Ceccarelli: “La questione delle anomalie agli Swing è stata seguita con tempestività”

FIRENZE - "La questione delle anomalie ai treni Swing la stiamo affrontando già da più di un mese, e ci risulta che stia per essere completamente risolta. L'interrogazione che mi viene rivolta è quindi del tutto intempestiva e dimostra una conoscenza superficiale della materia". Si apre così la risposta dell'assessore a infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli all'interrogazione di alcuni consiglieri del Movimento 5 stelle, i cui contenuti sono stati anticipati alla stampa.

 

"Su questa vicenda – continua l'assessore - ci siamo mossi tempestivamente seguendo un solo criterio: quello della sicurezza per i cittadini che viaggiano. Non appena appreso delle anomalie riscontrate sui carrelli dei convogli Swing, ho chiesto a Trenitalia di conoscere le soluzioni adottate per la verifica del materiale e per il contenimento dei disagi agli utenti. Da quel momento abbiamo costantemente monitorato l'evolversi della situazione: Trenitalia il 7 aprile scorso ci ha comunicato ufficialmente il fermo programmato dei "Swing" per effettuare le verifiche sui carrelli, verifiche volte a consentire la rimessa in esercizio dei treni, senza ripercussioni sul servizio".

 

"Secondo le ultime informazioni che ci sono state fornite – sono ancora parole di Ceccarelli - il lavoro di verifica è stato già effettuato su tutti i convogli. Dopo i controlli fatti, i treni sono stati rimessi in circolazione nel rispetto degli standard di sicurezza richiesti dalle norme vigenti. Comunque, a scopo cautelativo, nel prossimo autunno il costruttore provvederà alla sostituzione di tutti i carrelli".

I commenti sono chiusi