Edilizia, arrivano i modelli telematici unici: moduli uguali per tutti i Comuni

FIRENZE - Un altro passo in avanti sul fronte della semplificazione, stavolta nel campo dell'edilizia: meno carta, uso delle nuove tecnologie telematiche ma soprattutto procedure e moduli identici per tutta la Toscana. La semplificazione riguarda le richieste di permesso a costruire, di Scia edilizia, comunicazione di inizio attività libera in edilizia (Cil) e di comunicazione di inizio attività libera asseverata (Cila).

Nei mesi scorsi sono stati approvati modelli unici per tutta la Toscana. Adesso la Regione - assieme all'associazione dei Comuni e alla Rete delle professioni tecniche della Toscana, ovvero tecnici e professionisti - ha definito infatti una prima versione di regole e criteri comuni per la gestione telematica dei modelli ed ha messo a disposizione una loro versione in formato pdf editabile sul proprio sito all'indirizzo www.regione.toscana.it/semplificazione e sulla banca dati degli sportelli per le attività produttive. Modelli che non dovranno essere ulteriormente personalizzati dai singoli Comuni.

Si tratta di adattamenti dei moduli unici nazionali, a cui la Toscana ha contribuito in prima persona.

Il lavoro futuro riguarderà la definizione delle specifiche tecniche per la resa telematica dei modelli unici regionali, compresa la messa a punto di specifiche di formato e di rappresentazione degli elaborati progettuali sulla base del lavoro svolto dalla rete delle professioni tecniche. Saranno definiti anche standard per la gestione telematica dei procedimenti legati ai vincoli, tenuto conto del lavoro svolto dal tavolo tecnico regionale degli sportelli unici per le attività produttive.

I commenti sono chiusi