PD Toscana: Bonafè segretaria con il 65%

PD Toscana: Bonafè segretaria con il 65%

Lo sfidante Valerio Fabiani si ferma al 35%. 45mila i votanti in Toscana.

Sarà l’eurodeputata Simona Bonafè, il nuovo segretario del Pd Toscano. La partecipazione, alla chiusura dei seggi alle 20.00 di ieri sera, è stata di circa 45mila votanti e il risultato di Bonafè, voluta dall’area renziana, si attesta al 65% contro il 35% di Valerio Fabiani, candidato di area orlandiana.

“Grande partecipazione per le primarie in #Toscana. Un segnale di fiducia e vitalità che ci permette di affrontare tutti #insieme, a testa alta, le sfide che abbiamo di fronte”. Lo scrive su twitter Simona Bonafè.

“Alle parlamentarie nazionali 5 stelle votarono 39 mila iscritti, alle primarie nazionali della #Lega 8000 iscritti. Nella sola Toscana votano alle primarie del #Pd circa 45 mila persone e consegnano a @simonabonafe un successo netto. Ora avanti. #primariepdtoscana”. Lo dichiara il capogruppo del Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci.

“Due ottime notizie dalle #primarie toscane. @pdnetwork è più vivo che mai con i 45.000 votanti e @simonabonafe sarà la nuova segretaria che porterà forza e unità”. Così il sindaco di Firenze Dario Nardella su Twitter commenta il risultato delle primarie del Pd in Toscana. “Grazie ai volontari, a tutti coloro che hanno partecipato e a @valeriofabiani. Ora torniamo a vincere in #Toscana !”, aggiunge.

“Grande soddisfazione per la bella partecipazione alle #primariepdtoscana e per la netta vittoria di @simonabonafe. Una vittoria condivisa con le tante e tanti che, al fianco di Simona, vogliono andare #avanti in Toscana e in Italia”. Cosi’ Valeria Fedeli su Twitter.

“Auguro buon lavoro alla nuova segretaria Simona Bonafé” scrive su Facebook la deputata Pd, Rosa Maria Di Giorgi. Che aggiunge “il risultato conferma la necessità –  avvertita anche dagli elettori – di dare una discontinuità al Partito democratico della Toscana. È stata premiata la “voglia di esserci” di chi come Fabiani crede ad un partito aperto a tutte e alle tante voci che da sempre lo hanno caratterizzato, un partito inclusivo e che guarda al futuro”.

L'articolo PD Toscana: Bonafè segretaria con il 65% proviene da www.controradio.it.

Prof bullizzato a Lucca: Fedeli, “non ammettere studenti a scrutini”

Prof bullizzato a Lucca: Fedeli, “non ammettere studenti a scrutini”

Il ministro Fedeli ha spiegato al Tgcom24  “serve una linea rigorosa e l’attuazione delle sanzioni già previste: di fronte ai fatti di Lucca e Velletri gli studenti vanno sospesi, e deve esserci la sanzione fino alla non ammissione agli scrutini finali”.

“Le regole ci sono e vanno applicate, non si possono accettare comportamenti come questi; lo dico non solo per questi due casi”. Fedeli ha ricordato che “ci sono due temi su cui mi sono impegnata: la prevenzione e l’educazione al rispetto; ho mandato in tutte le scuole una campagna per il rispetto e ho operato perché si rilanci il patto di corresponsabilità educativa tra scuola e famiglia.
Questi ragazzi vivono nella società e vedono comportamenti che hanno in qualche modo legittimato, anche dai genitori. Un mese fa un genitore ha aggredito un docente perché questi faceva il suo lavoro”. Gli autori di questi gravi episodi dunque, “vanno sospesi e non fatti arrivare agli scrutini finali: quando si delegittima la funzione dei docenti, si delegittima la funzione educativa dell’adulto in famiglia, quindi dei genitori. Vanno seguiti, accompagnati e rieducati ma le sanzioni vanno prese in considerazione”.
continua parlando di chi ha girato il video “Vanno sospesi e sanzionati anche i ragazzi che hanno girato il video e che hanno guardato quanto avveniva in classe, senza intervenire in difesa del docente”. Conclude la ministra Fedeli  ” il tema non è usare il linguaggio del pugno di ferro ma minacce offese sono inaccettabili: serve una linea rigorosa e l’attuazione delle sanzioni già previste”.

L'articolo Prof bullizzato a Lucca: Fedeli, “non ammettere studenti a scrutini” proviene da www.controradio.it.

Elezioni: Pisa; Cd vince Camera e Senato, sconfitta Fedeli 

Elezioni: Pisa; Cd vince Camera e Senato, sconfitta Fedeli 

Il centrodestra sbanca Pisa e conquista entrambi i seggi parlamentari dell’uninominale, con Rosellina Sbrana al Senato, che conquista il 32,7% contro la ex-ministra Valeria Fedeli, che raggiunge il 32,03%. Alla camera vince Edoardo Ziello, con il 33,77%.

Edoardo Ziello, segretario cittadino della Lega e assessore alle Politiche sociali del comune di Cascina (il primo in Toscana amministrato dalla Lega), è stato eletto alla Camera, mentre Rosellina Sbrana, veterinaria, consigliera comunale a Cascina, è stata eletta al Senato superando nel testa a testa il ministro dell’Istruzione, università e ricerca, Valeria Fedeli, candidata con il centrosinistra: la candidata leghista ha conquistato il 32,7% dei voti contro il 32,03% della rivale. Più netta invece l’affermazione di Ziello che si è imposto con il 33,77% dei consensi e con quasi 7mila voti in più della candidata del centrosinistra, Lucia Ciampi (Pd), che si è fermata al 29,2%. I due candidati del centrodestra hanno vinto anche nelle 86 sezioni del comune di Pisa dove il centrodestra è arrivato primo sia alla Camera che al Senato.

L'articolo Elezioni: Pisa; Cd vince Camera e Senato, sconfitta Fedeli  proviene da www.controradio.it.

Gioco d’azzardo: Fedeli a Pisa firma appello contro pubblicità 

Gioco d’azzardo: Fedeli a Pisa firma appello contro pubblicità 

Il ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, ha firmato il manifesto-appello di numerose associazioni e rilanciato sul territorio da don Armando Zappolini, parroco di frontiera del Pisano, per vietare la pubblicità del gioco d’azzardo.

La sottoscrizione è avvenuta a margine della visita al circolo Arci di Migliarino, alle porte di Pisa, che ha rinunciato alle slot machine costruendo una biblioteca dotata di libri e promotrice del gioco da tavolo a disposizione dei soci. “Libri e giochi da tavolo al posto delle slot machine – ha detto Fedeli – è un bell’esempio di come il tessuto sociale può rispondere positivamente al crescente fenomeno della ludopatia che non solo costa carissima alle tasche di tante persone, ma come ogni dipendenza, ne mina anche la libertà”.
Il ministro ha sottolineato che “come candidata al Parlamento mi sono impegnata ad approvare nella prossima legislatura una legge per regolamentare il consumo del gioco d’azzardo. E’ ovvio – ha concluso – che una legge non può bastare ma è necessario mettere paletti ben piantati per terra su cui costruire una battaglia politica e culturale per liberare tante famiglie rovinate da questa piaga e soprattutto per difendere i nostri giovani che sono uno dei soggetti più esposti a questo tipo di cattive abitudini”.

L'articolo Gioco d’azzardo: Fedeli a Pisa firma appello contro pubblicità  proviene da www.controradio.it.

Fedeli: offesa da critiche su candidature Pisa 

Fedeli:  offesa da critiche su candidature Pisa 

“Mi sento offesa”, “in un partito fatto da più persone bisogna avere dignità e rispetto. Ciascuno di noi sceglie nella propria storia e nella propria autonomia di essere parte del Partito Democratico”.

Lo ha detto il ministro dell’istruzione, Valeria Fedeli, parlando coi giornalisti a Pisa a margine di un’iniziativa elettorale per presentare le candidature del Pd nei collegi della provincia. Valeria Fedeli, candidata al Senato nel collegio Toscana 6, ha così commentato le critiche interne al Pd, sorte a livello locale per la scelta dei candidati. L’ultima polemica in tema c’è stata appena stamani dal consigliere regionale Andrea Pieroni (Pd), che aveva parlato di scelte “frutto di cooptazione e fedeltà”. Nel collegio uninominale Toscana 6 per il Senato (Pisa) concorrono al seggio Valeria Fedeli per il Pd, Rosellina Sbrana (Fi-Lega-FdI), Paolo Fontanelli (Liberi e Uguali), Valeria Marrocco (Movimento 5 Stelle), Matteo Pacini (Casapound) e Sandro Giacomelli (Potere al Popolo).
“Il nostro impegno per le elezioni politiche del 4 marzo è di non far vincere nessun partito del centrodestra”. Lo ha affermato il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli in una conferenza stampa per presentare la sua candidatura al Senato nel collegio uninominale di Pisa. Con lei, nella sede del Pd cittadino, c’erano le altre due donne candidate nel territorio, Lucia Ciampi e Susanna Cenni, entrambe per la Camera.

L'articolo Fedeli: offesa da critiche su candidature Pisa  proviene da www.controradio.it.