Coldiretti, Remaschi: “Richieste in linea con legge regionale su selezione e iniziative della giunta”

FIRENZE - "Una manifestazione civile, di protesta ma anche di proposta", così l'assessore regionale all'agricoltura Marco Remaschi ha commentato la manifestazione nazionale di Condiretti organizzata oggi a Firenze. L'assessore è stato anche invitato a salire sul palco dagli organizzatori, che gli hanno illustrato le proprie difficoltà e presentato le proprie proposte.

"Gli agricoltori vogliono raccogliere il frutto del loro lavoro - ha spiegato Remaschi - non vogliono un ristoro economico dei danni subiti a causa di un'eccessiva presenza di fauna selvatica. Produzioni danneggiate danneggiano a loro volta l'immagine delle aziende e i loro mercati. Le loro esigenze sono in linea con il lavoro della Regione Toscana e con quanto contenuto nella legge obiettivo 10/2016, che ha come fine lo sviluppo dell'agricoltura toscana,  la tutela delle nostre produzioni tipiche e del nostro bellissimo territorio, anche attraverso la sburocratizzazione e la semplificazione delle norme che riguardano gli interventi di controllo faunistico". 

I commenti sono chiusi