Etruria: domani udienza per vaglio richieste parte civile

Etruria: domani udienza per vaglio richieste parte civile

2.500 i soggetti che si sono costituiti parte civile, tra cui il liquidatore Giuseppe Santoni e i Comuni di Arezzo e Castiglion Fiorentino

E’ prevista per domani, con inizio alle 9, l’udienza ad Arezzo, nell’ambito del procedimento che ha riunificato i due filoni sul crac di Banca Etruria, nella quale il gup Giampiero Borraccia deciderà sull’ammissibilità di 2500 parti civili. Tra le richieste di costituzione di parte civile ci sono quelle del liquidatore Giuseppe Santoni e dei Comuni di Arezzo e Castiglion Fiorentino.

Il gup sarà chiamato in particolare a decidere sulla richiesta, avanzata da alcuni legali degli oltre 40 imputati, circa l’ammissibilità o meno della richiesta di costituzione di parte civile inoltrata dal liquidatore che ha già dato il via all’azione di responsabilità in sede civile a Roma per una cifra complessiva superiore ai 500 milioni di euro. I due filoni dell’inchiesta che hanno per capo d’accusa principale la bancarotta fraudolenta (ad alcuni imputati è contestata solo di bancarotta semplice) – quello che vede indagati otto sindaci revisori e quello a carico dell’ex direttore generale Luca Bronchi e dell’ultimo presidente della banca, Lorenzo Rosi, relativo alla liquidazione dello stesso Bronchi (1,2 milioni di euro) – sono stati riunificati durante l’ udienza del 12 ottobre scorso.

L'articolo Etruria: domani udienza per vaglio richieste parte civile proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi