ESTATE FIORENTINA: TRAFFICO, CASCINE OFF LIMITS PER CONCERTI AL VISARNO

Visarno

Fra le misure di sicurezza allo studio dell’amministrazione comunale in vista della mega stagione estiva di concerti rock prevista anche la limitazione alla circolazione e controlli con metal detector. Il piano verrà presentato domani dal comitato per l’ordine e la sicurezza.

Scattano le misure preventive in vista dei 4 mega eventi in programma tra il 14 ed il 25 giugno presso l’Ippodromo del Visarno. Nei giorni dei concerti, alle Cascine il traffico sarà bloccato ad auto, camion e motorini a partire dalle 9 di mattina sino a notte fonda, fino a che il pubblico non sarà completamente defluito.

Sono state concesse poche e selezionate deroghe per chi invece lavora all’interno del Parco, quindi all’Università e nelle varie aree commerciali.

Mentre i punti d’ingresso all’arena dei concerti, quella del Visarno, saranno controllati da metal detector. Tutti passeranno sotto la lente dei controlli, sia il pubblico che gli organizzatori, con tanto di ispezioni anche nei casi di uscita e rientro.

Dopo i fatti di Manchester, Londra e Parigi l’allerta è massima, soprattutto nell’ambito della stagione di mega concerti che si terranno a breve e per la festa di San Giovanni. Solo alle Cascine, all’ippodromo del Visarno, sono attese circa 250 mila persone in occasione dei grandi concerti che inizieranno mercoledì 14 e dureranno fino a metà luglio, mentre per quanto riguarda i cosiddetti “fochi”, la sera del 24 giugno, sui lungarni possano arrivare a riversarsi oltre 100 mila persone.

Scattano anche le misure eccezionali, sulla scorta di quanto sta progettando il Viminale a livello nazionale per i 1.700 eventi estivi tra piazze e stadi, per contrastare non solo il terrorismo ma anche casi di psicosi simili a quelli di piazza San Carlo a Torino, che ha causato oltre 1.500 feriti.

Per i concerti rock al Visarno un maxi piano di sicurezza è già pronto e verrà discusso anche al comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che si terrà domani in Prefettura. Si tratta di un piano complesso e particolarmente restrittivo, che si nutre di un personale molto più ampio del passato e di regole rigide.

Ovviamente le misure non riguardano solo i concerti ma verranno messe in campo anche per le feste del Santo Patrono, per il quale Palazzo Vecchio chiede la massima attenzione. Ieri il sindaco Dario Nardella ha contattato il prefetto Alessio Giuffrida affinché nell’ordine del giorno del vertice di domani oltre ai concerti venga inserita una valutazione accurata anche sul 24 giugno, quando oltre ai tradizionali fochi ci sarà anche la finale del Calcio storico in Santa Croce, che porteranno ad un enorme afflusso di persone nel centro storico.

Anche a Lucca è scattato l’allerta per il noto concerto dei Rolling Stones, che si terrà a settembre e che prevede la presenza di oltre 50 mila persone.

Tutto questo si inserisce in un anno particolare per Firenze, e per la Toscana in generale, in cui si sta registrando un boom del turismo, a cui si aggiungono una serie di eventi di grande portata musicale, che però sono inseriti però in un contesto di paura verso il terrorismo.

In tutto ciò continuano i lavori di allestimento dell’Arena del Visarno, dove Le Nozze di Figaro stanno organizzano quest’anno il più grande festival rock che Firenze ricordi. Si parte il 14 giugno coi Radiohead, sono attese 50 mila persone in un giorno, in contemporanea con l’evento di Pitti ed altri due grandi eventi sportivi. Sarà poi il turno dei 45 mila spettatori del 23 giugno per Aerosmith, Placebo, Deaf Havana. Il giorno seguente (24 giugno) sono attesi in 48 mila per Eddie Vedder, The Cranberries, Glen Hansard; mentre per il 25 giugno per System Of A Down e Prophets Of Rage si parla di 43 mila presenze. Facendo un conto si arriva a circa 200 mila persone in 10 giorni. A queste si aggiungeranno altre 50 mila a luglio tra Jamiroquai, XX e Arcade Fire.

Massima allerta anche per il concerto di Tiziano Ferro al Franchi il 15 luglio e per grosse manifestazioni come il Lucca Summer Festival di Lucca dov’è atteso Robbie Williams.

Oltre all’allerta attentati ci sarà anche da prestare grande attenzione al rischio di psicosi di piazza, fenomeni come quelli di Torino, dove banali scherzi o azioni non pianificate possono innescare reazioni incontrollabili.

Fortemente restrittive le regole per accedere al Visarno: controllo a tappeto di tutte le borse da parte del personale di vigilanza ingaggiato dagli organizzatori dei concerti, circa 330 addetti. Inoltre, se nel caso degli Aerosmith, dei Radiohead e dei System of A Down l’ingresso di zainetti e borse con capienza fino a 10 litri sarà ammesso, per quanto riguarda il concerto di Eddie Vedder, il 24 giugno, lo staff ha vietato di portare dentro l’arena qualsiasi cosa.

E’ stato comunque allestito un servizio di guardaroba a pagamento da parte dell’organizzazione per coloro che si trovassero costretti a lasciare all’esterno dell’arena i propri oggetti personali. Quelli proibiti, invece, verranno direttamente gettati via. Rientrano in questa categoria: bottiglie e lattine, bicchieri di vetro, bombolette, ombrelli, aste rigide come le bandiere, selfie stick, utensili, fuochi d’artificio o fumogeni, armi, caschi, macchine fotografiche professionali, apparecchiature per la registrazione audio/video (ammessi i cellulari, no ai tablet), puntatori laser, bevande alcoliche di qualsiasi gradazione mentre vanno bene bottiglie di plastica, purché senza tappo.

L’attività di controlleria verrà svolta dal personale del Visarno, spiega il patron delle Nozze di Figaro Alessandro Bellucci, che ha già ricevuto un’accurata informazione sulle regole da far rispettare e i comportamenti da tenere per tutte le evenienze. Si tratta di addetti istruiti persino su cosa fare in caso di attacchi di panico, cosa che diventa essenziale dopo i recenti fatti di Tornino.

La task force dei controlli sarà composta anche da personale delle forze dell’ordine, della polizia municipale, della protezione civile. Un “Gos” (gruppo operativo speciale) come quello dello stadio Franchi sarà presente al Visarno: decine di telecamere saranno sempre puntate sul pubblico, riuscendo così a documentare in tempo reale cosa sta avvenendo. Bellucci afferma: «Noi siamo fiduciosi che possa essere una festa quella che comincia la settimana prossima. E per questo chiediamo la collaborazione di tutti».

Domani, in prefettura, verranno definiti i dettagli del piano Visarno. Presente anche il sindaco Dario Nardella per definire le misure di sicurezza anche su San Giovanni: come tutti gli anni i lungarni verranno chiusi al traffico durante i “fochi”, anche se questa volta le misure anti camion e furgoni kamikaze potrebbero portare ad imporre divieti anticipati, più ampi e posti di blocco ben presidiati sia dai vigili urbani che dalle forze dell’ordine.

Ascolta Tommaso Sacchi, curatore dell’estate fiorentina, intervistato da Raffaele Palumbo:

LINK

The post ESTATE FIORENTINA: TRAFFICO, CASCINE OFF LIMITS PER CONCERTI AL VISARNO appeared first on Controradio.

I commenti sono chiusi