Firenze: molestata da venti giovani ubriachi, venditore di rose la salva

Firenze: molestata da venti giovani ubriachi, venditore di rose la salva

Solo l’uomo interviene per aiutare giovane nel centro di Firenze. La ragazza ha poi ringraziato l’uomo pubblicamente su facebook.

Sarebbe stato un venditore di rose, di origine bengalese, a salvare una ragazza livornese che, durante una passeggiata in una strada del centro di Firenze, è stata accerchiata da un gruppo di ragazzi – “italiani”, dice – che prima scherzano e le chiedono un selfie poi, quando lei cerca di divincolarsi e andarsene chiudono il cerchio e iniziano a usare frasi violente e volgari, la strattonano e la invitano a passare la serata con loro. Solo l’intervento dell’uomo, Hossein, che riesce ad allontanare i giovani, “saranno stati 25 ragazzi, ubriachi”, e la porta via con sé. É il racconto che la giovane ha deciso di affidare al suo profilo di facebook dove ha postato anche un foto dell’uomo, “l’unica persona che è intervenuta”, dice.
“Daaai vieni con noi, ti facciamo divertire, 25 contro 1 si fa una bella serata…”, e poi altri insulti e altre volgarità postati dalla ragazza su fb.
“Ho deciso di scrivere cosa mi è accaduto – spiega ancora la ragazza nel post, spiegando che sarebbe avvenuto 3 giorni fa, alle 23,30 -, perché molti pensano che non ci sia bisogno del femminismo, dell’antisessismo, dell’integrazione, che in fondo quei ragazzi stessero solo scherzando, che sono ragazzate, che “gli stranieri a casa loro”, perché i media dicono che “lo straniero è cattivo” che la misoginia non esiste, che l’uomo e la donna sono uguali, che hanno gli stessi diritti e le stesse LIBERTÀ ecco noi sappiamo che non è così. Noi tutte dovremmo trovare la forza di dire ciò che ci accade, anche se proviamo vergogna, dobbiamo trovare il coraggio parlare, per essere solidali e per non abituarci a questa mentalità macista e per liberarcene”.
L’uomo, conclude il racconto, le ha offerto da bere e alcune cose da mangiare, oltre che i fazzoletti per asciugarsi le lacrime. “Se non ci fosse stato Hossein io stasera non potrei raccontare questa storia, non sapendo come ringraziarlo gli ho donato una mia fototessera in modo che si ricordasse sempre il volto della ragazza che ha salvato quella sera”.

L'articolo Firenze: molestata da venti giovani ubriachi, venditore di rose la salva proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi