Nuovo skilift alla Doganaccia, lunedì 16 gennaio Ciuoffo e Fratoni alla inaugurazione

FIRENZE – Ci saranno anche gli assessori regionali al turismo Stefano Ciuoffo e all'ambiente Federica Fratoni lunedì 16 gennaio, alle ore 12.30, presso il Rifugio La Bicocca, alla Doganaccia, alla presentazione della nuova sciovia Faggio di Maria ad Abetone Cutigliano.

L'apertura del nuovo impianto, realizzato sul tracciato del precedente, era attesa da tempo. Costruito nel 1978 serviva la pista Faggio di Maria, l'unica in Toscana omologata per le gare in notturna, una pista nera e quella panoramica. Per il nuovo impianto di risalita la Regione, con un bando per lo sviluppo del sistema neve toscano del 2013, ha messo a disposizione dell'Unione dei Comuni dell'Appennino Pistoiese un cofinanziamento di 400 mila euro. Il progetto esecutivo dello skilifit è stato donato all'Unione dei Comuni dalla Società Doganaccia 2000 e con quest'opera è stata anche apportata una riqualificazione ambientale.

"Altro tassello – afferma l'assessore Ciuoffo – del percorso di rilancio e valorizzazione della nostra montagna: con questo intervento il comprensorio si dota di un strumento moderno e più sicuro, con la novità di poter essere attivo anche nei periodi estivi e poter così allungare e migliorare i periodi di fruizione della montagna in base alle esigenze. Altri progetti sono in cantiere e il lavoro continuerà per rendere la montagna toscana sempre più attrattiva da visitare".

Alla presentazione, insieme ai due assessori regionali, interverranno il Commissario Prefettizio del Comune Abetone Cutigliano Vittorio De Cristofaro e rappresentanti delle autorità locali.

Turismo costiero sostenibile, Toscana capofila progetto MITOMED+

FIRENZE – Un sistema di indicatori in grado di misurare l'impatto del turismo sulle località costiere ed utilizzare i risultati per pianificare, monitorare e costruire politiche di sviluppo del turismo stesso. E' questo lo scopo di MITOMED+, progetto approvato a dicembre dal Segretariato congiunto del PO INTERREG MED e che vede la Toscana come soggetto capofila.

"La Toscana – spiega l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo – nel proprio programma di governo ha assunto la sostenibilità come principio fondante e si sta adoperando per implementare le politiche per uno sviluppo sostenibile del turismo anche attraverso la valorizzazione del territorio e dell'ambiente, la certificazione delle imprese turistiche, la salvaguardia delle identità specifiche della Toscana quali elementi qualificanti l'offerta turistica toscana, e la formazione di specifiche figure professionali nel turismo. Con Mitomed+ ci vogliamo dotare quindi di un sistema analitico per meglio programmare le nostre politiche e le nostre azioni".

MITOMED+ (acronimo di Models of Integrated Tourism in the Mediterranean-Modelli integrati di turismo nel Mediterraneo) si inserisce nell'ambito del programma di cooperazione transnazionale INTERREG MED e prevede un budget di 2,6 mln di euro di cui l'85% coperto da finanziamento comunitario ed il restante 15% dal cofinanziamento nazionale dei partners. La quota attribuita alla Regione è 500 mila euro (425 mila di finanziamento comunitario e 75 mila di cofinanziamento statale).

La Toscana, in quanto capofila, coordina gli aspetti tecnici e contenutistici e, relativamente a quelli amministrativi, è il soggetto legalmente ed amministrativamente responsabile nei confronti della Commissione UE e dovrà anche occuparsi del coordinamento del partenariato e dei flussi finanziari. Gli altri partners italiani e stranieri del progetto sono: ANCI (Italia), Università di Girona (Spagna), Andalusia Region (Spagna), Institute of Agricolture and Tourism (HR), Larnaca District Development Agency (CY), NECSTour (BE), Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe (CRPM) e CNR-IBIMET Institute of Biometerology (IT). Il partenariato del progetto è particolarmente rilevante per estensione geografica e tipologia, in quanto comprende 5 regioni del Mediterraneo che saranno coinvolte nei test e negli scambi di esperienze (Toscana, Catalogna, Croazia, Cipro e Andalusia), due istituti di ricerca a copertura degli aspetti inerenti la conoscenza (l'università di Girona in Spagna ed il CNR in Italia), e due reti europee (NECSTouR e CRPM) che garantiranno il dialogo e la diffusione dei risultati al livello internazionale.

Tra le attività previste: coordinamento, monitoraggio finanziario e tecnico del progetto; gestione del partenariato e realizzazione di tutte le componenti del progetto (Project management, Project communication, Testing, Transferring, Capitalizing) incluse le due azioni pilota, una focalizzata sugli indicatori, consistente nel test e affinamento del sistema di indicatori e del modello di gestione integrato in una serie di destinazioni turistiche ubicate nei territori dei partner, e sviluppo di una piattaforma informatica dedicata; una che prevede invece uno specifico test del modello gestionale, applicato al settore specifico di intervento "spiagge verdi".

