Ceccarelli ad Arezzo: “Grazie alle ciclopiste nuovo turismo e nuova occupazione”

AREZZO - "La ciclopista dell'Arno e la ciclopista Tirrenica saranno due infrastrutture che daranno prestigio alla Toscana, rappresenteranno una nuova attrazione turistica e grazie a questo porteranno nuova occupazione."

Lo ha detto Vincenzo Ceccarelli, assessore alle infrastrutture e ai trasporti della Regione Toscana, che stamani ad Arezzo è partito con un treno speciale insieme ad un gruppo di cicloturisti per partecipare all'evento organizzato dalla Fiab e da Uisp in collaborazione con Anci, Fs e Regione,  in Toscana.

I ciciloturisti sono partiti alla volta di Firenze su un nuovissimo treno Jazz dove sono state montate le moderne rastrelliere per il trasporto delle bici.

"Abbiamo fatto un accordo con le Ferrovie - ha ricordato Ceccarelli - per facilitare questo tipo di turismo. Grazie a questo accordo si potrà fare un abbonamento e con 50 euro si potranno portare le biciclette in treno per tutto l'anno. L'abbonamento scende a 20 euro se si sceglie di portare le bici solo durante il fine settimana."

Ceccarelli ha inoltre fatto il punto sulle due ciclopiste. "La ciclopista dell'Arno  -ha concluso - è in fase di progettazione avanzata, per essa sono stati già stanziati 18 milioni di euro. Per la ciclopista tirrenica è stato individuato il tracciato, ora si procederà alla progettazione. Intanto è stato già trovato il finanziamento per il ponte sull'Ombrone in provincia di Grosseto".

 

I commenti sono chiusi