Visite guidate alla mostra “Il Principe dei Sogni”

Alla scoperta degli arazzi medicei in Palazzo Vecchio

In occasione della mostra Il Principe dei sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontormo e Bronzino i Musei Civici Fiorentini e l’Associazione MUS.E propongono al pubblico visite guidate specifiche ai venti panni d’arazzo esposti in Sala dei Duecento dopo un trentennale restauro, tessuti a metà Cinquecento per volontà di Cosimo I de’ Medici dagli arazzieri fiamminghi Rost e Karcher su disegni di Bronzino, Pontormo e Salviati e dedicati alle storie di Giuseppe ebreo. Durante le visite sarà possibile apprezzare con maggiore consapevolezza l’incredibile maestria artistica e comprenderne la trama narrativa, decifrando il messaggio politico che vi era sotteso e cogliendo i particolari curiosi che questi offrono.
Le visite guidate saranno proposte tutte le domeniche mattina ai seguenti orari h10.00-11.00-12.00 a partire da domenica 11 ottobre 2015 fino a domenica 14 febbraio 2016.


Per chi: per tutti, a partire dai 10 anni
Quando: tutte le domeniche mattina h10.00, 11.00 e 12.00 – da domenica 11 ottobre 2015 a domenica 14 febbraio 2016
Dove: Museo di Palazzo Vecchio
Quanto: €6,00 ingresso + visita guidata (€4,00 se residenti nella città metropolitana)


Si consiglia la prenotazione.
Per informazioni e prenotazioni:
Tel. 055-2768224 055-2768558
Mail info@muse.comune.fi.it

 

La mostra
L’esposizione, a cura di Louis Godart, è promossa dalla Presidenza della Repubblica Italiana, dal Comune di Firenze e dal Comune di Milano in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Expo 2015 e la Fondazione Bracco, con il sostegno di Acea, dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e di Poste Italiane. Main sponsor Gucci. L’organizzazione generale e la realizzazione sono di Comunicare Organizzando.

Questa serie di panni monumentali, oggetto di un complesso restauro presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e il Laboratorio Arazzi del Quirinale, costituisce una delle più alte testimonianze dell’artigianato e dell’arte rinascimentale. Gli arazzi con le Storie di Giuseppe vennero commissionati da Cosimo I de’ Medici tra il 1545 e il 1553 per la Sala de’ Dugento e i disegni preparatori furono affidati ai maggiori artisti del tempo. Tessuti alla metà del XVI secolo nella manifattura granducale, tra le prime istituite in Italia, furono realizzati dai maestri arazzieri fiamminghi Jan Rost e Nicolas Karcher sulla base di cartoni disegnati da Agnolo Bronzino, Jacopo Pontormo e Francesco Salviati. Gli arazzi vennero realizzati con telai a basso liccio questo si presentano  speculari rispetto ai disegni preparatori. Per la tessitura della trama sono stati impiegati come materiali dei fili di lana, di seta, d’oro e d’argento. Per l’ordito stati utilizzati fili di colore neutro. Con il passare del tempo gli arazzi sono andati incontro inevitabilmente ad un progressivo degrado che ha reso necessario il lungo e complesso intervento di restauro appena concluso. La mostra  riunisce per la prima volta  tutti gli arazzi della collezione medicea. Il ciclo è infatti da tempo diviso tra Roma e Firenze poiché metà degli arazzi venne trasferita nella capitale dai Savoia nel 1882.