Dsu, Regione approva bilancio 2016. 1mln in più per servizi agli studenti

FIRENZE – Approvando il bilancio di previsione 2016 dell'Azienda regionale per il diritto allo studio universitario, su proposta della vicepresidente e assessore all'università Monica Barni, la Giunta regionale ha inteso confermare l'impegno a favore dello studio universitario di cui il Dsu è lo strumento operativo, ma al contempo a muovere le risorse dai costi di funzionamento alle borse, aumentando così l'efficacia della spesa.

"Mi sento sicuro nell'affermare che abbiamo operato scelte a favore degli studenti, e al  contempo del miglior funzionamento della macchina universitaria toscana, che vanta eccellenze didattiche di riferimento internazionale" ha commentato il presidente Enrico Rossi. "Abbiamo orientato meglio le risorse regionali – ha aggiunto la vicepresidente Barni - riducendo la quota delle spese di funzionamento a 14 mln dai 15,4 del 2015 e i 16,4 mln del 2014. E puntando invece a rafforzare la spesa per i servizi di assistenza agli studenti con un investimento di 12,6 mln a fronte degli 11,6 del 2015 e ai 10,6 mln del 2014. In questo modo  verrà  garantita la borsa di studio alla totalità degli aventi diritto, come è tradizione nella nostra regione, ma abbiamo esteso l'accesso ai benefici a parte degli studenti esclusi dalla borsa di studio per l'anno 2016/17 per effetto della riforma dell'Isee voluta dal Governo".

E il presidente del Dsu Toscana Marco Moretti sottolinea che questo anno sarà ampliato il numero dei  posti alloggio nelle residenze universitarie regionali che passeranno da 4680 a 4796, con l'apertura della nuova residenza di Val di Rose a Firenze e l'individuazione di altre soluzioni abitative a Pisa.  "La ristrutturazione della Mensa Martiri di Pisa e l'avvio dei lavori di riqualificazione della mensa Bandini di Siena entro il 2016  - conclude Moretti - confermano l'impegno del DSU sul fronte degli investimenti e del potenziamento qualitativo e quantitativo dei servizi".

I commenti sono chiusi