Firenze, dopo la vittoria chi entra in Consiglio e chi è in odore di Giunta

Firenze, dopo la vittoria chi entra in Consiglio e chi è in odore di Giunta

Dopo la vittoria al primo turno, per il Comune di Firenze è già iniziata la totogiunta che approderà in Palazzo Vecchio ad affiancare il Nardella Bis e si fanno gli ultimi conteggi per la definizione dell’assemblea che andrà a comporre il consiglio comunale.

Ci sono delle certezze dettate dai numeri e delle ipotesi frutto delle strategie politiche. Partiamo dalle prime: l’ex assessora Cecilia Del Re detiene il record con le sue oltre 2 mila preferenze e per la lista Pd oltre a lei entra una fitta schiera di assessori uscenti come Sara Funaro, Andrea Vannucci e Federico Gianassi. A seguire la giovane capolista Letizia Perini, Cosimo Guccione, Massimo Fratini, Nicola Armentano, il segretario del Pd cittadino Massimo Piccioli ed altri per una ventina di posti. Nessuna delle altre liste a sostegno di Nardella porta eletti in consiglio comunale.

All’opposizione il centrodestra vedrebbe entrare nel salone dei Dugento l’avversario Ubaldo Bocci, quattro leghisti, Jacopo Cellai per Forza Italia e Alessandro Emanuele Draghi per Fratelli d’Italia. Il resto degli scranni del consiglio comunale se li giocano Antonella Bund che oltre a lei vede sicuro il capolista di Firenze Città Aperta DimitriJ Palagi e forse un altra new entry  a seconda di come verrà distribuito l’ultimo posto a disposizione con i resti dei voti ottenuti e rispetto al quarto classificato, il pentastellato De Blasi anche lui affiancato da un altro neo consigliere Lorenzo Masi.

E veniamo alla futura Giunta Nardella Bis e alle ipotesi in campo. Si parla di 4-5 riconferme tra cui la plurivotata Del Re, l’uomo della tramvia Stefano Giorgetti e gli stessi Funaro, Gianassi, Vannucci e il rientro di Cristina Giachi.

L’uscente Giovanni Bettarini potrebbe entrare nello staff del sindaco mentre potrebbe fare il percorso inverso Tommaso Sacchi e da capo segreteria della cultura ottenere un assessorato. Tra le new entry possibili ci sarebbero poi i giovani zingarettiani Perini o Guccione, l’ex direttore della Caritas ed eletto consigliere Alessandro Martini, l’ex ambasciatore Marco Del Panta e da Avanti Firenze Francesco Grazzini forte delle sue 400 preferenze. Fra gli esterni si fa anche il nome del direttore Anci e  ex sindaco di Scandicci Simone Gheri.

Per la presidenza del consiglio  comunale in pole position l’assessora uscente ed eletta consigliera Alessia Bettini e l’altro uscente  e rieletto Massimo Fratini. Rebus ancora sul nome del vicesindaco  e la sostituzione del segretario generale approdato alla Corte dei Conti mettendo mano anche  alla riorganizzazione della macchina comunale.

L'articolo Firenze, dopo la vittoria chi entra in Consiglio e chi è in odore di Giunta proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi