Ciuoffo: “21 marzo scade tax credit, operatori turismo fate presto!”

Ciuoffo: “21 marzo scade tax credit, operatori turismo fate presto!”

L’assessore regionale Stefano Ciuoffo critica il Governo sul mancato rifinanziamento del progetto e sulla modalità di assegnazione degli ultimi fondi rimasti.

Scadrà il 21 marzo il termine per la presentazione delle richieste delle agevolazioni del Tax credit per la riqualificazione delle strutture ricettive, e l’assessore regionale al turismo, Stefano Ciuoffo invita gli operatori del settore a fare presto “perché sono disponibili solo 120 milioni di euro”.

“Trovo sorprendente che sia stata attivata la procedura prima dell’espressione obbligatoria della Conferenza unificata Stato Regioni – afferma Ciuoffo in una nota -, visto che le Regioni il 4 marzo hanno avanzato la richiesta di estendere la possibilità del credito di imposta anche a stabilimenti termali, agriturismi e all’extralberghiero”. Per Ciuoffo, “dal momento che i rappresentanti del ministero hanno spiegato che vedranno in seguito se gli ‘auspici’ proposti dal documento delle Regioni potranno o meno essere inseriti nel bando, mi domando come mai il sito per caricare le domande sia già attivo, senza nessuna pubblicizzazione, con la scadenza del 21 marzo che incombe”.

Il credito d’imposta copre le spese di riqualificazione effettuate nelle strutture alberghiere nel corso del 2018. “Visto che nella manovra di bilancio approvata dall’attuale maggioranza di governo il provvedimento non è stato rifinanziato – scrive ancora l’assessore – non ci sarà nessuna agevolazione prevista per i lavori effettuati dopo il mese di febbraio. È l’ultima chiamata per chi volesse cogliere questo tipo di vantaggio”.
Ciuoffo infine critica il metodo scelto per assegnare i fondi: “quello del click day. Cioè un giorno in cui gli aspiranti beneficiari si attaccheranno al computer sperando di concludere la procedura per primi, dove sarà premiato chi ha la connessione internet più veloce”.

L'articolo Ciuoffo: “21 marzo scade tax credit, operatori turismo fate presto!” proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi