Fiorentina a Udine un mese dopo morte Davide Astori

Fiorentina a Udine un mese dopo morte Davide Astori

A quasi un mese dal 4 marzo, quando il capitano Davide Astori è morto in una camera di albergo durante la trasferta di Udine, la Fiorentina torna adesso in Friuli proprio per disputare il recupero di quella 27/a giornata, sospesa per il lutto legato al decesso del giocatore viola.

Per Pioli e tutta la Fiorentina sarà tutto terribilmente difficile e complicato anche se la squadra viene da una striscia di vittorie: da quel giorno tutto viene fatto nel ricordo di Astori e chiaramente in Friuli il pensiero di tutti andrà a quanto accadde la mattina del 4 marzo. La Fiorentina raggiungerà Udine in serata, ha deciso di cambiare hotel e a poche ora dalla gara contro l’Udinese andrà in ritiro all’Hotel Astoria: un nome che non sembra un caso.
Dalla scomparsa di Davide Astori la Fiorentina poteva sprofondare in una crisi di prestazioni e risultati oppure reagire e sorprendere tutto e tutti. Grazie all’unità di tutto l’ambiente, alla forza interiore di tutta la squadra, i viola hanno cambiato marcia. Sono cresciuti, hanno superato i propri limiti e inanellato quattro vittorie consecutive (Chievo Verona, Benevento, Torino e Crotone). Domani la Fiorentina al Dacia Arena vuol centrare il pokerissimo. Anche se Pioli dovrà fare ancora fare a meno degli infortunati Badelj e Thereau, recupera però gli squalificati Biraghi e Benassi. “L’Udinese – afferma Pioli a Violachannel – arriva a questa gara con alle spalle sei sconfitte consecutive e anche per questo la gara sarà molto più
difficile. È inevitabile che i nostri avversari daranno l’anima per interrompere questa striscia negativa. Però è anche vero che vogliamo continuare con la nostra striscia positiva di
vittorie”. Nonostante le sei sconfitte consecutive degli avversari, Pioli sottolinea la forza dell’Udinese e del suo tecnico: “Oddo è un allenatore giovane, capace, determinato con buone idee. Ha subito ottenuto grandi risultati e adesso sta facendo un po’ più fatica. Ma anche questo il calcio, ci sono momenti dove le cose non vanno del tutto meglio – conclude l’allenatore dei viola -. L’Udinese è sempre stata in partita, anche nell’ultima gara contro l’Atalanta. È una squadra che sicuramente ci creerà delle difficoltà”.

L'articolo Fiorentina a Udine un mese dopo morte Davide Astori proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi