Concordia, sub morto: un assolto, una condanna e 6 a giudizio

Concordia, sub morto: un assolto, una condanna e 6 a giudizio

Sei rinvii a giudizio, una condanna, un’assoluzione e una richiesta di patteggiamento.

E’ questo l’esito dell’udienza preliminare tenuta dal giudice Marco Mezzaluna in tribunale a Grosseto per la vicenda di Israel Moreno Franco, il sub spagnolo di 40 anni che il primo febbraio 2016 morì mentre stava lavorando all’Isola del Giglio nel cantiere della Costa Concordia. L’uomo era in immersione quando si ferì gravemente a una gamba che gli rimase incastrata durante le operazioni preliminari di montaggio sulle murate della nave dei cassoni che riportarono il relitto in galleggiamento. Il sub morì dissanguato poco dopo il suo recupero.

Condannato il coordinatore per l’esecuzione dei lavori e responsabile della sicurezza, Giampaolo Munafò alla pena di un anno di reclusione e seimila euro di multa. Assolto, in abbreviato, Franco Porcellacchia, difeso dall’avvocato Ermenegildo Costabile, imputato come responsabile delle operazioni di rimozione del relitto, dirigente di Costa crociere nonché vice presidente di Carnival Corporation. Resta in piedi la richiesta di patteggiamento avanzata da Costa Concordia Spa, incolpata di illecito amministrativo.

L’accusa è stata portata avanti dal pm Arianna Ciavattini che ha sostituito Alessandro Leopizzi. All’udienza del 13 settembre scorso era stato disposto il rinvio a giudizio di Paulo Ricardo De Assuncao, dipendente della Underwater con funzioni di Divers Supervisor, James Stephen Conroy, salvage supervisor della Titan, Silvio Bortolotti e Claudio Bortolotti, rappresentanti legali di Titan Micoperi, la società consortile che si occupava del recupero della nave, Todd Allen Bush, amministratore di Titan Marittime, società statunitense incaricata di parte per i lavori, Paw Renè Jakobsen, amministratore della società subappalpatrice dei lavori subacquei nel cantiere e datore di lavoro di Israel Moreno Franco. Nonché delle società Underwater Contractors Spain, Titan Maritime e Consorzio Titan-Micoperi, quali responsabili amministrativi.

L'articolo Concordia, sub morto: un assolto, una condanna e 6 a giudizio proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi