PISA, BIMBA UCCISA: PM CHIEDE ERGASTOLO PER COMPAGNO MADRE

Pisa Pm giustizia lucca uomo 30 anni

Questa la richiesta contro il 32enne Krstic del pm Dominijani al termine della seduta in corte d’assise a Pisa. La madre della piccola è stata condannata a 10 anni di reclusione.

Il massimo della pena previsto dal codice: ergastolo con isolamento diurno. E’ la richiesta di pena fatta dal pm Giancarlo Dominijanni oggi al termine della  requisitoria in corte d’assise a Pisa al processo che vede imputato Tonino Krstic, 32 anni, di origine serba, accusato dell’omicidio della piccola Samatha, 3 anni, figlia della sua compagna, a causa delle botte subite. La piccola morì il 27 aprile 2016, in una baracca di Calambrone, sul litorale pisano, dove viveva con la madre, legatasi all’imputato dopo la separazione dal marito e padre della piccola, un uomo originario di Rapallo (Genova).

Il sostituto procuratore ha ricostruito la condotta dell’ imputato in aula senza concedergli alcuna attenuante e ritenendo che agì con violenza e senza alcuna pietà nei confronti della piccola, arrivando anche a minacciare la madre della bambina – tra l’altro la donna nei giorni scorsi è stata condannata, con
rito abbreviato, a 10 anni di reclusione per maltrattamenti – se avesse rivelato le percosse ai soccorritori chiamati solo quando la bimba era ormai in fin di vita. La sentenza è attesa per venerdì prossima dopo le repliche delle difese.

The post PISA, BIMBA UCCISA: PM CHIEDE ERGASTOLO PER COMPAGNO MADRE appeared first on Controradio.

PISA, BIMBA UCCISA: PM CHIEDE ERGASTOLO PER COMPAGNO MADRE

Pisa Pm giustizia lucca uomo 30 anni

Questa la richiesta contro il 32enne Krstic del pm Dominijani al termine della seduta in corte d’assise a Pisa. La madre della piccola è stata condannata a 10 anni di reclusione.

Il massimo della pena previsto dal codice: ergastolo con isolamento diurno. E’ la richiesta di pena fatta dal pm Giancarlo Dominijanni oggi al termine della  requisitoria in corte d’assise a Pisa al processo che vede imputato Tonino Krstic, 32 anni, di origine serba, accusato dell’omicidio della piccola Samatha, 3 anni, figlia della sua compagna, a causa delle botte subite. La piccola morì il 27 aprile 2016, in una baracca di Calambrone, sul litorale pisano, dove viveva con la madre, legatasi all’imputato dopo la separazione dal marito e padre della piccola, un uomo originario di Rapallo (Genova).

Il sostituto procuratore ha ricostruito la condotta dell’ imputato in aula senza concedergli alcuna attenuante e ritenendo che agì con violenza e senza alcuna pietà nei confronti della piccola, arrivando anche a minacciare la madre della bambina – tra l’altro la donna nei giorni scorsi è stata condannata, con
rito abbreviato, a 10 anni di reclusione per maltrattamenti – se avesse rivelato le percosse ai soccorritori chiamati solo quando la bimba era ormai in fin di vita. La sentenza è attesa per venerdì prossima dopo le repliche delle difese.

The post PISA, BIMBA UCCISA: PM CHIEDE ERGASTOLO PER COMPAGNO MADRE appeared first on Controradio.

PISA, MADRE CONDANNATA A 10 ANNI PER MORTE BIMBA

Madre condannata Donna uccisa a bastonate rinvio a giudizioTecnoret Firenze tutti assolti facoltà non rispondere tribunale gip indiano magistrati

Non avrebbe impedito violenze compagno sulla piccola che ne avrebbe causato il decesso: questa l’accusa nei confronti della madre. Il pm aveva chiesto una condanna più lieve.

Il gup di Pisa Elsa Iadaresta ha condannato a dieci anni di reclusione la madre della piccola Samantha, la bimba di 3 anni uccisa dalle percosse che le avrebbe inferto il compagno della mamma, in un casolare abbandonato di Calambrone, sul litorale pisano, dove i tre vivevano. La donna, 34 anni, di origine dominicana, era accusata di maltrattamenti, per non avere impedito al compagno, di compiere le violenze sulla figlia. Il pm Giancarlo Dominijanni aveva chiesto una condanna più lieve, a 8 anni di reclusione ma l’Autorità Giudiziaria ha deciso di aumentare di 2 anni la sanzione inflitta alla donna.“

La donna, che aveva scelto di farsi giudicare con il rito abbreviato, si era separata dal marito e padre della piccola, un uomo originario di Rapallo (Genova), e si era legata al serbo Tonino Krstic, attualmente sotto processo con l’accusa di omicidio. Samantha, secondo quanto ricostruito, morì la sera del 27 aprile al culmine di un violento pestaggio subito nel pomeriggio da Krstic e fu proprio la madre a chiamare il 118 affermando inizialmente che la piccola era vittima di un malore.

The post PISA, MADRE CONDANNATA A 10 ANNI PER MORTE BIMBA appeared first on Controradio.

PISA, MADRE CONDANNATA A 10 ANNI PER MORTE BIMBA

Madre condannata Donna uccisa a bastonate rinvio a giudizioTecnoret Firenze tutti assolti facoltà non rispondere tribunale gip indiano magistrati

Non avrebbe impedito violenze compagno sulla piccola che ne avrebbe causato il decesso: questa l’accusa nei confronti della madre. Il pm aveva chiesto una condanna più lieve.

Il gup di Pisa Elsa Iadaresta ha condannato a dieci anni di reclusione la madre della piccola Samantha, la bimba di 3 anni uccisa dalle percosse che le avrebbe inferto il compagno della mamma, in un casolare abbandonato di Calambrone, sul litorale pisano, dove i tre vivevano. La donna, 34 anni, di origine dominicana, era accusata di maltrattamenti, per non avere impedito al compagno, di compiere le violenze sulla figlia. Il pm Giancarlo Dominijanni aveva chiesto una condanna più lieve, a 8 anni di reclusione ma l’Autorità Giudiziaria ha deciso di aumentare di 2 anni la sanzione inflitta alla donna.“

La donna, che aveva scelto di farsi giudicare con il rito abbreviato, si era separata dal marito e padre della piccola, un uomo originario di Rapallo (Genova), e si era legata al serbo Tonino Krstic, attualmente sotto processo con l’accusa di omicidio. Samantha, secondo quanto ricostruito, morì la sera del 27 aprile al culmine di un violento pestaggio subito nel pomeriggio da Krstic e fu proprio la madre a chiamare il 118 affermando inizialmente che la piccola era vittima di un malore.

The post PISA, MADRE CONDANNATA A 10 ANNI PER MORTE BIMBA appeared first on Controradio.

FIRENZE, PICCHIAVA E ABUSAVA LA MOGLIE: CONDANNATO A 6 ANNI

Firenze picchiava e abusava moglie

L’uomo di origine marocchina assumeva cocaina e costringeva la moglie a subire violenza anche davanti a figlia minore. Madre e figlia sono ora in un centro attrezzato.

Per anni ha picchiato la moglie, anche davanti alla figlia minore, l’ha minacciata e costretta ad avere rapporti sessuali contro la sua volontà, fino a minacciare anche alcune amiche e i genitori di lei. L’uomo, di origine marocchina, 44 anni, che era già stato arrestato su richiesta del pm Eligio Paolini titolare dell’inchiesta, ora è stato condannato a 6 anni e mezzo di carcere dal tribunale di Firenze.

Tutto sarebbe cominciato nel 2013, quando la donna, originaria dell’est Europa, aveva conosciuto l’uomo. Dopo una breve frequentazione i due decisero di andare a convivere e poi di sposarsi quando lei restò incinta. Mentre era in attesa della figlia, la donna aveva già dovuto far ricorso alle cure del pronto soccorso dopo essere stata picchiata dal marito, anche davanti ad altre persone. Più volte i vicini, la coppia abitava a Firenze prima di trasferirsi in un comune limitrofo, erano dovuti intervenire per calmare l’uomo che, secondo gli inquirenti, avrebbe fatto uso di stupefacenti.

Droga che, secondo quanto denunciato dalla donna, le avrebbe fatto assumere anche mentre lei era in attesa della figlia. I sanitari, dopo la nascita, trovarono nel suo piccolo organismo tracce di cocaina. Le lunghe indagini, anche con intercettazioni che dimostrarono senza dubbi le minacce anche di morte subite dalla donna che non voleva seguire il marito nel suo paese di origine, hanno fatto emergere una brutta storia di marginalità fino a quando madre e figlia non trovarono rifugio in un centro attrezzato. Due giorni fa il processo e la condanna per l’uomo.

The post FIRENZE, PICCHIAVA E ABUSAVA LA MOGLIE: CONDANNATO A 6 ANNI appeared first on Controradio.