Disciplinare Vino Chianti Docg, la proposta di modifica sarà esaminata da Ministero e Regione

FIRENZE – Il Consorzio di tutela del vino Chianti ha messo a punto una proposta di modifica del disciplinare di produzione del vino Chianti Docg che verrà esaminata nel corso di una riunione indetta dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, d'intesa con la Regione Toscana e il Consorzio stesso.

La principale modifica proposta dal Consorzio consiste nell'inserimento della delimitazione della zona di invecchiamento, imbottigliamento e affinamento dei vini Chianti Docg. Un'altra proposta di modifica prevede invece l'innalzamento da 11% a 11,50% del titolo alcolometrico volumico minimo naturale delle uve utilizzate per produrre il vino Chianti Rufina Docg.

All'incontro, che si svolgerà il prossimo 27 giugno allo Starhotels Michelangelo di Firenze, potranno partecipare i produttori e gli operatori economici, gli enti territoriali, le organizzazioni professionali e di categoria, e tutti i soggetti interessati alla produzione dei vini Chianti.

I commenti sono chiusi