotati di collegamento internet veloce e linee telefoniche;
  • Sala casting con sala d’attesa
  • Sala trucco e parrucco
  • Sala costumi, dotata di camerini con servizi
  • Sala proiezioni da 30 posti con schermo Full HD e dotazione tecninca

Tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 inoltre, la struttura si doterà anche di aule attrezzate, di un teatro di posa e di spazi esterni, nel cortile dell’antico complesso, raggiungendo così una metratura di 2200 mq.

L'articolo Prato: apre Manifatture Digitali Cinema proviene da www.controradio.it.

Grandi serie tv e film: in Toscana a settembre in arrivo nuove produzioni

Grandi serie tv e film: in Toscana a settembre in arrivo nuove produzioni

La Toscana a settembre torna ad essere protagonista di una nuova stagione di set, con l’arrivo di produzioni italiane e straniere, per il piccolo e grande schermo.

Il regista Premio Oscar Paolo Sorrentino gira anche in toscana il suo nuovo film, Loro. Protagonisti i collaboratori, gli amici – veri o presunti – le amanti, i faccendieri: il parterre di personaggi che ha fatto parte dell’entourage dell’ex Presidente del Consiglio e imprenditore, Silvio Berlusconi. Le riprese, dopo il set romano, si sono spostate in Toscana nella prima settimana di settembre per rimanervi per circa 4 settimane.

Una villa privata ad Orbetello e l’Argentario Golf Hotel Resort di Porto Ercole, saranno le location dove verrà ricostruita Villa Certosa in Sardegna. Ancora una volta il principale interprete per Sorrentino sarà Toni Servillo, non nuovo nelle vesti di presidente del consiglio (ne Il divo aveva interpretato Giulio Andreotti).

Grande attesa per il set della seconda stagione della fiction, prodotta per Rai da Lux Vide, I Medici. The Masters of Florence, diretta da Jon Cassar e Jan Michelini. In tutto otto puntate per una regia in tandem: Jon Cassar, conosciuto, per la serie tv thriller 24, con Kiefer Sutherland e per la miniserie The Kennedys – che ha diretto e prodotto – sarà il regista delle prime quattro puntate, mentre gli altri quattro episodi saranno diretti da Jan Michelini. Come per la prima stagione, saranno alcune location toscane ad ospitare le riprese, a Montepulciano, Pienza, San Gimignano e Volterra. Ci saranno attori del calibro di Sean Bean (famoso per Il Signore degli Anelli e per il Trono di Spade) nei panni di Jacopo Pazzi, Daniel Sharman, Sarah Parish e Annabel Schole.; tra gli attori italiani, alcuni volti noti del piccolo e grande schermo, come Raoul Bova, Alessandra Mastronardi e Aurora Ruffino.

Il cinema celebra quest’anno il grande Michelangelo Buonarroti e fa diventare (ancora una volta) le cave di Carrara un set dalle immagini mozzafiato. Andrej Končalovskij gli dedica Il peccato. Una visione, film sostenuto dal Programma Sensi Contemporanei Toscana per il cinema. Iniziate il 28 agosto, le riprese si protrarranno per 14 settimane. Michelangelo sarà interpretato da Alberto Testone, mentre Umberto Orsini sarà il Marchese di Malaspina e Massimo De Francovich vestirà i panni di Papa Giulio II. Prodotto dalla Fondazione Andrej Končalovskij per il sostegno al Cinema e alle Arti Sceniche e da Jean Vigo Italia con Rai Cinema, il film è una coproduzione Italo-Russia.

Oltre che a Carrara le riprese si svolgeranno anche in Lazio, nei luoghi cari a Michelangelo, a partire dal Monte Altissimo (cave Henraux) e poi a Firenze, Arezzo, Montepulciano, Bagno a Ripoli, Pienza, Monte San Savino, Tarquinia, Caprarola, e naturalmente a Roma. E dopo Končalovskij arriva il docu-film Michelangelo Infinito, di Emanuele Imbucci. Ancora una volta Sky Arte, con Magnitudo Film, annuncia una grande produzione, la quinta, dedicata ai grandi maestri del passato. Nel film Michelangelo Buonarroti sarà raccontato a tutto tondo, come uomo e come artista, da una parte schivo, dall’altra inquieto, capace di forti contrasti e passioni. A dare il volto al pittore rinascimentale sarà l’attore Enrico Lo Verso (Il ladro di bambini, Lamerica, Così ridevano, I Miserabili, Maltese – Il Romanzo del Commissario, Raffaello – il Principe delle Arti), mentre ad impersonare Giorgio Vasari sarà Ivano Marescotti (Johnny Stecchino, Raccontami, Hannibal, Cado dalle nubi). Le riprese, già avviate per la parte fiorentina alla fine di luglio (Piazza della Signoria, Galleria dell’Accademia, Museo del Bargello, Cappelle Medicee, Casa Buonarroti) si stanno svolgendo a Carrara, alla Cava del Bacino del Torano. In sala lo vedremo in Italia nel corso del 2018, approderà poi in tv, nel canale Sky, per poi essere distribuito a livello internazionale, preannunciandosi già come un successo planetario.

A Lucca in lavorazione a settembre il documentario Stones in Lucca, della giovane regista lucchese Cristina Puccinelli, opera che mette in luce le dinamiche che si innescano nella cittadina toscana per l’arrivo dei Rolling Stone. L’obiettivo del documentario è fotografare l’attesa e la preparazione di una piccola città di fronte ad un evento di così grande portata. Le riprese, iniziate alla fine di luglio, proseguiranno fino al 23 settembre (data del concerto). Oltre alle scene lucchesi, una serie di interviste che compongono il film porteranno le riprese anche a Pisa, Livorno, Grosseto, Firenze. Progetto Gorgona, per la regia di Antonio Tibaldi, è infine il titolo del documentario che racconta uno spaccato della vita quotidiana dell’isola di Gorgona, l’ultima colonia penitenziaria italiana. Un mondo in gran parte sconosciuto a chi sta ‘fuori’, dove un gruppo i detenuti trascorre le proprie giornate, dedicandosi ai lavori agricoli e alla cura degli animali. Prodotto dalla società statunitense No Permits Produktion e dalla società indipendente GraffitiDoc s.r.l., il film sarà girato all’Isola di Gorgona dall’8 al 19 settembre.

L'articolo Grandi serie tv e film: in Toscana a settembre in arrivo nuove produzioni proviene da www.controradio.it.