Disservizi ferroviari, Rossi: “Il tempo è scaduto, alle parole seguano subito i fatti”

FIRENZE - "Le Ferrovie si sono accorte di questo disastroso luglio. Bene. Ora però alle parole devono seguire subito i fatti. I pendolari  toscani pagano regolarmente abbonamenti e biglietti a Trenitalia e hanno  diritto a un servizio efficiente e sicuro".

Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commenta così la notizia del vertice straordinario convocato oggi dall'ad del Gruppo Fs, Mario Elia, dopo i gravi e reiterati episodi negativi che hanno caratterizzato in questo  mese il servizio ferroviario in Toscana.  

"Prendo atto - prosegue - dell'iniziativa presa dai vertici Fs, ma ora il tempo è davvero scaduto. All'impegno e agli investimenti che la  Regione mette in campo per il miglioramento del servizio di trasporto  pubblico su rotaia deve corrispondere una risposta adeguata da parte dei gestori, garantendo regolarità e standard qualitativi".

I commenti sono chiusi