Disabili, Rossi: “Nessun allarme, entro due settimane contributi sbloccati”

FIRENZE - "E' importante chiarire la situazione per evitare che si diffondano allarmi ingiustificati. I ritardi nei pagamenti, come riconosciuto dallo stesso consigliere Mugnai, sono dovuti a problemi relativi al patto di stabilità, con soglie che creano oggettive difficoltà a rispettare i normali tempi di pagamento. Nonostante questo, la giunta regionale, con decisioni di marzo, giugno e poi di questo settembre, ha deciso di dare priorità alle liquidazioni che riguardano il sociale, l'istruzione e la cultura. Per il sociale, in particolare, con le ultime decisioni siamo riusciti a sbloccare i contributi 2014. Adesso stiamo lavorando a una nuova decisione che, entro due settimane, potrà sbloccare anche i contributi 2015 per le le famiglie numerose e che hanno al proprio interno persone disabili".

E' con queste parole che il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi interviene in relazione ai ritardi negli interventi di sostegno previsti dalla legge 45.

"Questo è ciò che faremo - conclude Rossi - perché, a differenza del centrodestra, che azzerò la spesa sociale, siamo convinti che è necessario aiutare le famiglie in condizione di bisogno e dare di più a chi si trova in difficoltà".

 

I commenti sono chiusi