Rilancio Abetone, quasi due milioni di euro per impianti e attrezzature

FIRENZE – Con la firma di ieri pomeriggio dell'Accordo di Programma tra Regione e Comune dell'Abetone vengono messi a disposizione 1 milione e 850 mila euro per il rilancio del comprensorio sciistico. La somma proveniente dalle casse regionali è parte dell'investimento pluriennale previsto nell'ambito del protocollo d'intesa siglato a fine novembre con Governo, Regione Emilia Romagna, Comune dell'Abetone, Unione dei Comuni dell'Appennino Pistoiese e Provincia di Pistoia.

"E' soltanto il primo passo – annuncia l'assessore al turismo e alle attività produttive Stefano Ciuoffo – di un impegno che abbiamo preso un mese fa ma che affonda le radici un disegno complessivo per il rilancio della montagna. Le nostre risorse, insieme a quelle che arriveranno dal Governo (20 milioni ndr), consentiranno di migliorare e adeguare le infrastrutture ma anche di valorizzare e promuovere il comprensorio e di arrivare alla realizzazione di quello più vasto attraverso il collegamento con il versante emiliano".

Secondo l'accordo di programma la somma messa a disposizione dalla Regione rappresenta il cofinanziamento per gli interventi tesi a riqualificare l'offerta turistico-sportiva attraverso l'acquisto di impianti di risalita e attrezzature. La Regione si impegna a trasferire la somma all'organismo intermedio, Sviluppo Toscana Spa, il quale provvederà ad erogarla al Comune dell'Abetone al momento della presentazione del progetto esecutivo che dovrà avvenire entro 60 giorni dalla firma. Lo stesso Comune si impegna a concludere l'intervento di riqualificazione degli impianti entro il 31 dicembre 2017.
 

Turismo sportivo, accordo per attrarre eventi e iniziative di qualità

FIRENZE - Sviluppare azioni per promuovere e diffondere iniziative sportive in Toscana in grado di avere rilevanza turistica, con l'obiettivo di incentivare la pratica sportiva anche come risorsa economica, con particolare riferimento all'accoglienza di eventi sportivi nazionali e internazionali da collocare in località della Toscana dotate di impianti sportivi di alta qualità e di ricettività alberghiera competitiva. Tali iniziative, grazie alla partecipazione degli sportivi coinvolti e delle persone al loro seguito, possono rappresentare infatti occasioni di diffusione della pratica sportiva e strumenti di promozione dell'offerta turistica regionale.

Queste le finalità dell'accordo di collaborazione firmato oggi nella sede regionale del Coni a Firenze dagli assessori regionali allo sport e al turismo, Stefania Saccardi e Stefano Ciuoffo, da Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica, da Salvatore Sanzo, presidente del Coni Toscana, da Tiziano Faraoni, vicepresidente vicario del Cip Toscana e da Matteo Biffoni, presidente di Anci Toscana.

"Un accordo importante – commenta l'assessore Saccardi - che fa leva su caratteristiche specifiche del nostro territorio, come la disponibilità in Toscana di una rete di impianti sportivi in grado di offrire una articolata gamma di opportunità ludico-sportive, e la presenza di territori a vocazione turistico-sportiva in grado di fornire un'offerta turistica di qualità, con elevati standard nell'ambito dell'accoglienza ricettiva. Per la valorizzazione e per la promozione turistica dell'offerta sportiva regionale è necessaria una sinergia di competenze ed esperienze, ed è proprio quanto stiamo facendo con questo accordo in piena sintonia con le politiche della Regione Toscana. Lo sport come grande veicolo di inclusione sociale, ma anche come attrattore di presenze turistiche. Peraltro la volontà condivisa è quella di non puntare solo sui grandi eventi, ma soprattutto di attrarre in Toscana gli appuntamenti dei calendari ordinari delle federazioni sportive nazionali, che anch'essi attirano notevoli presenze".

"Siamo all'altezza – afferma l'assessore Ciuoffo – per quanto riguarda servizi annessi alle manifestazioni sportive e alla ricettività, e in più abbiamo da giocare la carta dell'essere immersi in Toscana, contesto che impreziosisce ogni gara. Vogliamo offrire una doppia occasione ai partecipanti che così possono conoscere la nostra terra e con il vantaggio di essere elemento di promozione che si riverbera nel tempo con il passaparola e l'esposizione mediatica legata alle manifestazioni sportive. Lo sviluppo del turismo sportivo è propulsore di un processo di allungamento della stagione turistica della nostra regione a tutti i periodi dell'anno e nello stesso tempo è in grado di valorizzare l'intero territorio regionale, anche quei luoghi generalmente fuori dai grandi itinerari turistici. Con l'accordo firmato oggi Toscana Promozione Turistica sarà braccio operativo della Regione per supportare, valorizzare e promuovere gli eventi e le manifestazioni sportive sulle quali punteremo di concerto con Coni, Comitato Paralimpico e i Comuni".

