Festival “Firenze Libro Aperto”, dalla Regione diciassette pratiche da valorizzare

FIRENZE – La Regione Toscana porta  e presenta al festival "Firenze Libro Aperto", che si terrà alla Fortezza da Basso dal 28 al 30 settembre, diciassette buone pratiche di promozione della lettura: quattordici sono rivolte ai bambini e ai ragazzi (e alle loro famiglie) e tre ai giovani adulti.

"E' un progetto che valorizza il ruolo delle biblioteche  - spiega la vice presidente ed assessore alla cultura, Monica Barni - e che coinvolge un pubblico difficile, quello dei ragazzi adolescenti che sono i soggetti più a rischio di abbandono dell'abitudine alla lettura". Ma il valore aggiunto delle diciassette pratiche è soprattutto quello di essere parte di un paniere di azioni coordinate dove si cercano nuove alleanze e sinergie tra tutti gli attori del sistema. Con l'obiettivo, alla fine, di rendere quelle pratiche ed azioni continuative.
 
"La lettura – ripete Barni – è una risorsa strategica su cui investire, un valore sociale e civile da sostenere". Da qui l'idea del progetto "Leggere in Toscana", un progetto che arriva da lontano e che si compone di partecipazione a festival letterari (a partire da quello di Torino) ed incontri sul territorio, del finanziamento a progetti sulla biblodiversità  o all'attività delle reti documentarie ma anche della valorizzazione dell'editoria indipendente o del sostegno alle biblioteche che vanno in cerca nelle piazze o nei centri commerciali di potenziali lettori perduti.

La Regione Toscana sarà presente al festival "Firenze Libro Aperto". Delle  diciassette buone pratiche che saranno raccontate nella tre giorni fiorentina dieci riguardano i progetti sulla bibliodiversità ammessi e finanziati col bando regionale, ovvero quella produzione meno standardizzata ma che aiuta ad arricchire pluralità e diffusione delle idee. Un paio di iniziative riguardano la scuola e i progetti educativi di zona.  C'è anche un focus rivolto alla fascia dei piccolissimi, quelli da zero a sei anni, e poi un'iniziativa che riguarda la lettura in ospedale, in particolare in un ospedale pediatrico. Per adolescenti e giovani adulti si va da un progetto di libri per ragazzi letti da altri ragazzi ad un reading teatrale e musicale sul ‘68 ad una performance letteraria e sonora, in una ricercata contaminazione di linguaggi. Ecco tutte le buone pratiche che saranno oggetto di incontri.

LE BUONE PRATICHE RIVOLTE A BAMBINI E RAGAZZI

1) Iniziativa dal Progetto "Leggere tra l'Elsa e l'Arno. Leggenda e Leggere per leggere" della Rete documentaria Reanet insieme con la Libreria Rinascita di Empoli
Target: 0-14 anni
2) Iniziativa dal Progetto "Mondo liquido. L'acqua nei libri per bambini e ragazzi" del Centro regionale biblioteche ragazzi in Toscana insieme con la Biblioteca comunale di Campi Bisenzio, Publiacqua, Water Right and Energy Foundation, Rivista Liber
Target: 6-14 anni
3) Iniziativa "Leggere diversamente in Biblioteca"
Target: 4-18 anni con disabilità
4) Iniziativa "Silent Book. I libri senza parole che parlano a tutti!" della Ibby Italia con le Reti di Arezzo, Massa-Carrara e Prato e librerie locali
Target: 0-14 anni
5) Iniziativa dal Progetto "Scritti e scrittori dal mondo"-Sezione Incontrincittà "Festival itinerante di letteratura" della Rete del Mugello SDIMM insieme con la Libreria Fortuna di Pontassieve
Target: 3-10 anni
6) Iniziative"Libernauta" e "BiblioTeen" della Rete SDIAF Sistema dell'Area integrata fiorentina
Target: adolescenti e giovani adulti 14-19 anni
7) Iniziativa "Ti leggo un libro che non conosci. Lettura ad alta voce per i più piccoli" dal Progetto "Ti leggo un libro che non conosci. Leggere ad alta voce l'editoria indipendente" della Rete documentaria di Livorno insieme con Associazione Nausika LaAV-Lettori volontari ad alta voce
Target: 0-6 anni
8) Iniziativa "Laboratorio di storia/editoria locale" dal Progetto "Coltivare la bibliodiversità. Incontri in biblioteca per crescere lettori più consapevoli" della Rete documentaria di Pistoia insieme alla casa editrice Voland srl di Roma
Target: 6-10 anni
9) Iniziativa "Promuoviamo libri e lettura tra i giovani" dal Progetto "Disseminare libri per raccogliere lettori" della Rete Bibliolandia di Pisa insieme con La Conchiglia di Santiago
Target: 15-20 anni
10) Iniziativa "Nuvole Migranti. Il fumetto come strumento di integrazione" o altro dal Progetto "Fila a leggere. Rete di Letture diverse" della Rete documentaria pratese insieme alla Libreria Gori di Prato
Target: bambini e ragazzi
11) Iniziativa "Nati per Leggere in Toscana" Sezione Toscana e delle Reti documentarie Redos di Siena e di Lucca
Target: 0-6 anni
12) Iniziativa dal PEZ -Progetto Educativo Zonale- della Zona Senese promosso dalla Regione Toscana-Progetto di promozione alla lettura "La TwLetteratura. Le opere di Federigo Tozzi" finalizzato alla prevenzione della dispersione scolastica attraverso il contrasto del disagio scolastico di tipo sociale, economico, comportamentale
I laboratori hanno previsto l'utilizzo della metodologia denominata TwLetteratura e sono stati realizzati in collaborazione proprio con l'Associazione TwLetteratura (https://www.twletteratura.org) che ha ideato e promosso questa peculiare modalità di social reading, aggregando una comunità vasta e fidelizzata di diverse migliaia di appassionati di lettura.
Target: Studenti degli Istituti di Istruzione Superiore – biennio Istituti professionali.
13) Iniziativa dal PEZ -Progetto Educativo Zonale- della Zona Piana di Lucca -Comune di Altopascio (LU)- Progetto di promozione alla lettura rivolto alla fascia dei piccoli
Target: 0-6 anni, bambini del nido e scuola dell'infanzia
14) Iniziativa "La Buonanotte del Meyer", programma di ninne nanne, favole, filastrocche, canti e musiche che una volta a settimana portano ai piccoli ricoverati un momento speciale prima della nanna, realizzata in collaborazione con la Fondazione Meyer
Target: fino a 10 anni

GLI EVENTI DI PROMOZIONE PER GIOVANI ADULTI

1) Book Sound. I libri alzano la voce: ragazzi lettori volontari ad alta voce leggono ai ragazzi, promossa da Marcos Y Marcos, Libreria Leggere, Associazione Nausika (direttivo LaAV)
2) Reading teatrale e musicale "Il '68 raccontato ai ragazzi", dal Progetto "1968-Niente più come prima" della Rete documentaria di Grosseto
3) Altra iniziativa con reading di un cantante o attore (Tricarico)


Per saperne di più, leggi anche: 
- Firenze Libro Aperto al via sui 'ponti' della conoscenza
- A Firenze Libro Aperto è protagonista la grande musica d'autore
- Bollani a Firenze Libro Aperto 
- Il programma degli eventi per adulti al festival
- Il programma comics 
- Le buone pratiche della Regione Toscana al Festival, programma giorno per giorno
- Gli espositori e editori presenti all'edizione 2018

Consulta anche il sito del festival, firenzelibroaperto2018.it 

 

I commenti sono chiusi