Commercio, intesa Regione-Comune di Firenze a tutela centro storico

FIRENZE - Divieto, per un periodo di tre anni, di apertura di nuovi esercizi alimentari e di ristorazione, introduzione di limitazioni a tutela del centro storico di Firenze. Lo stabilisce lo schema di intesa tra Regione e Comune di Firenze che la giunta regionale ha approvato nell'ultima seduta di ieri.

La misura è motivata dalla volontà di tutelare il centro storico fiorentino da attività economiche che rischiano di snaturarne l'identità culturale. In particolare, infatti, secondo i dati dell'ufficio statistica del Comune di Firenze, negli ultimi 5 anni gli esercizi di somministrazione, in ambito cittadino, sono cresciuti del 28,6%. Però, mentre fuori dal centro storico l'aumento è stato del 16%, al suo interno l'aumento è stato del 44%, con una densità di presenza di esercizi di somministrazione di 215,4 per chilometro quadrato, contro gli 11 per kmq fuori del centro.

Restando sempre nel centro storico, è da registrare un aumento degli esercizi di commercio alimentare del 78,7% (contro quello in città pari al 10,7%) e con una densità di presenza di 48,1 per kmq: sommando le densità delle due tipologie di attività si arriva ad avere 263,6 esercizi per kmq.

Il centro storico del Comune di Firenze, sin dal 1982, fa parte dei siti italiani inseriti nella lista del patrimonio mondiale Unesco ed è sottoposto ad apposito piano di gestione. Il suo eccezionale valore universale è stato confermato e approvato dall'Unesco World Heritage Committee nel 2014: «l'unicità dell'artigianato fiorentino e i negozi tradizionali del centro storico sono una testimonianza concreta del passato locale. In questo modo, essi garantiscono la continuità di una tradizione eccezionale, in grado di perpetuare l'immagine storica della città».

"Firenze – ha spiegato il presidente Enrico Rossi - è una città con un'alta densità di beni culturali dislocati in un territorio limitato con un flusso turistico concentrato nel centro storico e quello che vogliamo evitare è una perdita della sua tipicità a favore dell'omologazione dettata da ragioni connesse alla preponderanza della presenza dei turisti rispetto ai residenti".

"La peculiarità del centro storico fiorentino – ha detto l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo - deve rimanere legata all'identità trasmessa anche da negozi e botteghe e dai suoi commercianti, non solo dai monumenti e dai palazzi. È un quadro che si tiene insieme e che dobbiamo cercare di preservare, perchè la peculiarità e tipicità delle nostre città ci sta a cuore e dobbiamo mantenerne l'attrattività"

All'inizio del 2016 il Comune di Firenze ha approvato il Regolamento Unesco, che detta "Misure per la tutela e il decoro del patrimonio culturale del centro storico", che ha consentito di adottare alcune azioni a tutela dell'identità culturale e storica del centro storico, ma oggi è emersa l'esigenza di agire con ancora maggiore determinazione a tutela dell'identità e tradizione di questa parte della città.

Da questa esigenza nasce l'Intesa con la Regione, che sarà firmata a breve, utilizzando lo strumento di recente introdotto dal d.lgs. 222 del 2016, grazie al quale il Comune, per le finalità di tutela delle aree di particolare pregio già indicate dal Codice dei beni culturali e del paesaggio, d'intesa con la Regione e sentito il competente soprintendente del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, può adottare deliberazioni volte a delimitare zone o aree aventi particolare valore archeologico, storico, artistico e paesaggistico in cui possa essere vietato o subordinato ad autorizzazione l'esercizio di attività economiche ritenute incompatibili con le esigenze di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale.

Di conseguenza, a seguito della firma dell'Intesa, il Comune approverà il suo nuovo Regolamento Unesco, con le ulteriori misure di tutela dell'identità del centro storico.

Turismo, la Toscana si prepara per la BIT 2017

FIRENZE – Ultimi preparativi per la partecipazione della Toscana alla Bit 2017, la Borsa Internazionale del Turismo di Milano che quest'anno si terrà dal 2 al 4 aprile prossimo a Fiera Milano City. Una Toscana, quella che si presenterà nel padiglione 4, che in via del tutto eccezionale abbandona la tradizionale bicromia bianco-rosso per dare spazio al bianco venato di grigio del marmo di carrara e al verde serpentino di Prato. Ossia ai colori tipici del romanico Pistoiese. Su questi due colori giocherà, infatti, il cuore dell'allestimento dello stand regionale dalla BIT di Milano. Un omaggio a Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017.

