Chiusa la Conferenza sulla disabilità, Grieco: “Occasione di lavoro e impegno concreto”

FIRENZE - "Nessuna autocelebrazione, ma un'occasione preziosa di lavoro e di impegno concreto. Usciamo dalla tre giorni che ha visto svolgersi a Firenze le Conferenze regionale e nazionale sulla disabilità non solo arricchiti, ma pronti ad affrontare le sfide nuove per costruire una società più giusta e sostenibile".

E' positivo il giudizio dell'assessore a istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco,  sull'appuntamento fiorentino, chiuso oggi dall'intervento del ministro Poletti, e che l'ha vista tra i protagonisti della tavola rotonda sull'attuazione del Programma di azione nazionale sulla disabilità, in rappresentanza delle Regioni italiane.

"Ogni investimento per garantire opportunità alle persone con disabilità – continua l'assessore – riguarda in realtà tutta la società e sarà tutta la comunità a beneficiarne. E' una visione - sottolinea - che deve coinvolgere tutti il livelli istituzionali, dallo Stato alle Regioni agli Enti locali, attraverso un intervento di tipo orizzantale, che abbiamo proficuamente sperimentato nelle due conferenze di questi giorni, dove sono stati protagonisti gli assessorati e i ministeri di scuola, salute, lavoro, mobilità".

"La scuola – conclude – sarà un terreno privilegiato di questo lavoro. I provvedimenti della Buona scuola hanna dato una spinta decisiva per favorire l'inclusione scolastica, l'alternanza con il mondo del lavoro, rilanciare la formazione dgli insegnanti, riformare l'istruzione professionale. Andremo avanti su questa strada, affrontando le criticità che pure esistono, ma dando sempre più slancio a un processo di riforma che ormai è partito".

I commenti sono chiusi