Sciopero: voli cancellati a Firenze e Pisa

Sciopero: voli cancellati a Firenze e Pisa

Manifestazioni a Firenze e altre città. Risulta regolare il servizio tramvia, il 90% dei treni regionali circola normalmente

Voli praticamente tutti cancellati, fatta eccezione per quelli delle fasce di garanzia di stamani e stasera oltre ai collegamenti con le isole, negli aeroporti di Firenze e Pisa a causa dello sciopero generale indetto da Usb, Cobas e Unicobas nel settore pubblico e nel privato, contro le politiche del governo. Diversa la situazione per i treni in Toscana: Fs spiega che circola più del 90% dei regionali, regolari le Frecce. Riguardo agli autobus, nel capoluogo toscano eventuali disagi si attendono per il pomeriggio.

Regolare, così comunica la società di gestione, il servizio della tramvia a Firenze. In occasione dello sciopero organizzata anche una manifestazione nel capoluogo toscano: il corteo è partito alle 10.30, da piazza Indipendenza, circa 300 i partecipanti che sfileranno per il centro passando da piazza Duomo, verso piazza Santissima Annunziata dove il corteo terminerà coi comizi finali. Manifestazioni analoghe sono in corso a Pisa, Livorno, e a Piombino dove si protesta contro il pericolo di chiusura della Aferpi.

L'articolo Sciopero: voli cancellati a Firenze e Pisa proviene da www.controradio.it.

Sciopero Usb: venerdì nero per servizi e trasporti in Toscana

Sciopero Usb: venerdì nero per servizi e trasporti in Toscana

Tre manifestazioni, in Toscana, in occasione della giornata  di sciopero generale nazionale convocato per oggi da Usb, Cobas e Cib Unicobas.

A Firenze un corteo partirà alle 9.30 da piazza Indipendenza e sfilerà per le vie del centro prima di concludersi con un comizio in piazza Santissima Annunziata; sono previsti cortei anche a Pisa e Livorno.

Tutte le categorie del pubblico e del privato sono coinvolte: i mezzi pubblici circoleranno sicuramente nelle fasce in cui il servizio è garantito.

“Lo sciopero generale – sostengono i sindacati di base – è indetto contro le politiche economiche e sociali del governo Gentiloni, del tutto allineate a quelle distruttive dell”Unione Europea, in particolare in vista della presentazione della prossima Legge di Stabilità nella quale il governo non ha alcuna intenzione di introdurre elementi di reale discontinuità con la nefasta ”austerità”, con la dilagante precarietà del lavoro, la riduzione dei salari, dei redditi e delle pensioni, il decennale blocco contrattuale nel pubblico impiego e nella scuola, l”aziendalizzazione privatistica della scuola, della sanità e di tanti servizi pubblici e beni comuni”.

“Previsti disagi e deviazioni nelle corse dei bus  a Firenze”: a lanciare l’avvertimento è il Comune di Firenze, per lo sciopero generale di oggi. “L”astensione da lavoro interesserà anche il trasporto pubblico – si legge nella nota – sono previsti disagi e deviazioni di alcune linee Ataf per la manifestazione che si svolgerà in centro”. Per informazioni sulle fasce di garanzia, indica il comune, consultare www.ataf.net e www.gestramvia.com.

Ferrovie dello Stato comunica che le Frecce circoleranno regolarmente. Per gli altri treni nazionali le ripercussioni dovrebbero essere limitate e saranno assicurati tutti i convogli elencati nell’apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, consultabile sull’Orario ufficiale di Trenitalia e sul sito web trenitalia.com.

L'articolo Sciopero Usb: venerdì nero per servizi e trasporti in Toscana proviene da www.controradio.it.

TOSCANA AEROPORTI. USB: SENTENZA, LAVORO FESTIVO VOLONTARIO

PERETOLAIl tribunale del lavoro di Firenze con sentenza dello scorso 24 maggio ha accolto il ricorso di 11 dipendenti della societa’ Toscana Aeroporti, rappresentati dall’avvocato Danilo Conte, sul diritto all’astensione dal servizio in occasione delle festivita’ infrasettimanali civili e religiose. Lo rende noto, con un comunicato, l’Unione sindacale di base.

Secondo quanto riporta l’Usb, l’azienda non potrebbe esigere che il dipendente lavori durante la festivita’, ed eventualmente sarebbe obbligata a trovare un accordo col singolo lavoratore. Peraltro, la sentenza richiama una consolidata giurisprudenza in base alla quale neppure i sindacati possono mettere in discussione questo diritto in sede di accordi collettivi. Non ne hanno il mandato. Puo’ farne rinuncia solo il dipendente, attraverso un accordo col titolare dell’azienda. Toscana Aeroporti e’ stata condannata a rimborsare ai ricorrenti le spese legali.

“Usb ora si impegnera’ ad estendere a tutti i lavoratori dell’aeroporto di Peretola gli effetti della sentenza- recita la nota del sindacato-. Questa sentenza apre nuovi scenari sul lavoro nelle festivita’ che potra’ anche riguardare tante altre categorie di lavoratori che, vittime delle liberalizzazioni selvagge, sono costrette ad oggi a prestare la propria opera anche nelle festivita’ di legge”.

The post TOSCANA AEROPORTI. USB: SENTENZA, LAVORO FESTIVO VOLONTARIO appeared first on Controradio.

NON OBBLIGATORIO LAVORARE DURANTE LE FESTE: ACCOLTO RICORSO USB

 Toscana Aeroporti dipendenti

E’ stato accolto il ricorso di 11 lavoratori Usb contro Toscana Aeroporti: non è obbligatorio lavorare durante le feste. “Eventuale prestazione lavorativa da accordare con i dipendenti.”

La sezione lavoro del tribunale di Firenze nei giorni scorsi ha accolto il ricorso presentato da 11 lavoratori della sigla Usb (Unione sindacale di base), assistiti dallo studio dell’avvocato Danilo Conte, contro Toscana Aeroporti, società che aveva loro negato il diritto all’astensione dalla prestazione lavorativa in occasione delle festività infrasettimanali civili e religiose.

Il giudice, spiega un comunicato stampa, “ha ribadito che il lavoratore non è obbligato alla prestazione, e che per l’eventuale prestazione lavorativa l’azienda deve trovare un accordo con il dipendente stesso”, inoltre “ha ribadito anche alla luce della giurisprudenza prevalente e più recente, che l’astensione dalla prestazione lavorativa è un diritto di cui le organizzazioni sindacali in sede di accordi collettivi non possono disporre, in assenza di uno specifico mandato ad esse conferito dal lavoratore, essendo il riposo nelle festività infrasettimanali rinunciabile solo mediante il mutuo consenso fra le parti, lavoratore e datore di lavoro”.

Il tribunale di Firenze “ha pertanto dichiarato il diritto dei ricorrenti all’astensione dal lavoro nei giorni di festività religiosa o civile previste dalla legge, condannando inoltre la Toscana Aeroporti a rimborsare alle parti ricorrenti le spese di lite”. Usb annuncia di impegnarsi ad estendere a tutti i lavoratori dell’aeroporto gli effetti della sentenza.

The post NON OBBLIGATORIO LAVORARE DURANTE LE FESTE: ACCOLTO RICORSO USB appeared first on Controradio.