Verde e Bianco, che faranno da cornice ad immagini evocative dell'intera offerta turistica regionale: dai borghi, tema del turismo nazionale per il 2017, al mare. E poi, enogastronomia, arte, campagna. Ma anche la Toscana del turismo sostenibile, quella della Via Francigena e degli altri cammini che attraversano il territorio. Un allestimento, quello voluto da Toscana Promozione Turistica, che vuole proporre spunti e idee sia al tour operator che al pubblico. Un ventaglio di tematiche ed esperienze di viaggio che parlano a target diversi, proponendo loro i tanti modi con cui è possibile vivere un'intera regione. Modi che sarà possibile scoprire grazie anche al programma di presentazioni che animeranno lo stand regionale.

Si inizierà il 2 aprile, alle ore 11, con un divertente gioco pensato appositamente per il pubblico domenicale: Scopri l'Artista, Vinci la Guida. Un modo diverso per scoprire, giocando, la guida turistica agli itinerari d'autore realizzata da Toscana Promozione Turistica. Chi indovina riceverà in anteprima una copia della pubblicazione. Alle 14.00, invece, si parlerà di Maremma Toscana Costa della Vela.

Il giorno dopo, lunedì 3 aprile sempre alle 11, sarà la volta di Toscana 2017: Turismo e Nuove Tendenze, incontro stampa durante il quale si parlerà con l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo della nuova governance regionale per il turismo analizzando il case history della Valdichiana senese; della Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze come innovativa piattaforma per arte e turismo e della nuova scommessa della Toscana che punta sul turismo-avventura per ampliare la sua offerta turistica. Durante l'incontro, inoltre, sarà presentato in anteprima nazionale Destination Florence. Feel the beauty of Renaissance and start your trip!, il documentario prodotto da RAI in partnership con Firenze Convention and Visitors Bureau, Destination Florence, Fondazione Sistema Toscana, Cinema La Compagnia, Comune di Firenze.

Chiudono il programma della Toscana alla BIT, la presentazione di Vivafirenze.it (3 aprile ore 14), il primo portale di prenotazioni alberghiere che sostiene il territorio, realizzato da Life Beyond Tourism; e Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017 che salirà sul palco della fiera milanese il 3 aprile alle ore 15.

(Ha collaborato Nicola Maggi, Ufficio Stampa Toscana Promozione Turistica)

Turismo, la Toscana si prepara per la BIT 2017

FIRENZE – Ultimi preparativi per la partecipazione della Toscana alla Bit 2017, la Borsa Internazionale del Turismo di Milano che quest'anno si terrà dal 2 al 4 aprile prossimo a Fiera Milano City. Una Toscana, quella che si presenterà nel padiglione 4, che in via del tutto eccezionale abbandona la tradizionale bicromia bianco-rosso per dare spazio al bianco venato di grigio del marmo di carrara e al verde serpentino di Prato. Ossia ai colori tipici del romanico Pistoiese. Su questi due colori giocherà, infatti, il cuore dell'allestimento dello stand regionale dalla BIT di Milano. Un omaggio a Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017.

Verde e Bianco, che faranno da cornice ad immagini evocative dell'intera offerta turistica regionale: dai borghi, tema del turismo nazionale per il 2017, al mare. E poi, enogastronomia, arte, campagna. Ma anche la Toscana del turismo sostenibile, quella della Via Francigena e degli altri cammini che attraversano il territorio. Un allestimento, quello voluto da Toscana Promozione Turistica, che vuole proporre spunti e idee sia al tour operator che al pubblico. Un ventaglio di tematiche ed esperienze di viaggio che parlano a target diversi, proponendo loro i tanti modi con cui è possibile vivere un'intera regione. Modi che sarà possibile scoprire grazie anche al programma di presentazioni che animeranno lo stand regionale.

Si inizierà il 2 aprile, alle ore 11, con un divertente gioco pensato appositamente per il pubblico domenicale: Scopri l'Artista, Vinci la Guida. Un modo diverso per scoprire, giocando, la guida turistica agli itinerari d'autore realizzata da Toscana Promozione Turistica. Chi indovina riceverà in anteprima una copia della pubblicazione. Alle 14.00, invece, si parlerà di Maremma Toscana Costa della Vela.

Il giorno dopo, lunedì 3 aprile sempre alle 11, sarà la volta di Toscana 2017: Turismo e Nuove Tendenze, incontro stampa durante il quale si parlerà con l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo della nuova governance regionale per il turismo analizzando il case history della Valdichiana senese; della Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze come innovativa piattaforma per arte e turismo e della nuova scommessa della Toscana che punta sul turismo-avventura per ampliare la sua offerta turistica. Durante l'incontro, inoltre, sarà presentato in anteprima nazionale Destination Florence. Feel the beauty of Renaissance and start your trip!, il documentario prodotto da RAI in partnership con Firenze Convention and Visitors Bureau, Destination Florence, Fondazione Sistema Toscana, Cinema La Compagnia, Comune di Firenze.

Chiudono il programma della Toscana alla BIT, la presentazione di Vivafirenze.it (3 aprile ore 14), il primo portale di prenotazioni alberghiere che sostiene il territorio, realizzato da Life Beyond Tourism; e Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017 che salirà sul palco della fiera milanese il 3 aprile alle ore 15.

(Ha collaborato Nicola Maggi, Ufficio Stampa Toscana Promozione Turistica)

Nautica e portualità, Ciuoffo: “Tesoro da valorizzare per l’economia toscana”

FIRENZE - Stefano Ciuoffo, assessore al Turismo della Regione Toscana, è intervenuto in apertura dei lavori del IV Meeting Destination Argentario Yachting in Tuscany, organizzato dai Lavoratori del Mare e Distretto tecnologico per la nautica e la portualità toscano a Porto Santo Stefano (GR).

"Il popolo Toscano è un popolo di mare che naviga nel Mediterraneo da sempre e sa come si sta in acqua e di cosa c'è bisogno a terra. Per questo è necessario puntare sulla qualità della nostra offerta nel settore della nautica e della diportistica per attrarre, di più e meglio, chi è in grado di portare ricchezza al nostro territorio", con queste parole l'assessore Ciuoffo ha raccolto l'appello di Vincenzo Poerio, presidente del distretto nautica regionale.

Poerio nel suo intervento ha affermato come la Toscana sia uno dei leader mondiali nel comparto della nautica da diporto, con un ricasco che riguarda non solo i cantieri ma anche tutto l'indotto. L'invito alle istituzioni è quello di poter fruire di maggiori e migliori servizi per soddisfare e trattenere i diportisti nei porti del Tirreno. Ciuoffo si è così impegnato in direzione di un ulteriore sforzo comune "perché - ha detto - dobbiamo riuscire a migliorare l'offerta, a completarla. Il nostro obiettivo, il nostro slogan deve essere: "porto sicuro"; per mettere a sistema, insieme agli attori economici del territorio, la nostra capacità di essere attrattivi."

Durante il Meeting Destination Argentario è emerso ancora una volta come proprio il turismo sia il vero tesoro della nostra regione. I dati presentati da Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione, non lasciano dubbi: l'incremento rispetto al 2015 è stato quasi un record tanto che il totale delle presenze sfiora i 90 milioni.

Al convegno, organizzato dall'Associazione Lavoratori del Mare di Monte Argentario, hanno partecipato il parlamentare Luca Sani, il consigliere regionale Leonardo Marras, i sindaci Arturo Cerulli (Monte Argentario), Giancarlo Farnetani (Castiglion della Pescaia), Sergio Ortelli (Isola del Giglio), Carla Benocci (Sorano).

Turismo, Ciuoffo a convegno su nautica all’Argentario

FIRENZE - ‘Destination Argentario: yacthing in Tuscany' è il titolo della tavola rotonda pubblica, giunta alla quarta edizione, in programma il 24 e 25 marzo presso l'Hotel di Cala Piccola e l'Hotel Terme di Saturnia. L'iniziativa è promossa da Regione, Toscana Promozione Turistica e Lavoratori del Mare srl con il patrocinio dei Comuni di Monte Argentario, Isola del Giglio, Orbetello, Manciano, Castiglione della Pescaia, Pitigliano, Sorano, Grosseto e Siena.

Al centro del dibattito la nautica all'Argentario ed il suo sviluppo futuro, con un confronto che coinvolgerà tutti gli attori locali e non del settore turistico.

Domani, venerdì 24 marzo, presso l'Hotel Torre di Cala Piccola a Porto Santo Stefano (GR) interverranno, tra gli altri, il sottosegretario di Stato al Ministero dello sviluppo economico Antonello Giacomelli, il presidente della XIII commissione parlamentare della Camera dei deputati Luca Sani, l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo, il consiigliere regionale Leonardo Marras, il direttore di Toscana Promozione turistica Alberto Peruzzini ed il segretario generale dell'Autorità portuale regionale Fabrizio Morelli.