Firenze, occupava spazio invalidi per essiccare cavolfiori, multato

Firenze, occupava spazio invalidi per essiccare cavolfiori, multato

Un uomo avrebbe sfruttato la zona di sosta per essiccare le piante, non disponendo di altri spazi. La polizia lo ha fatto sgomberare e multato per occupazione abusiva della sede stradale

Approfittando del sole aveva messo ad essiccare un centinaio di cavoli in uno spazio invalidi. Ma l’insolita distesa non è passata inosservata e ha procurato al cittadino cinese una multa da 169 euro. È successo ieri mattina.

Una pattuglia del Reparto Antidegrado della Polizia Municipale impegnata in un controllo in zona Peretola si è imbattuta in qualcosa di veramente insolito: uno stallo di sosta riservato agli invalidi completamento invaso da un centinaio di cavolfiori. Gli agenti, suonando i campanelli delle abitazioni della zona, sono risaliti al proprietario della verdura: un quarantenne di origini cinesi residente a Firenze da molti anni. L’uomo ha spiegato alla Polizia Municipale che per essiccare le piante l’unico modo è metterle al sole e, non avendo un’alternativa, aveva deciso di utilizzare lo stallo per invalidi. Il quarantenne ha aggiunto che tutti i cavolfiori sarebbero utilizzati per un consumo familiare.

Ma le spiegazioni non gli hanno evitato la multa da 169 euro per occupazione abusiva della sede stradale con l’obbligo della rimozione. È così è stato: nella mezz’ora successiva l’uomo ha riposto tutte le verdure all’interno di alcuni grandi sacchi che sono stati poi portati via.

L'articolo Firenze, occupava spazio invalidi per essiccare cavolfiori, multato proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi