Cristina Grieco: “Scuola e lavoro, due mondi che devono essere alleati”

FIRENZE - "Abbiamo un compito: agevolare il passaggio dei giovani tra scuola e impresa, riducendo così il possibile divario tra ciò che si impara sui banchi e quello che si apprende direttamente sul lavoro. Con gli strumenti del sistema duale, dell'apprendistato, dei tirocini e dell'alternanza scuola-lavoro questo è oggi un obiettivo concreto". Così l'assessore a istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco, in uno dei passaggi del suo intervento al seminario organizzato a Firenze dai Consulenti del lavoro della Toscana sul tema "Le politiche attive dopo il 'Jobs act'.

"L'importanza dell'alternanza scuola lavoro introdotta dalla 'Buona scuola' – ha detto ancora – sta nel suo essere una vera e propria alleanza tra due mondi, tra due realtà ugualmente importanti che si parlano, che progettano e che interagiscono per coniugare al meglio l'offerta di competenze e la reale domanda di lavoro".

L'assessore Grieco, rivolgendosi in particolare alla presidente della Consulta degli ordini provinciali della Toscana, Gloria Cappagli, ha inoltre sottolineato il ruolo prezioso che può venire a questo processo dai Consulenti del lavoro: "con la loro opera – ha detto – possono essere un tramite propulsivo per proporre alle aziende le opportunità offerte da questi nuovi strumenti. In questo modo avremo realizzato un vero "match" tra fomazione e lavoro".

I commenti sono chiusi