Euromeeting, Ciuoffo: “Toscana non solo città d’arte ma molto di più”

MILANO - "In Toscana abbiamo grandi ricchezze ma limitarsi ad evocarle e basta non è sufficiente. Siamo stati capaci di metterle in rete al nostro interno ma adesso si tratta di condividerle con le altre regioni di NECSTouR, che ne hanno di proprie. Tanti strumenti da mettere a sistema, da tradurre in azioni concrete per valorizzare un patrimonio inestimabile". Così l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo è intervenuto nel primo pomeriggio a Milano alla XIII edizione di Euromeeting. "Euromeeting ha il compito di intercettare, organizzare e mettere in rete il lavoro di 30 regioni di 9 Stati europei. Di valorizzare gli elementi che caratterizzano tutti questi territori. La Toscana è la regione capofila e domani andremo ad Expo per dare un assaggio di tutte queste proposte". 

"La Toscana non è solo città d'arte ma è molto di più", ha continuato l'assessore. "C'è un turismo 'lento', motivazionale, esperienziale, legato al desiderio di conoscere i luoghi che si visitano potendone gustare i sapori, conoscere le campagne, il turismo sportivo o quello legato al benessere. Ad Euromeeting ci confrontiamo e ci scambiamo esempi di buone pratiche di politiche attuate nei propri territori per renderle ripetibili o esportabili nella nostra Europa. Il 2015 sembra essere l'anno del rilancio per il turismo toscano, quello in cui il paese ha ritrovato fiducia e deciso ad investire le proprie risorse anche per lo svago e la cultura".

"La politica e gli amministratori devono però essere pronti a cogliere la richiesta di turismo di qualità, sulla domanda intelligente e strutturata, che va oltre i simboli tipici più conosciuti, alla ricerca di stimoli, conoscenze, territori sconosciuti", ha concluso Ciuoffo. "C'è ancora tanto da cogliere e saperlo sfruttare e valorizzare è il compito per il futuro. La nostra scommessa è quella di distribuire i grandi flussi turistici dalle città d'arte anche sugli altri territori: dobbiamo perseguire questa strada perché questo è un volano dell'economia che va sfruttato. Far apprezzare un dettaglio, un particolare, accompagnando i turisti come fossero ospiti a casa nostra".

I commenti sono chiusi