Corri la vita, presentata a Palazzo Vecchio la XVI edizione

Corri la vita, presentata a Palazzo Vecchio la XVI edizione

d57671 27 Giugno 2018

Appuntamento il 30 settembre, attese più di 30 mila persone

Torna Corri la vita e festeggia la sua XVI edizione: domenica 30 settembre 2018 si terrà quello che ormai è diventato uno dei più celebri appuntamenti podistici nazionali, e non solo: l’evento fiorentino che celebra la solidarietà - promuovendo la raccolta di fondi per progetti dedicati alla cura e prevenzione del tumore al seno - unito all’attività fisica e alla cultura. Quest’anno è stato scelto un testimonial grafico piuttosto insolito: la tramvia.

 

“Grazie al contributo di Corri la vita - ha detto l’assessore al Welfare Sara Funaro - con i macchinari donati alla Diagnostica senologica di Careggi dal 2011 a oggi sono state realizzate quasi 200mila tra mammografie, galattografie e radiografie. Per quanto riguarda, invece, il Centro di riabilitazione oncologica di Villa le rose, dal 2005 ad oggi, sono state seguite oltre 9mila pazienti ed effettuate circa 120mila prestazioni di riabilitazione”. “Sono numeri importanti che devono essere valorizzati - ha concluso Funaro -, come deve essere valorizzato il lavoro straordinario che fanno le varie realtà citate e partner di Corri la vita, soggetti che danno risposte non solo in termini sanitari, ma anche e soprattutto sociali e di informazione ai cittadini. Mi auguro che con l’edizione di quest’anno e con quelle future Firenze possa essere un fiume ancora più colorato di solidarietà e di attività sportiva”.

“Un inno alla città e alla fiorentinità – ha detto l’assessore allo Sport Andrea Vannucci - Un fiume colorato di gente che non si interrompe mai ed è l’immagine più bella di Corri la vita perché rappresenta il modo di fare sport di questa città, che unisce l’attività fisica alla solidarietà. Corri la vita rispecchia al meglio questa visione. Ogni anno tantissimi fiorentini si mettono in gioco per aiutare gli altri attraverso un evento che è divertimento ma anche gara, su un percorso mozzafiato o su una distanza alla portata di tutti. Una grande festa della città, con l’orgoglio dei grandi risultati raggiunti in questi anni per aiutare chi ha bisogno”.

“Siamo felici di vedere la nostra maglia indossata in maniera così originale da Sirio - spiega Bona Frescobaldi, Presidente dell’associazione Corri la vita -. Dopo aver vestito i grandi del passato della nostra città, stavolta abbiamo scelto il futuro: la tramvia rappresenta una opportunità e la vita corre anche lungo i binari e noi siamo felici di colorarla con una giornata di festa e di solidarietà”.

Dal 1° settembre sarà possibile iscriversi per assicurarsi una delle ambite magliette della manifestazione, i cui partecipanti sono cresciuti in modo esponenziale negli anni: dai 3.500 della prima edizione fino agli oltre trentacinquemila delle ultime edizioni.

La versione 2018 della maglia è viola - per l’esattezza ultra violet 18-3838 decretato ‘Colore dell’anno 2018’ dal Pantone Color Institut - e anche quest’anno è firmata da Salvatore Ferragamo, uno dei grandi sostenitori dell’iniziativa.

Per chi vorrà sostenere il progetto Corri la vita ma non potrà parteciparvi di persona la t-shirt ufficiale sarà recapitata gratuitamente in tutta Italia grazie a un accordo conBRT corriere internazionale e Box Office: sarà sufficiente effettuare una donazione minima di 10 euro accedendo direttamente al sito della manifestazione.

L’hashtag di questa iniziativa è #corrilavitainitalia.

Tre grandi novità per questa edizione: la prima riguarda le premiazioni.

Oltre ai primi tre uomini  e alle prime tre donne in ordine di arrivo, saliranno sul podio anche i tre gruppi più numerosi: aziende, società sportive e palestre, associazioni, universitari, scuole e così via. Insomma, più si è uniti, più possibilità ci sono!

La seconda novità consiste nell’allestimento di una “zona riscaldamento” nei giardinetti dietro viale Lincoln seguita dagli insegnanti della Tropos, che alleneranno gli atleti e proporranno gratuitamente attività per gli iscritti alla corsa per l’intera giornata.

La terza novità sarà rappresentata dallo street food protagonista in piazza Vittorio Veneto: per tutta la durata della manifestazione numerose postazioni saranno attive lungo il viale alberato che circonda la piazza devolvendo il 20%degli incassi a Corri la vita.

Tra i primi ad aderire all’appello vogliamo ricordare Toraia, Fattidi Fritto, Panino Tondo, Dansi, Pentolina, Pescepane, PaStation, Nura, Arà, Savini Tartufi, Zenzero a Zonzo...

