Centri per l’impiego, Rossi: “Arrivare ad un accordo entro l’estate”

FIRENZE - "Un'agenzia a carattere nazionale, che detti regole,
obiettivi e che faccia monitoraggio e controllo. Ma questa agenzia deve
riconoscere un ruolo forte alle Regioni". 
E' il commento di Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, al termine dell'incontro avuto questa mattina presso la presidenza del Consiglio dei Ministri con il sottosegretario De Vincenti sul futuro dei Centri per l'impiego e dei dipendenti dopo l'abolizione delle Province.
 
"Il nostro paese – ha proseguito Rossi - deve riformare i centri per
l'impiego e deve collegarli alla formazione dei lavoratori. E questa
formazione deve essere collegata più strettamente alla domanda di lavoro che arriva dalle imprese".
 
"Quella delle politiche attive – ha proseguito il presidente della
Toscana - è una partita importantissima per i lavoratori. Non possiamo
permetterci di restare fermi per altri due o tre anni. E se c'è una
ripresina, questa va sostenuta e dobbiamo fare in modo che abbia un
risvolto occupazionale".
 
"Sono fiducioso e penso – ha concluso - si possa arrivare a un accordo
prima della pausa estiva. Come ho più volte ribadito, la Regione Toscana
è pronta a farsi carico dei lavoratori dei Centri per l'impiego".

I commenti sono chiusi