Firenze: 4 mln per combattere spaccio

Firenze: 4 mln per combattere spaccio

Tra le novità sei pattuglie (a piedi) della Polizia municipale aggiuntive a quelle già esistenti nei quartieri di Santa Maria Novella e San Lorenzo, per una spesa complessiva di 775.000 euro su tre anni.

Un piano da 4 milioni di euro per il contrasto a spaccio e consumo di stupefacenti, con particolare attenzione alla stazione di Santa Maria Novella, a Firenze. E’ quanto presentato dal sindaco di Firenze Dario Nardella e dall’assessore alla sicurezza Andrea Vannucci. Tra le novità sei pattuglie (a piedi) della Polizia municipale aggiuntive a quelle già esistenti nei quartieri di Santa Maria Novella e San Lorenzo, per una spesa complessiva di 775.000 euro su tre anni. Messi, inoltre, 750.000 euro in più in educatori di strada e in operatori per non residenti.
Sarà, inoltre, fatta una campagna educativa contro il consumo di droghe alle scuole medie, realizzata dai ragazzi dalle scuole superiori ad indirizzo artistico, e una campagna di comunicazione ‘choc’ sulla prevenzione dall’uso di droghe.
Nardella ha ricordato i nuovi 178 vigili assunti nel 2019: il numero totale sale così oltre 970 addetti (cifra comprensiva degli amministrativi e dei pensionamenti per il 2019).
Attenzione alla sicurezza anche grazie all’installazione di 150 nuove telecamere (500mila euro) e all’illuminazione dei luoghi bui della città (oltre 1 milione di euro).
Nei dieci punti rientrano anche 400mila euro per l’allestimento della nuova stazione dei carabinieri in Santa Maria Novella (i lavori sono già iniziati e avranno durata 120 giorni), il potenziamento del tavolo Serd insieme agli altri attori istituzionali e un maggiore sostegno ai centri di recupero e riabilitazione presenti in città. Per aumentare il senso di sicurezza in città, è stato spiegato, sono operativi alcuni comitati per il controllo di vicinato: le zone in cui sono attivi vengono contrassegnate da cartelli.

L'articolo Firenze: 4 mln per combattere spaccio proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi