Viareggio: 5 arresti per sfruttamento prostituzione e favoreggiamento immigrazione

Viareggio: 5 arresti per sfruttamento prostituzione e favoreggiamento immigrazione

Quattro uomini e una donna, su disposizione del gip di Lucca Antonia Aracri, sono stati arrestati a Viareggio (Lucca) con le accuse di sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, spaccio di droga e rapina. Altre due persone, una romena e un tunisino, accusati a vario titolo di concorso, sono stati sottoposti all’obbligo di dimora.

Si tratta appunto di 5 persone: tre uomini di 31, 35 e 28 anni, tutti di origine albanese, un 28enne romeno e una donna di Viareggio di 33 anni.

Tra le attività poste in essere dal ‘sodalizio’ e bloccate dalla polizia di Lucca, l’acquisto di donne poi costrette a prostituirsi in Versilia, il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina attraverso la celebrazione di matrimoni fittizi tra italiane e marocchini o tunisini, e diverse rapine o tentativi.

Un caso recente riguarda una ristoratrice di Torre del Lago (Viareggio) che nella borsa custodiva l’incasso della serata e che, nonostante esser stata trascinata per diversi metri, è riuscita a salvare il denaro.

Ed ancora, sempre per la procura, furti in case e in un cantiere: la merce è stata rinvenuta e restituita ai proprietari.

Tutte le attività della banda erano finalizzate a finanziare lo spaccio di droga. A dar il via alle indagini l’incendio appiccato il 5 giugno 2017, a seguito del lancio di una bottiglia incendiaria, al container ove viveva il fratello del 28enne romeno.

Qualche giorno dopo vennero fermati i due autori mentre stavano per scappare all’estero.

L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Salvatore Giannino, ha permesso di scoprire che i due romeni tentarono di ottenere diecimila euro, a titolo di risarcimento, dai familiari dei due arrestati.

Alla fine le due famiglie hanno composto la lite grazie alla giustizia rom e da allora hanno iniziato a ‘lavorare’ insieme.

Sono state inoltre perquisite, sempre a Viareggio (Lucca), le abitazioni di altri sei indagati.

L'articolo Viareggio: 5 arresti per sfruttamento prostituzione e favoreggiamento immigrazione proviene da www.controradio.it.

Viareggio: violento temporale, passeggiata allagata

Viareggio: violento temporale, passeggiata allagata

Un violento temporale si è abbattuto su Viareggio, passeggiata allagata. La situazione lentamente torna alla normalità.

E’ stato un temporale, breve ma intenso, quello che stamattina si è abbattuto su Viareggio interrompendo di fatto l’estate e causando problemi in particolare alla viabilità.

Dalle 6.30 a circa le 8 di mattina, forti venti e pioggie hanno invaso la città. Il nubifragio ha allagato la passeggiata di Viareggio e molte strade, pesanti disagi per gli automobilisti. Problemi anche per i negozi all’apertura vista l’ingente quantità d’acqua.

La pioggia ha smesso comunque presto di cadere permettendo in questo modo alla situazione di tornare lentamente alla normalità. Nessun danno per la città.

Polemiche si sono scatenate sui social per lo stato dei tombini della passeggiata, non è la prima volta che i viali si allagano non riuscendo a far defluire l’acqua di un temporale più violento.

L'articolo Viareggio: violento temporale, passeggiata allagata proviene da www.controradio.it.

Assolto in appello imprenditore nautico Fabio Perini

Assolto in appello imprenditore nautico Fabio Perini

Firenze, Fabio Perini, l’imprenditore 77enne fondatore tra l’altro di Perini navi, azienda di Viareggio, leader mondiale nella costruzione di super yacht a vela e a motore, è stato assolto in appello ‘perchè il fatto non sussiste’, dall’imputazione di evasione fiscale, quantificata dall’accusa in 26 milioni di euro, ed estero-vestizione. In primo grado era stato condannato dal tribunale di Lucca a due anni.

Assolto con la stessa formula e dalle stesse accuse Francesco Sarti, Cfo di Faper Group, holding creata da Perini a cui fanno capo Perini Navi e Futura: in primo grado aveva avuto un anno e 5 mesi di reclusione. Assolti anche gli amministratori delle società lussemburghesi cui erano stati contestati gli stessi reati.

A rendere nota la sentenza della corte d’appello una nota del gruppo nella quale si spiega che i giudici di secondo grado hanno disposto anche l’immediato dissequestro delle azioni Perini Navi “che erano state sottoposte a un provvedimento di confisca per un importo di circa 22 milioni di euro” e hanno “esteso l’assoluzione a tutti i reati prescritti”.

L’inchiesta che aveva portato a processo Perini e gli altri imputati risale al 2012 ed era stata condotta da guardia di finanza e procura di Lucca.

In sostanza la contestazione riguardava la costituzione di una società fittizia in Lussemburgo allo scopo di non pagare le tasse in Italia. “Abbiamo sempre avuto fiducia nella giustizia – il commento di Fabio Boschi, presidente di Faper Group – e oggi è stato finalmente restituito l’onore ad un galantuomo e ad un gruppo che ha sempre operato nel rispetto della legge”.

Soddisfazione è stata espressa dal collegio difensivo di Fabio Perini, composto dagli avvocati Marco Miccinesi, Enrico Marzaduri e Sandro Guerra, nonché dagli avvocati Carlo Di Bugno, difensore di Francesco Sarti, e Giuseppe Bana, che tutelava gli interessi di Alexis De Bernardi, Angelo Mario De Bernardi, Marie Fiore Ries-Bonami, Jean Marc Heitz, Regis Donati, Vincenzo Arnò e Robert Arnold Reggiori.

L'articolo Assolto in appello imprenditore nautico Fabio Perini proviene da www.controradio.it.

Vendita Casa delle Donne: “Vogliamo restare qui”

Vendita Casa delle Donne: “Vogliamo restare qui”

Viareggio, Ersilia Raffaelli, responsabile della Casa delle Donne, dopo la messa in vendita decisa dall’amministrazione comunale: “Chiediamo che le lo stabile dove da 20 anni esercita la propria attività la Casa delle Donne venga tolto dai beni immobili che il Comune ha annunciato di voler vendere.”

La dichiarazione arriva nel corso di una conferenza stampa affollata nella sede nella pineta di Ponente, alla presenza anche di alcuni esponenti dei partiti Pd, Fi, 5 Stelle di alcune associazioni, tra queste il Mondo che vorrei, con il presidente Marco Piagentini, uomo simbolo della strage ferroviaria del 29 giugno 2009.

“Questa sede è un punto di riferimento per tante donne e non va venduta”, ha aggiunto, “Rifiutiamo il trasferimento della nostra sede e chiediamo al Consiglio comunale di annullare la relativa delibera di vendita”, ha proseguito riferendosi a quanto dichiarato ieri dal sindaco Del Ghingaro.

“Siamo disposte a trattare con l’amministrazione pagando anche un affitto simbolico, ma deve sospendere questa delibera – aggiunge Raffaelli – stamani è con noi come nostra volontaria una donna che ha subito violenza, a dimostrare l’importanza di questa struttura. Noi vogliamo rimanere qui, anche se il Comune ha deciso di trasferirla in un’altra sede”.

Solidarietà alla Casa delle donne di Viareggio, è giunta da diverse associazioni a livello nazionale.

L'articolo Vendita Casa delle Donne: “Vogliamo restare qui” proviene da www.controradio.it.

Dimissioni del segretario Pd di Viareggio

Dimissioni del segretario Pd di Viareggio

Viareggio, si dimette dall’incarico il segretario del Pd di Viareggio Filippo Guidi, lo rende noto lo stesso Guidi spiegando che la sua è una decisione “irrevocabile”.

“È finita da tempo in me la voglia e la passione nel fare politica. Già prima dell’inizio della campagna elettorale avevo più volte meditato su questa eventualità – spiega l’ex segretario – e oggi dopo alcuni giorni di riflessione personale post elettorale sono arrivato a questa inevitabile e dolorosa conclusione. Naturalmente i risultati dell’ultima tornata elettorale, molto negativi per il mio partito, hanno aumentato questa mia personale sensazione di disagio e di difficoltà ed ho quindi deciso di prendere questa decisione”.

Guidi ritiene che il Pd di Viareggio “abbia davanti a sé un periodo piuttosto lungo di tregua elettorale in cui sono certo saprà trovare al suo interno una guida forte ed autorevole per i prossimi anni. Ringrazio tutti gli amici e i compagni del Pd Viareggio e del Pd Versilia che mi hanno accompagnato ed aiutato in questo difficile percorso”.

L'articolo Dimissioni del segretario Pd di Viareggio proviene da www.controradio.it.