Domani Ceccarelli all’Elba per parlare del futuro dell’aeroporto di Campo

FIRENZE - L'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli parteciperà domani, venerdì 28 settembre, al convegno "Volere per volare: prospettive per l'aeroporto dell'Elba", che si terrà presso l'aeroporto di Campo nell'Elba. All'iniziativa, che inizierà alle ore 10, parteciperanno inoltre delegati di ENAC, di Toscana Aeroporti, della Camera di Commercio, di Alatoscana, della Provincia di Livorno e dei Comuni di Campo e Portoferraio. Al centro del dibattito i temi della continuità territoriale, la necessità di investimenti strutturali e il possibile sviluppo delle rotte.

A seguito dei recenti lavori (allungamento della pista di 70 mt) l'aeroporto della Pila, a Campo nell'Elba, è passato da classe 1c ICAO a classe 2c ICAO con deroghe. Una volta completati i lavori di adeguamento anche del fosso della Pila e modificata la recinzione aeroportuale (rendendola frangibile dal lato del fosso della Galea) sarà possibile anche il ritiro delle deroghe, con passaggio definitivo alla classe 2c ICAO, quella richiesta dalla normativa aeronautica  per gli aeromobili da 30 e 50 posti che frequentano l'isola d'Elba.

Al centro della giornata di approfondimento, non solo temi infrastrutturali, ma anche la continuità territoriale verso Pisa, Firenze e Milano Linate che era stata garantita fino allo scorso anno dalla Regione Toscana e dal MIT grazie al contributo erogato nel triennio 2014-2017. Il collegamento aereo rappresenta l'unico collegamento con la terra ferma possibile durante le giornate di mare agitato, per questo la Regione ed il Ministero hanno stanziato nelle annualità 2014-2017 un totale di € 2.550.000 (300.000 euro all'anno da parte della Regione Toscana). Il programma è terminato nell'Ottobre 2017, ma la nuova gara per l'affidamento del servizio (maggio 2018) è andata deserta. La Regione Toscana, quindi, su proposta di Alatoscana, ha richiesto ad ENAC un incremento dello stanziamento per un totale di € 3.300.000 per tre anni.

I commenti sono chiusi