Ceccarelli: “Basta incertezze sul futuro dei treni Intercity”

FIRENZE- "Gli Intercity rappresentano una parte essenziale nell'offerta del trasporto ferroviario. Non è accettabile che, a ogni cambio di orario, rischino di saltare dalla programmazione nazionale. E' necessario che sul loro futuro si faccia chiarezza in tempi rapidi". Così l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli apre una sua dichiarazione che fa seguito all'ennesima serie di interventi, e prese di posizione sulla stampa sul futuro sempre incerto dei cosiddetti servizi universali.
 
"Per affrontare la questione Intercity – prosegue l'assessore - La Toscana si è attivata già dal 2013, chiedendo con forza l'istituzione di un apposito tavolo ministeriale. All'epoca tutte le regioni furono d'accordo e il Ministero, raccolto l'invito, aprì il confronto. Purtroppo, ad oggi, il tavolo è rimasto fermo a quella prima riunione e la questione è rimasta aperta, tanto che - nello scorso mese di luglio - abbiamo scritto una lettera al Ministro Del Rio e al vice Ministro Nencini per sensibilizzarli a riaprire il confronto e dare soluzione definitiva a una questione per noi strategica, visto il ruolo che ancora oggi gli intercity giocano nel trasporto di centinaia di migliaia di cittadini che non possono accedere ai servizi dell'alta velocità".
 
La Toscana è attraversata dal servizio Intercity, che transitano sia sulla linea Tirrenica che sulladorsale Bologna–Firenze–Roma. Ogni giorno li utilizzano molte migliaia di pendolari. "Per la nostra regione – prosegue Ceccarelli - i servizi oggi garantiti dagli intercity sono assolutamente essenziali. Il venir meno di questo servizio avrebbe ricadute gravissime e non risolvibili con la programmazione regionale. E' necessario che il Ministro riconvochi perciò rapidamente il tavolo di confronto tra Ministero, Regioni e gestore del servizio".

I commenti sono chiusi