Ciuoffo: “Firenze si candida a capitale italiana del turismo wedding”

FIRENZE - "Ospitare in Toscana il terzo Destination Wedding Planners Congress è una grande opportunità che candida Firenze e la nostra regione a capitale del turismo legato ai matrimoni. Un'occasione per far conoscere agli wedding planners di tutto il mondo le eccellenze del nostro territorio, la nostra ospitalità , la nostra immensa offerta turistica". Così l'assessore al turismo, Stefano Ciuoffo, nell'intervento che ha inaugurato la manifestazione che si è aperta stamani alla Leopolda.

 

"Il turismo wedding - ha detto ancora - è un asset strategico della nostra offerta turistica. Già adesso è in grado di generare oltre 107 milioni di fatturato annuo, ma è un settore che può diventare ancora più importante e confermo l'impegno dell''amministrazione regionale per sostenerne la crescita".

 

Il Destinazioni Wedding Planners Congress arriva in Toscana dopo aver fatto tappa, nelle prime due edizioni, in Grecia e alle isole Mauritius. Sono oltre tremila gli incontri di business in agenda tra oggi e domani. Presenti 150 operatori internazionali, provenienti da 50 paesi.

Firenze si è aggiudicata l'evento "battendo" altre 7 location tra Middle East, Asia e Europa grazie al progetto realizzato dal Convention & Visitors Bureau di Firenze partner, peraltro, anche del progetto Wedding in Tuscany, sviluppato dall'Agenzia Toscana Promozione Turistica per cogliere le opportunità di un settore turistico in continuo sviluppo.

 

Nel 2015 la Toscana è risultata al primo posto in Italia come destinazione wedding. Regno Unito e USA i mercati da dove proviene, complessivamente, oltre il 50 per cento dei futuri sposi che scelgono il territorio toscano per dire il fatidico sì. Ville e agriturismi le location preferite, seguite da castelli e hotel di lusso.

I commenti sono chiusi