Farmaco antiepatite C: subito al lavoro per nuove procedure negoziali

FIRENZE – Le strutture regionali si attiveranno subito per definire una nuova procedura negoziale per l'acquisizione del farmaco per il trattamento di pazienti affetti da epatite C. Allo ore 14 di oggi, termine fissato dal bando regionale, non sono infatti pervenute offerte dalla aziende farmaceutiche produttrici.

La procedura è un passaggio essenziale per dare operatività alla decisione della giunta regionale che, con una delibera approvata nei giorni scorsi, ha deciso di assicurare l'erogazione gratuita dei farmaci necessari a tutti i malati potenzialmente trattabili.

La fornitura riguarderà farmaci necessari per gli anni dal 2015 al 2017, per un importo complessivo di 60 milioni di euro.

I commenti sono chiusi