Farmacie, a disposizione 77 nuove sedi

FIRENZE - La Regione ha dato il via al secondo invito alla scelta della sede per i candidati vincitori del concorso straordinario indetto a seguito dell'entrata in vigore del cosiddetto "decreto Monti", per l'apertura di 129 farmacie sul territorio regionale. Le sedi a disposizione sono 77 ed entro la fine di maggio si procederà all'assegnazione delle farmacie, seguendo il criterio dello scorrimento.

L'apertura delle farmacie, iniziata a gennaio (la prima farmacia è stata aperta il 2 gennaio a Monsummano Terme), continuerà per tutto il 2016, rendendo sempre più concreta la riforma Monti, detta "Cresci Italia". Con l'avvio di questo secondo "interpello", un altro ampio numero di farmacisti realizza la propria aspettativa di accesso alla titolarità di una farmacia. Inoltre anche i cittadini, soprattutto quelli residenti in zone scarsamente abitate, avranno un servizio farmaceutico più capillare e più accessibile. "In questi casi la farmacia è doppiamente importante - sottolinea l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - Infatti, in particolare nelle zone disagiate, la farmacia e il farmacista, oltre che distributori di farmaci, diventano anche un presidio fondamentale, svolgendo un ruolo sia sanitario che sociale, ed essendo vicini ai bisogni della popolazione".

In questo momento, la Toscana è l'unica Regione che ha avviato questa seconda fase.

Vai all'"interpello" sulle pagine del sito della Regione Toscana

I commenti sono chiusi