Anche per questo appuntamento Firenze offrirà scenari inediti e percorsi mozzafiato, diversificati per gradi di difficoltà: un primo percorso di circa 11 km, che parte dalle Cascine, affianca il lungarno, raggiunge il piazzale Michelangelo e passa da piazza Duomo per poi concludersi nel medesimo piazzale di partenza; e un secondo itinerario di circa 6 km (costellato da una serie di tappe di carattere culturale da ammirare) che come consuetudine attraversa il Giardino di Boboli per poi tornare verso il parco di partenza passando dal ponte Santa Trinita.

Due percorsi studiati per godere delle bellezze uniche della città, a cui si aggiunge, come ormai da tradizione, la possibilità di visitare gratuitamente alcune mostre e musei nel pomeriggio semplicemente indossando la maglia di Corri la vita 2018 o esibendo il certificato di iscrizione: il primo appuntamento confermato è la grande retrospettiva di Marina Abramovich a Palazzo Strozzi.

Un modo di unire cultura, sport e solidarietà che da sempre contraddistingue l’iniziativa.

I fondi raccolti nel 2018 saranno destinati a sostenere un nuovo grande progetto che interesserà l’intera Area Vasta Fiorentina(Firenze, Prato, Empoli, Pistoia) nella lotta contro il tumore al seno e l’assistenza ai malati oncologici; oltre a questo, verrà garantito il sostegno ai tre progetti storici di LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Firenze - per il sostegno al Ce.Ri.On. Centro Riabilitazione Oncologica di Villa delle Rose -, FILE Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus  e SenoNetwork Italia Onlus, portale che riunisce le Breast Unit italiane.

Proprio recentemente ricordiamo che Corri la vita onlus e Salvatore Ferragamo Spa hanno donato alla Diagnostica senologica di Careggi, due innovative attrezzature per la diagnosi precoce del tumore alla mammella, per un valore di oltre 400mila euro;

Corri la vita può contare fin dalla prima edizione su alcuni partner che permettono la perfetta riuscita della manifestazione: LILT e Firenze Marathon con i loro tantissimi volontari e Città Nascosta.

Da sempre, i protagonisti del mondo dello spettacolo, dello sport e della cultura sono stati testimonial appassionati dell’iniziativa: tra gli altri Hugh Grant, Rupert Everett, Sting, Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Tiziano Ferro, Ligabue, Paolo Conte, Andrea Bocelli, Jovanotti con Saturnino, Valentino Rossi, Pierfrancesco Favino, Gianni Morandi, Fiorello, Marco Mengoni, J-Ax e molti altri...

I primi testimonial che hanno indossato la maglietta 2018 sono il maestro Fabio Luisi, nuovo direttore musicale del Maggio Musicale Fiorentino, l’attore Marco D’Amore, indimenticabile interprete di Gomorra, Piero Chiambretti, Fabio Canino,Andrea Delogu, Gianfranco Monti, Athina Cenci.

Oltre ai singoli donatori, tra le aziende più generose che hanno aderito all’appello di Corri la vita quest’anno segnaliamo: UnipolSAI, Unicoop Firenze, Banca CR Firenze, Conad del Tirreno, Ottod’Ame, GEST, Aquila Energie, Regione Toscana, ENEL, Farmacie Fiorentine Afam, Universo Sport, The Student Hotel, Federfarma Firenze, Findomestic, CrossMedia, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Ermanno Scervino, Starhotels, Chopard e molti altri...

Nato nel 2003 per iniziativa della presidente Bona Frescobaldi e organizzato da Associazione Corri la vita onlus, l’appuntamento sportivo non competitivo ha raccolto e distribuito nelle precedenti 15 edizioni oltre 5.000.000 euro, riunendo quasi 300.000 partecipanti e consentendo un’assistenza di qualità a oltre 400.000 donne.

Nello specifico infatti possiamo dire che negli ultimi cinque anni le pazienti curate nei centri di senologia italiani riuniti da Senonetwork che hanno tratto beneficio dalle attività svolte (come il controllo di qualità, la formazione degli operatori, gli incontri periodici con i centri) sono state circa 200.000 e sono stati 3.000 i professionisti (medici e altri operatori sanitari)  all’interno di questi centri che hanno potuto operare al meglio grazie anche all’intervento di Corri la vita. Inoltre con i macchinari donati alla Diagnostica senologica di Careggi sono state realizzate quasi 200.000 tra mammografie /galattografie /radiografie dal 2011 a oggi. Per quanto riguarda invece il Ce.Ri.On. - Centro Riabilitazione Oncologica di Villa delle Rose - dal 2005 a oggi, grazie a Corri la vita, sono state seguite oltre 9.000 pazienti ed effettuate circa 120.000 prestazioni di riabilitazione.

 

I commenti sono chiusi