Emergenza, boom di gatti abbandonati

Emergenza, boom di gatti abbandonati

Pistoia, situazione di emergenza quella dell’abbandono dei gatti nel territorio cittadino.

Per tentare di salvare i gatti in cerca di una famiglia il Rifugio del cane di Pistoia, che si occupa anche di altri amici a quattrozampe, ha accolto nel 2016 ben 1.618 gatti di cui 322 fra malati e feriti. Circa 700 erano gattini.

Gli operatori del canile, gestito da quest’anno e per i prossimi 5 anni dalla cooperativa sociale La Spiga di Grano e da Enpa, sono riusciti a sterilizzare in tutto lo scorso anno 620 gatti, una parte grazie a contribuiti della Asl e una parte con un progetto proprio del Rifugio.

Il fenomeno dei mici abbandonati riguarda per larga parte il Comune di Pistoia, da dove sono arrivati al Rifugio 772 gatti, ma anche il Comune di Quarrata dove sono stati abbandonati al loro destini 261 gatti nel 2016, il Comune di Serravalle dove i gatti in strada approdati poi in via Agati erano 159, mentre un altro centinaio di mici è stato trovato nel Comune di Agliana. Senza contare le migliaia di gatti censiti nelle quasi 400 colonie feline di cui si occupano gli operatori del canile.

A trovare una famiglia che si occupasse di loro sono stati 711 gatti adulti e cuccioli nel corso del 2016. Per aiutare gli altri in attesa di una casa al Rifugio del Cane (in via Agati 15 a Pistoia) ogni sabato pomeriggio (e nel periodo estivo anche la domenica) si celebra il “Micino Day”, un’iniziativa nata nel maggio 2014, per dare nuovo impulso alle adozioni e che ha riscosso sempre un gran successo richiamando gattofili anche da Firenze, Prato, Lucca.

L'articolo Emergenza, boom di gatti abbandonati proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi