Diritto allo studio universitario, inaugurata a Firenze nuova residenza studentesca

FIRENZE - A pochi passi da Piazza Pitti, in via Romana, è stata inaugurata stamani una nuova residenza universitaria gestita dall'Azienda regionale per il diritto allo studio. 54 posti letto distribuiti tra 19 camere doppie e 16 singole su cinque piani, sono questi i numeri di questo immobile di proprietà demaniale e concesso dall'Università di Firenze al DSU complessivamente per tra anni in uso gratuito, come struttura ricettiva studentesca. Allo stato delle cose, sono oltre 1600 i posti letto nell'area fiorentina, distribuiti in 14 residenze a disposizione degli studenti aventi diritto; aggiungendo quelli delle sedi di Pisa e Siena, il DSU Toscana ne gestisce complessivamente 4734.
 
 "Siamo di fronte al riuscito frutto della collaborazione tra Università, DSU e Regione per il reperimento di nuovi posti letto per studenti in una zona centrale di Firenze, in un momento molto delicato per il diritto allo studio. La Regione si è sempre impegnata e si impegnerà ancora per garantire a un ampio numero di studenti il diritto allo studio - ha sostenuto la vicepresidente e assessore a università e ricerca Monica Barni, che era insieme al rettore dell'Università di Firenze Alberto Tesi e al direttore del DSU Marco Moretti -. Stiamo lavorando sia a livello nazionale, con un apposito tavolo al quale siedono il MIUR, il coordinamento delle Regioni, l'ANDISU e il CNSU, sia a livello locale per comprendere il funzionamento dei parametri di accesso alla borsa e ai servizi. Una riflessione sul diritto allo studio che aiuti chi è davvero bisognoso e che ampli la platea degli aventi diritto è infatti necessaria".
 
All'inaugurazione non è mancata la vivace presenza di una delegazione degli studenti che, a causa dell'applicazione dei nuovi parametri, hanno perso il diritto di usufruire dei servizi universitari di diritto alla studio. 

I commenti sono chiusi