"L'accordo firmato oggi rappresenta un passaggio strategico per la promozione della Toscana come destinazione per il turismo sportivo - spiega Alberto Peruzzini - Il mercato del turismo sportivo, in particolare nel segmento quantitativamente più importante dello sport-turismo, ha assunto infatti un peso tale da non poter più essere circoscritto ad una dimensione di nicchia per una regione come la Toscana. Dal 2008 al 2015 i flussi turistici diretti sul territorio toscano e derivanti dalle varie attività sportive sono cresciuti, infatti, del 20% generando un volume di affari di oltre 800 milioni di euro. Un trend positivo confermato anche nel 2016 e che si inserisce in un contesto globale che vedrà questo particolare settore raggiungere, entro il 2017, un valore di circa 91 miliardi di dollari".

70mila euro dalla Regione al Coni (20mila dall'assessorato allo sport e 50mila da Toscana Promozione Turistica) per individuare, attrarre e sostenere iniziative sportive da tenersi in Toscana. Ad attuare i contenuti dell'accordo un comitato di coordinamento composto dai rappresentati dei firmatari.

Il Coni metterà a disposizione dati e informazioni del recente censimento sugli impianti sportivi e agirà presso federazioni sportive nazionali e associazioni per attrarre in Toscana eventi sportivi di rilievo sia nazionale che internazionale. "Gli eventi sportivi – così Salvatore Sanzo - hanno una straordinaria forza promotrice per il territorio perché mettono in circolo non soltanto risorse e capitali, ma soprattutto persone, sogni, simboli. La Toscana ha una tradizione sportiva importante nonché una rete di infrastrutture al servizio del turismo che la pongono da sempre  come meta di riferimento in ogni stagione: unire tali elementi in una visione globale al servizio della Regione non può che fare il bene di tutti, dalle federazioni alle associazioni, dall'atleta al tifoso, dall'appassionato al turista".

Il Cip promuoverà, insieme agli uffici regionali, interventi per assicurare a persone con disabilità (motorie, sensoriali e intellettive) una piena fruizione turistica connessa a eventi sportivi. "Da sempre la Regione Toscana – afferma Tiziano Faraoni - si è dimostrata sensibile nei confronti dello sport per disabili. Vogliamo ricordare il progetto Sporthabile, che certifica società dotate di impianti idonei alla pratica sportiva per disabili e, ultimo esempio, la realizzazione, in collaborazione con il CIP Toscana, dei recenti Trisome Games svoltisi a Firenze con una presenza in città di circa 800 atleti con sindrome di down. L' accordo di collaborazione mette in sinergia quanto di meglio si può offrire allo sport, che sempre più vorremmo 'Sport per tutti e di tutti'. Abbiamo territori stupendi, accoglienza e ricettività che molti ci invidiano e non ultimo eccellenti strutture sportive prive delle cosiddette barriere architettoniche. Noi del CIP ci adopereremo per promuovere ed incentivare la nascita di manifestazioni sportive sul territorio e, insieme a tutte le organizzazioni coinvolte ci impegneremo a garantire a tutti gli sportivi con disabilità la possibilità di poter fruire sia di impianti che di strutture ricettive idonee ai loro fabbisogni".

L'Anci promuoverà attività di informazione e assistenza ad amministrazioni locali e soggetti privati rispetto ai contenuti dell'accordo. "Lo sport è uno strumento potente – dichiara Matteo Biffoni - un passaporto universale per la salute, per il turismo, per l'integrazione. E d'altra parte i Comuni investono molte risorse nel settore, in particolare per valorizzare e migliorare gli impianti sportivi: nessuno meglio dei sindaci sa quanto questo sia fondamentale nella vita di una comunità. Quindi per noi questo accordo è importante, perché ribadisce il nostro impegno a far sì che la pratica sportiva si diffonda sempre di più e venga trattata come ​un ​vero e proprio strumento culturale​, economico e di inclusione sociale​".

Promozione turistica attraverso lo sport, mercoledì 21 firma accordo Regione-Coni-Cip-Anci

FIRENZE - Valorizzare la pratica sportiva anche come risorsa economica del territorio sul versante del turismo.  Punta a questo l'accordo di collaborazione tra Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica, Coni Toscana, Cip Toscana e Anci, che sarà firmato e illustrato domani, mercoledì 21 dicembre, alle ore 17, presso la sede del Comitato regionale del Coni, via Irlanda 5.

All'incontro intervengono, insieme a Salvatore Sanzo, presidente Coni Toscana, Stefania Saccardi, assessore regionale allo sport, Stefano Ciuoffo, assessore regionale al turismo, Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica,  Matteo Biffoni, presidente di Anci Toscana, e Tiziano Faraoni, vicepresidente vicario del CIP Toscana.

Saranno presentate le attività di collaborazione che si instaureranno per favorire la promozione e la diffusione delle iniziative sportive sul territorio regionale che possano, grazie anche alla partecipazione degli sportivi coinvolti, rappresentare occasioni di diffusione della pratica sportiva e strumenti di promozione dell'offerta turistica toscana.

Subito dopo l'incontro, alle ore 17.30, si terrà nella medesima sede il Consiglio Regionale del Coni durante il quale verranno illustrati i numeri del quadriennio olimpico 2013- 2016 realizzati nel contesto elle attività svolte dal Coni Toscana.