Empoli-Granaiolo, il raddoppio si farà. Investimento da 40 milioni

FIRENZE - "Il raddoppio della tratta ferroviaria Empoli-Granaiolo si farà. Il lungo lavoro politico e di mediazione fatto anche dalla Regione, che negli anni ha trattato con Governo e Ferrovie dello Stato e che ha sempre creduto e insistito per il potenziamento dell'infrastruttura ferroviaria, sta dando i suoi frutti".

A dare la notizia del risultato raggiunto e sottolineare la soddisfazione per un esito auspicato, ma affatto scontato, è l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli.

Ceccarelli ha incontrato a Roma l'amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile e da lui ha avuto conferma del fatto che in Toscana, oltre al raddoppio della tratta ferroviaria Pistoia-Lucca, si procederà anche a quello della Empoli-Granaiolo.

Il raddoppio di questo tratto ferroviario, strategico per potenziare e migliorare i collegamenti ferriviari della Valdelsa e di Siena con Firenze e l'alta velocità, è attualmente in fase di progettazione da parte di Rfi.Si tratta di un'opera dal valore di 40 milioni  di euro, che il Governo si è impegnato a finanziare a partire dal 2018.   

"Con impegno assiduo - ha concluso Ceccarelli - si possono raggiungere anche quei risultati che sembrano difficili da concretizzare. In Toscana stiamo lavorando su più fronti per migliorare ulteriormente il trasporto su ferro e questa è una vittoria importante, che ci spinge a proseguire su questa strada. Già oggi siamo riusciti a portare la regolarità delle corse al 92%, un risultato importante, che potrà migliorare ulteriormente grazie a questi investimenti per il potenziamento delle infrastrutture". 

I commenti sono chiusi