Distributore ‘imbroglione’, Gdf controlla a tappeto

Distributore ‘imbroglione’, Gdf controlla a tappeto

Siena, in un controllo della Gdf scoperto un impianto che eroga meno carburante di quello che segnala. Le fiamme gialle senesi sono impegnate in numerosi controlli sui distributori stradali di carburante dell’intera provincia. Le attività riguardano, oltre l’aspetto fiscale e l’esame dei registri di carico e scarico, anche le licenze d’esercizio, le certificazioni di prevenzione incendi e la disciplina sulla corretta esposizione dei prezzi.

Il blitz è partito dopo un controllo della Gdf eseguito nei giorni scorsi a un impianto che fa parte delle cosiddette ‘pompe bianche’, cioè quelle stazioni di servizio indipendenti che non appartengono al circuito delle compagnie di distribuzione di carburante più note. Proprio presso un esercente ‘bianco’ è stata riscontrata l’irregolarità nell’erogazione su uno dei prodotti commercializzati.

I finanzieri hanno dapprima verificato le giacenze effettive dei prodotti petroliferi stoccati nei serbatoi e il corretto funzionamento delle singole colonnine di erogazione. Per una di esse la misurazione ha fornito un riscontro irregolare, dato che il prodotto realmente erogato è risultato di quantità inferiore a quanto riportato sul contatore volumetrico della colonnina. Sanzionato il gestore nei confronti del quale è prevista l’irrogazione di una sanzione amministrativa sino a 619 euro.

Da questa singola verifica è sovvenuta la necessità di una più ampia ricognizione nel settore.

L'articolo Distributore ‘imbroglione’, Gdf controlla a tappeto proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi